Author

ilTorinese - page 286

ilTorinese has 4797 articles published.

Davide Gariglio (Pd): “Alle intimidazioni rispondiamo con una maggiore presenza”

in TRIBUNA

ENNESIMO ATTACCO A SEDI PARTITO: AI TENTATIVI FASCISTI RISPONDIAMO SENZA PAURA

 

Davide-Gariglio“Le intimidazioni e i comportamenti fascisti non fermeranno mai il PD”: lo dichiara il segretario regionale del partito democratico, Davide Gariglio, commentando l’ennesiama intimidazione ai danni di una sede del PD. Negli ultimi mesi sono numerose le intimidazione, l’ultima in ordine di tempo è la sede del Pd di Alpignano (TO). La sede nella provincia di Torino è stata imbrattata nei giorni scorsi con insulti e scritte ineggianti al fascismo. 

 

“Non ci riusciranno mai a intimidirci – prosegue Gariglio -, continueremo a restare in strada con nostre sedi e le nostre iniziative. I violenti – continua il segretario regionale democratico – fanno parte di una minoranza da isolare. E’ certo – conclude – che l’unico effetto conseguente a simili vili comportamenti è il danno materiale, perchè la nostra azione di governo a livello nazionale e locale continuerà con ancora più determinazione”.

The Secret Home, Natale come a New York

in vetrina11

secret natalesecret natale2

Un ambiente  black and silver  dove “mondi diversi si incontrano ,proprio come nella grande mela , per ricollegarsi alla tradizione del nostro Natale”

 

Lo scrigno segreto di Giorgia Mirabella , in occasione del Natale apre ai suoi ospiti con uno speciale allestimento dedicato ai party della New York anni ‘ 80. ”  The Secret Home”  è il rinomato attico torinese, abitazione privata della designer, che ospita un’esposizione permanente di  creazioni che spaziano dai tessuti d’arredo ai bijoux,dalla scultura  alla fotografia , nonche’ alla moda e high tech . Un mix di oggetti affascinanti e misteriosi, che racchiudono bellezza e  qualità dei materiali per arricchire la casa di stile e design.

 

Per festeggiare il Natale 2014 Giorgia ha scelto un ambiente  black and silver  dove “mondi diversi si incontrano ,proprio come nella grande mela , per ricollegarsi alla tradizione del nostro Natale” con numerosi ospiti tra stilisti, fotografi, artisti e un marchio di sartoria per arredo di interni. Promesse anche delizie per il palato ed healthy food grazie al partner gastronomico del Golf club I Girasoli.

 

 

The Secret Home- Via Massena 11 – 5° piano dalle 15.00 alle 20.30.

Altri tre No Tav anarchici accusati di terrorismo

in prima pagina

notav striscione

tav ragazziLa nuova ordinanza di custodia cautelare è stata notificata a conosciuti esponenti dell’anarchismo radicale di Milano tuttora in carcere

 

La Torino-Lione con  tutte le sue implicazioni giudiziarie, sociali e politiche continua a tenere banco sulle cronache.  Dopo i disordini recenti al cantiere di Chiomonte, connotati dai soliti lanci di pietre e petardi contro le forze dell’ordine e blocchi stradali, ora un nuovo risvolto giudiziario. Oltre ai quattro anarchici in carcere e sotto processo per terrorismo nell’aula bunker delle Vallette ieri ne sono stati accusati altri tre.

 

Salgono così a sette i manifestanti incarcerati per l’assalto al cantiere della Tav del luglio 2013. La nuova ordinanza di custodia cautelare è stata notificata a conosciuti esponenti dell’anarchismo radicale di Milano già in carcere per quei fatti. Per i quattro giovani no tav la  sentenza è prevista il 17 dicembre. Sono state intanto perquisite le celle degli anarchici milanesi dove sono stati sequestrati scritti e documenti politici.

