BREVI DI CRONACA Archivi - Il Torinese

BREVI DI CRONACA

Ponte di ferragosto: cosa fare in caso di disservizi aerei e sciopero

Sono 35 milioni gli italiani che hanno deciso di andare in vacanza per almeno qualche giorno nell’estate 2022. Agosto è il mese preferito per le vacanze, con la scelta che è ricaduta in due italiani su tre. Numeri che certificano la netta ripresa del mondo del travel in Italia, dopo aver superato le difficoltà riscontrate negli ultimi anni.

L’aereo è il mezzo più veloce e maggiormente preferito per effettuare gli spostamenti. Una scelta intrapresa anche nell’imminente ponte di Ferragosto che vedrà milioni di italiani coinvolti in viaggi per trascorrere qualche giornata di relax al mare o in montagna.

Se da un lato è stata netta la ripresa del turismo italiano ed anche europeo, dall’altro lato bisogna fare i conti con le amare sorprese, che, sempre più spesso capitano nelle ultime settimane. Decine di migliaia di voli, infatti, fa sapere ItaliaRimborso, sono stati cancellati improvvisamente da parte delle compagnie aeree, o riportato un ritardo consistente, tanto da poter richiedere la compensazione pecuniaria, prevista dal Regolamento Europeo 261 del 2004. Per i soli mesi di giugno e luglio, ItaliaRimborso ha raccolto dati che mostrano come sia possibile richiedere risarcimenti per oltre 50 milioni di euro, molti dei quali, però, non richiesti da parte dei passeggeri, ignari delle proprie possibilità certificate dal Regolamento Comunitario.

“Questi tipi di risarcimento – dichiara il Ceo di ItaliaRimborso Felice D’Angelo – possono essere richiesti qualora sia riscontrata la responsabilità del disservizio da parte della compagnia aerea. La nostra startup è in grado di riconoscere, attraverso il supporto della tecnologia ed il lavoro di perito aeronautici, le circostanze che riguardano un disservizio aereo. Pertanto analizziamo giornalmente le segnalazioni che vengono forniti dai passeggeri, che, spesso, vengono lasciati da soli dalle compagnie senza alcuna notizia. I viaggiatori devono sapere che hanno dei diritti di assistenza”.

L’amministratore della claim company prosegue: “Noi lavoriamo secondo il principio del litigation funding, fornendo quindi un servizio gratuito e senza percentuali per i passeggeri, che, in base alla distanza della tratta aerea, possono ricevere da 250 a 600 euro di risarcimento aereo per un volo cancellato o un volo in ritardo, oltre le tre ore rispetto all’orario, inizialmente previsto, di atterraggio”.

Non tutti i voli, però, sono risarcibili. Nei casi di sciopero, come quello del 17 luglio scorso ed ora in atto per i lavoratori Ryanair in Spagna per i prossimi cinque mesi, il passeggero, infatti, può ricevere esclusivamente il rimborso delle spese extra sostenute in termini di trasporti, hotel e pasti per giungere a destinazione.

Per avviare una pratica di reclamo per il disservizio ricevuto, è possibile contattare ItaliaRimborso, compilando il form presente nella homepage del sito internet www.italiarimborso.it.

 

Rapinato in Piazza San Carlo, chiede aiuto ad una volante

Gli agenti del Commissariato Centro procedono al fermo due presunti autori

La vittima si trovava in Piazza San Carlo la sera di mercoledì 3 agosto, quando è stata avvicinata e rapinata da tre soggetti che poi si sono dati alla fuga.

Il ragazzo, in forte stato d’agitazione e con il volto tumefatto, ha fermato una volante del Commissariato Centro che intorno alle tre di notte transitava in Piazza Castello indicando due individui di 25 e 28 anni, entrambi cittadini marocchini, presenti sul posto e da lui riconosciuti come i possibili autori della rapina subita poco prima.

I due soggetti alla vista degli agenti si sono dati alla fuga, per poi essere fermati in via Verdi. Uno dei due portava ancora con sé lo zaino descritto dalla vittima, contenente lo smartphone e altri effetti personali, mentre addosso al secondo soggetto è stata rinvenuta una carta di credito, una tessera sanitaria e una tessera del supermercato, tutte appartenenti al ragazzo rapinato.

Gli agenti hanno così proceduto al fermo dei ragazzi perché fortemente indiziati di essere gli esecutori materiali della rapina; gli oggetti recuperati sono stati invece restituiti al legittimo proprietario, il quale è stato poi accompagnato in ospedale per le cure del caso.

Il procedimento penale versa nella fase delle indagini preliminari e pertanto vige la presunzione di non colpevolezza a favore dell’indagato, sino alla sentenza definitiva.