 

(Foto: il Torinese)

Byhand: mostra–mercato di abiti e accessori a tiratura limitata

in CULTURA E SPETTACOLI

Arrivano da tutta l’Italia i 30 stilisti-designer che nei loro stand-atelier offrono il meglio dell’indipendent fashion

 

moda circoloSe siete amanti di abiti ed accessori che siano pezzi unici, fatti rigorosamente a mano e a prezzi allettanti, allora “Byhand” è l’appuntamento a cui non dovete mancare, al Circolo dei Lettori di Torino, che per l’occasione si trasforma in atelier, dal 12 al 14 dicembre. Dopo il successo degli anni passati, nelle storiche sale di via Bogino 9, ecco al via l’11° edizione di questa mostra-mercato di moda  indipendente, arricchita anche da una sezione dedicata ai più piccoli con “Byhand kids” in cui il nutrito programma di workshop fa da corollario ad abiti ed accessori.

 

Arrivano da tutta l’Italia i 30 stilisti-designer che nei loro stand-atelier offrono il meglio dell’indipendent fashion. Un mix in cui convivono artigianato, arte e design, uniti dalla filosofia della piccola produzione che volta decisamente le spalle all’omologazione dei pezzi fatti in serie.moda circolo2

Qui i gusti sono tanti e ce n’è davvero per tutti. Ma soprattutto, i prodotti sono curati in ogni minimo dettaglio, il livello di ricerca estetico-formale è elevato e non mancano sperimentazione dei materiali o innovative revisioni delle tecniche più antiche e tradizionali.

Insomma ogni abito e accessorio è unico ed irripetibile. Ma l’appuntamento è anche l’occasione giusta per conoscere stilisti, designer e artigiani: alcuni dai nomi già affermati, altri invece sono nuovi talenti da scoprire e potrete ascoltare direttamente da loro i segreti celati dietro ogni creazione.

 

-Workshop Byhand kids

La sezione speciale dedicata ai bambini e alle bambine, oltre agli stand in cui gli stilisti presentano abiti e accessori su misura per loro, prevede anche un programma di 7 workshop, incontri ed attività dedicati ai piccoli fashion addict. Ecco gli appuntamenti.

 

-Sabato 13 dicembre:

-Il laboratorio “Storie sotto l’albero” ( ore 11,20-12,20  / 15 -16) in  cui la lettura di 6 storie natalizie è accompagnata da immagini illustrate in diretta, con tutte le emozioni che ne conseguono. E’ condotto da Anna Peiretti, scrittrice e curatrice di vari laboratori di lettura per bambini, formatrice del progetto “Nati per leggere” e caporedattore della rivista per bambini “La giostra”. E da Silvia Forzani che da 20 anni scrive ed illustra libri per i più piccoli ed è anche co-fondatrice e art director della casa editrice “Girotondo edizioni”.

moda circolo3-Poi  “Officina cambiodestinazione” (ore 16-19) il laboratorio condotto dall’insegnante Giovanna Diodati, ideatrice di numerosi progetti sul tema del gioco come strumento di apprendimento. Guiderà i piccoli nella creazione di vari oggetti di fantasia, partendo da tanti materiali diversi.

 

-Domenica 14 dicembre

  – “Il gioco dei bottoni” (ore 11,15-12,15) è il laboratorio tenuto da Paola Cappelletti, insegnante e ricercatrice che segue il Metodo Bruno Munari e conduce laboratori per lo sviluppo del pensiero progettuale creativo presso atelier permanenti, scuole e musei. Al Circolo dei lettori guida i più piccoli alla scoperta del piccolo e utile oggetto di design che è il bottone, suggerendo giochi e varianti.

  – “La moda del bottone” (ore 15,30-17) è l’altro incontro in cui Paola Cappelletti stimola i bambini a progettare e creare bottoni nuovi,  così da realizzare una collezione unica e personale, testimonianza della creatività degli stilisti in erba.

   – Diventate tatuatori per un giorno con “Disegna Ti-too e crea il tuo tatuaggio temporaneo” (ore 17-18 / 18-19) laboratorio in cui i piccoli possono divertirsi riempiendosi le braccia di  tatoo disegnati da loro e in base alle loro passioni. L’idea nasce dall’architetto Giulia Ciccone e dalla graphic designer Marta Cammarere, che con il loro progetto “Ti too for you” vogliono assemblare grafica e design di tatuaggi temporanei, all’insegna della massima creatività.

 

-Progetti speciali

– “Sofa” del fotografo Enrico Frignani che nelle sale del circolo allestisce un set semplicissimo, composto da una macchina fotografica e un sofa. Ma quel semplice divano e l’occhio dell’artista dietro l’obiettivo trasformano ogni visitatore (invitato a sedersi) protagonista di un work in progress itinerante che ha ambizioni a livello mondiale.

– “nb notabene” è la libreria torinese indipendente, specializzata in grafica, design e architettura contemporanea che, per il secondo anno consecutivo, allestisce il bookshop di Byhand.

A fine evento, si potranno anche acquistare gli sgabelli personalizzati (in edizione limitata) ideati e realizzati dall’artista-designer-ricercatore torinese Sergio Perrero.

– Inoltre, nel salone d’onore del Circolo dei Lettori, uno spazio ospiterà: i libri legati alla moda e illustrati  per i bambini da Perrero e gli oggetti che ha creato secondo un progetto di riuso ecologico-etico-artistico. Un’affascinate esempio sono le coperte che in passato si trovavano sui treni di tutta Europa;  lui oggi le fa rivivere trasformate da serigrafie ed interventi visionari.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           Laura Goria

 

www.byhandshow.com

 

Disabilità e diritti umani a Palazzo Lascaris

in Cosa succede in città

Mauro Laus: “situazioni e storie anche molto diverse tra loro, accomunate da un unico bisogno: giovanissimi insieme con ultraottuagenari si ritrovano sulla stessa linea di fuoco pur se condotti fin lì da destini diversi”

 

consiglio X 1A palazzo Lascaris si è svolta la seduta aperta dell’Assemblea dedicata al tema della disabilità, all’indomani della Giornata nazionale del 3 dicembre.“La disabilità – ha detto il presidente del Consiglio regionale mauro  Laus –  accoglie in sé situazioni e storie anche molto diverse tra loro, accomunate da un unico bisogno: giovanissimi insieme con ultraottuagenari si ritrovano sulla stessa linea di fuoco pur se condotti fin lì da destini diversi. E dietro di loro ci sono famiglie intere: altri concittadini cui vogliamo e dobbiamo dedicare la seduta di oggi. Sono persone alle quali è necessario dire quali diritti soggettivi lo Stato, in tutte le sue articolazioni, è disponibile a riconoscere loro: diritti maturati da cittadini, come scritto nella Costituzione, e diritti maturati da contribuenti, nel tempo della loro vita produttiva”.consiglio campana

 

Tra gli interventi Maria Grazia Breda del Coordinamento Sanità e Assistenza (Csa), che ha evidenziato “la necessità di ottenere dalla Regione il rispetto dei diritti delle persone con disabilità, in particolare quelle aggravate dalla presenza di patologie invalidanti o malattie croniche che determinano non autosufficienza e che riguardano minori, giovani e adulti con disabilità intellettiva, autismo o malattie degenerative, anziani malati cronici con demenza e malati psichiatrici con limitata o nulla autonomia”.Breda ha denunciato “l’illegittimità delle liste d’attesa per accedere ai servizi previsti dai Livelli essenziali di assistenza (Lea), poiché è preoccupante che di fronte ai bisogni indifferibili di queste persone si pongano vincoli di bilancio” e ha accusato la Giunta regionale di aver confermato le discriminazioni nei confronti delle persone con disabilità attuate nella legislatura precedente,”

 

Per le associazioni, sono intervenuti Michele Assandri dell’Associazione nazionale strutture per la terza età (Anaste), Maurizio Bergia della Comunità Papa Giovanni XXIII di Fossano (Cn), Arianna Porzi dell’Associazione nazionale genitori soggetti artistici (Angsa), Gabriele Piovano della Consulta per le persone in difficoltà, Michele Pepe dell’Associazione Il giglio, Silvia Biamino dell’Associazione Missione autismo, Vincenzo Bozza dell’Associazione Unione per la tutela degli insufficienti mentali (Utim) di Nichelino (To), Andrea Ciattaglia della Fondazione Promozione sociale onlus, Franca Biglio dell’Associazione nazionale dei piccoli Comuni italiani (Anpci), Irene Cossu Demelas dell’Associazione Luce per l’autismo onlus, Paola Garbella dell’Associazione nazionale dei manager del sociale (Aria-Ansdipp), Vittorio Ghiotto della Federazione associazioni nazionali disabili, Sergio Melis della Cisl ed Emanuela Buffa del Gruppo genitori per il diritto al lavoro per le persone con handicap intellettivo.

 

Per l’Assemblea regionale hanno preso la parola i consiglieri Daniela Ruffino (FI), Stefania Batzella (M5S), Enrica Baricco (Pd), Mario Giaccone (Chiamparino per il Piemonte), Marco Grimaldi (Sel) e Alfredo Monaco (Scelta civica).Al termine è arrivata la replica della Giunta regionale.È stata inoltre approvata all’unanimità  la proposta di delibera che istituisce il Comitato regionale per i diritti umani.Il provvedimento – presentato dal primo firmatario, il presidente Mauro Laus, e sottoscritto dai vicepresidenti dell’Assemblea Nino Boeti (Pd) e Daniela Ruffino (FI) e dai consiglieri segretari Alessandro Benvenuto(Lega Nord) e Gabriele Molinari (Scelta civica) – sostituisce e supera l’Associazione regionale per il Tibet e i diritti umani.

 

“Con la costituzione del Comitato – ha dichiarato il presidente Laus – si realizza uno dei punti qualificanti del mio mandato di presidente dell’Assemblea regionale. Fin dal giorno del mio insediamento mi sono preso l’impegno di rendere l’ente e le sue articolazioni sempre più sensibili e più attenti ai principi di uguaglianza sanciti dallo Statuto e ora credo ci sia lo strumento giusto per farlo. Sono grato all’Ufficio di presidenza d’aver voluto condividere e sostenere fattivamente questa mia proposta e all’Aula di avervi dato corso”.

 

(www.cr.piemonte.it)

 

Sequestrato il tesoro milionario della ‘Ndrangheta

in BREVI DI CRONACA

salvario polizia

Edifici, ville, campi. E’ stato scoperto dalla Dia  che l’ha sequestrato alla famiglia Marando

 

Quasi 20  milioni di euro, tra Piemonte, Lombardia, Liguria Lazio e Calabria. Un patrimonio enorme in edifici, ville, campi. E’ stato scoperto dalla Dia  che l’ha sequestrato alla famiglia Marando, la cosca della ‘ndrangheta che gestiva la zona di Volpiano. il traffico di droga era alla base del redditizio e illegale giro d’affari  i cui ricavati venivano investiti in immobili grazie a prestanome e società con sede all’estero.

Il Mago di Oz porta le bollicine d’oltralpe sotto la Mole

in prima pagina

oz

oz champLunedì 15 dicembre, a partire dalle 19 e 30 in Piazza Carlo Emanuele II, 19 (per i torinesi Piazza Carlina)

 

Una serata per brindare in anticipo al Natale, un incontro per assaporare, in compagnia, il meglio dello champagne e dei produits du terroir francesi: lunedì 15 dicembre, a partire dalle 19 e 30 in Piazza Carlo Emanuele II, 19 (per i torinesi Piazza Carlina), il cocktail club Il Mago di Oz propone una serata speciale all’insegna
delle bollicine francesi d’alta classe.

 

Un vero e proprio viaggio sensoriale alla scoperta di alcune delle migliori etichette di Champagne abbinate ai prodotti artigianali più esclusivi della gastronomia d’oltralpe. Sarà possibile degustare piccoli tesori dell’enologia francese come lo Champagne Expression 2011, lo Champagne Sainte Anne 2011 e lo Champagne Agrapart grand cru 2007, il tutto accompagnato da prodotti di alto pregio come il Foie gras mi cuit de Laurent Collet, il Saumon fumé (salmone affumicato) de Jean Marc CASTEIGT, le Huitres (ostriche) de David Hervé, il Pain de Bastien MUGLIANI e il Beurre Bordier. Ad aprire la serata sarà Samuel Cogliati, scrittore ed esperto di vini, che presenterà il suo ultimo libro “Champagne Il sogno fragile”, edito da Possibilia Editore, all’interno del quale vengono affrontati alcuni aspetti chiave della nascita, dell’evoluzione e della degustazione di questo mitico vino.

 

A fine serata sarà possibile acquistare i cestini natalizi contenenti i prodotti degustati e una copia del libro. Da anni punto di riferimento della Torino by night, Il Mago di Oz si propone come un luogo conviviale dove assaporare un’interessante selezione di vini naturali italiani e francesi ed un’ampia offerta di cocktail, frutto di una ricerca continua dei migliori prodotti e delle migliori materie prime.

 

Per maggiori informazioni sull’evento dedicato allo champagne e su tutte le iniziative del Mago di Oz: magodioz58@gmail.com – Tel. 335 7028741 – 338 4343086

Caso Musy, il pm al processo: “Furchì merita l’ergastolo, ecco le prove”

in prima pagina

+++FERITO MUSY: FERMATO IL PRESUNTO SPARATORE +++

TRIBUNALE 1Il magistrato ha chiesto il massimo della pena per Furchì, con l’aggravante della premeditazione e dei futili motivi

 

Quel che è certo è che il caso Musy resterà nella storia della cronaca come uno dei grandi casi giudiziari (risolti o irrisolti non si sa ancora) degli ultimi decenni a Torino. “Francesco Furchì è colpevole, ci sono le prove”, dice il pm Roberto Furlan in apertura della requisitoria nel processo per l’assassinio del consigliere comunale Alberto Musy, che morì dopo quasi due anni  di coma a causa dell’agguato da parte dell’ “uomo con il casco” il 21 marzo 2012. Il magistrato ha quindi proposto l’ergastolo per Furchì, che è l’unico imputato del processo, accusato di omicidio volontario.

 

La pena è stata richiesta con l’aggravente della premeditazione e dei futili motivi. Il magistrato ha anche chiesto sei mesi di isolamento diurno poichè ritiene che per la vicenda della pistola scomparsa, l’arma del delitto, vi siano collegamenti tra l’imputato ee seponenti malavitosi. Furlan ha consegnato alla Corte una memoria di 100 pagine sostenendo che, dopo avere riscontrato tante prove la colpevolezza di Furchì diventa una banalità.

 

Il pm ha preso in considerazione alcuni elementi “tecnici” come la camminata, l’assenza di alibi, e le amicizie di Furchì.  Ha messo in risalto quella che definisce la capacità intimidatoria esercitata in particolare contro uno dei testi al processo e anche la vicenda delle quattro lettere, spedite ad amici calabresi e torinesi. Secondo il magistrato si è trattato d tentativi di ottenere deposizioni favorevoli all’imputato.

Da via Roma alla Galleria Sabauda in città regnano i pedoni

in LYFESTYLE

pedoni2pedoni1pedoni322ghiaccio22

Il Comune in un prossimo futuro prevede anche la chiusura al traffico di piazza Castello, tranne il tratto via Po – Giardini reali e piazza Statuto

 

Code lunghissime di pedoni in piazzetta reale per l’ingresso nel Palazzo e nella nuova Galleria sabauda. Torino è il regno dei pedoni. L’incentivo a recarsi a piedi in centro in questi primi giorni di festa è anche dovuto a tante iniziative, come il raduno dei tram storici in piazza Castello e l’apertura della pista di pattinaggio su ghiaccio in piazza Carlo Alberto.

 

L’immacolata rappresenta la prova generale per la pedonalizzazione di via Roma. Infatti, fino a lunedì compreso la più prestigiosa arteria commerciale cittadina resta chiusa al traffico nel tratto che collega piazza Castello a piazza San Carlo.  Nei primi giorni di prova la via si è presentata poco affollata di mattina e affollatissima nelle ore pomeridiane, con non pochi problemi di traffico nelle vie circostanti. Dopo discussioni e polemiche infinite il Comune precisa che si tratta di una “chiusura sperimentale per verificare l’efficacia del provvedimento”. Anche nel fine settimana successivo la pedonalizzazione si ripeterà in vista del Natale esarà accompagnata da una serie di iniziative culturali, musicali e di spettacolo.

 

E forse nei prossimi mesi diventerà realtà la pedonalizzazione continua. Ormai anche i commercianti sembrano essersi accorti che la Torino del turismo e della cultura ha raggiunto una tale dimensione da garantire migliaia di presenze costanti nel centro. Così il divieto di transito delle auto (forse) si trasforma in opportunità. Nelle intenzioni del Comune in un prossimo futuro anche la chiusura al traffico di piazza Castello, tranne il tratto via Po – Giardini reali e piazza Statuto, dove un privato avrebbe intenzione di finanziare la realizzazione di un parcheggio sotterraneo.

 

(Foto: il Torinese)

Dopo lo 0 – 0 a Firenze la Juve attende l’Atletico

in SPORT

juve fio

Diciamolo subito, non è stata una bella partita. L’anticipo della quattordicesima giornata di serie A non ha riservato grandi emozioni tanto meno grosse sorprese

 

La Juventus vista venerdì sera all’Artemio Franchi di Firenze è stata una squadra che aveva già la testa al delicatissimo scontro che la vedrà impegnata domani, martedì 9 dicembre, allo Juventus Stadium. Diciamolo subito, non è stata una bella partita. L’anticipo della quattordicesima giornata di serie A non ha riservato grandi emozioni tanto meno grosse sorprese. Da una parte, la squadra di casa, la Fiorentina, ben allenata e messa ottimamente in campo da Vincenzo Montella, dall’altra i Campioni d’Italia in carica che hanno rinunciato ad alcuni titolari rispetto alla solita formazione titolare. Viola e bianconeri hanno dato vita ad una partita combattuta per tutti i novanta minuti di gioco senza impensierire più di tanto i due portieri.

 

Veniamo alle azioni più importanti del match. A inizio del secondo tempo l’intervento più difficile per Neto, portiere della Viola che è riuscito a neutralizzare un diagonale insidioso di Evra. Al 68° minuto di gioco la parata più difficile per Buffon, costretto a volare per deviare in corner il gran destro da fuori area di Cuadrado. In parità anche gli episodi contestati: viola che reclamano il penalty nel primo tempo per un fallo di mano in area di Chiellini e bianconeri che replicano allo scadere per un fallo di mani in area di Pizarro. Per dovere di cronaca è sembrato più eclatante il secondo episodio rispetto al primo. Da registrare che si è sentita molto l’assenza di Stefan Lichtsteiner che come tutti i giocatori importanti, si fa notare soprattutto quando non c’è rispetto a quando gioca. Un monito per la stessa Juventus che non riesce a chiudere per il rinnovo del contratto per il giocatore svizzero.

 

Pare che la distanza, per giungere ad un accordo tra le parti, sia ancora piuttosto lontano oltre che il giocatore elvetico abbia numerose richieste vedasi Premier League. Ennesima conferma, per il giovane Coman, che ha dimostrato ancora una volta, partendo da titolare, di sapere reggere il confronto anche con attaccanti più esperti di lui. In alcune azioni è sembrato essere irraggiungibile dal suo marcatore. Un giocatore di sicuro avvenire e in casa bianconera già si fregano le mani.

 

Dario Barattin

 

 

 

                                                                                                                    

Da qui si Torna su