Anche Santa Margherita ricorda Piero Angela

UN GRANDE ITALIANO E DIVULGATORE D’ECCEZIONE

NEL SETTEMBRE DEL 2002 FU OSPITE DELLA “TIGULLIANA” A SANTA MARGHERITA E RICEVETTE IL PREMIO “GOLFO DEL TIGULLIO” PER L’AMBIENTE E LA CITTADINANZA ONORARIA

La notizia della morte di Piero Angela (93 anni) è stata data sui social dal figlio Alberto, con un commovente messaggio che inizia così “Buon viaggio, papà!” (chiamando “papà” Piero dopo che per anni lo chiamava affettuosamente Piero, come un Amico oltre che figlio di un grande genitore).
Piero Angela nel settembre del 2002, vent’anni fa, fu Ospite della “Tigulliana” a Santa Margherita Ligure nel corso di una indimenticabile giornata trascorsa nella “perla del Tigullio” grazie all’amicizia che lo legava al giornalista Raffaello Uboldi (allora Presidente dell’Associazione Internazionale “Amici del Monte di Portofino”).
Piero Angela fu, in quella occasione “testimonial per l’ambiente” e ricevette, proprio per il suo impegno giornalistico e scientifico e per l’amore verso il Monte di Portofino, nella prestigiosa Sala degli Stucchi di Villa Durazzo, il Premio Internazionale “Golfo del Tigullio”. Inoltre, sempre su proposta di Uboldi e della “Tigulliana”, gli fu assegnata la “cittadinanza onoraria” del Comune di Santa Margherita Ligure, conferitagli dall’allora Sindaco On. Angelo Bottino.
Nella mattinata Piero Angelo aveva incontrato decine di giovani alla “Casa del Mare” raccontando loro le sue esperienze di viaggi e di incontri, oltre a fornire una indimentacabile “lezione” di scienza e di ecologia.
In occasione del pranzo e della cena, Piero Angela dimostrò di gradire le specialità dell cucina ligure, tra cui le trofie al pesto e la farinata, che dimostrò di apprezzare con piacere.
Ancora di recente, attraverso un amico giornalista, Piero Angela inviò un saluto a Santa Margherita Ligure e alla “Tigulliana”, dimostrando di conservare indelebile il ricordo di una giornata memorabile.
Con Piero Angela scompare un Signore, un professionista del giornalismo, un grande Italiano che ha contribuito a far conoscere al grande pubblico televisivo la scienza e che ha insegnato a generazioni il culto della notizia e il rispetto per la Natura.
Nella foto: settembre 2002, a Villa Durazzo di Santa Margherita Ligure, Marco Delpino assieme al Sindaco Angelo Bottino consegnano i riconoscimenti a Piero Angela: il Premio Internazionale “Golfo del Tigullio” e la “Cittadinanza onoraria”.

Ventenni aggrediscono coetanei e li derubano di denaro e cellulari

Il fenomeno delle baby gang da Torino, a quanto pare, sta “contagiando” il Piemonte. Due ragazzi  di 22 e 19 anni hanno aggredito in pieno centro a Novara  un gruppo di ragazzi e li hanno derubato di cellulari e portafogli. I due sono stati arrestati dalla polizia per rapina. Avevano avvicinato il gruppo di giovani con la scusa di chiedere una sigaretta. Poi hanno aggredito e rapinato i malcapitati.

NOTIZIE DAL PIEMONTE

I Civich controllano il trasporto di alimentari

Anche durante le vacanze estive, non si fermano i controlli della Polizia Locale a tutela del consumatore in Città. Sono due le persone sanzionate e denunciate per trasporto di prodotti alimentari con mezzi non idonei e 115 i chilogrammi di prodotti surgelati destinati alla vendita sequestrati perché in cattivo stato di conservazione.

Nella giornata di mercoledì, in Piazza Vittorio Veneto, gli agenti del Reparto Sicurezza Stradale Integrata e del Comando Territoriale I, congiuntamente al personale del Dipartimento di Prevenzione dell’ASL, hanno effettuato un servizio di controllo sulle procedure di conservazione dei prodotti alimentari durante il trasporto verso punti vendita e mercati rionali.

Sono in tutto 7 gli autocarri sottoposti ad ispezione igienico sanitaria, uno dei quali è stato sanzionato in quanto risultato non idoneo al trasporto di alimenti freschi e surgelati. Per il legale rappresentante della ditta proprietaria del veicolo, oltre ad una sanzione di oltre 1.000 euro, è scattata anche la denuncia all’Autorità Giudiziaria per trasporto di alimenti in cattivo stato di conservazione destinati alla vendita, mentre gli alimenti trasportati, circa 50 chilogrammi di prodotti surgelati, tra cui gelati, pesce, pasta e ortaggi, sono stati posti sotto sequestro giudiziario.

Questa mattina invece, in Strada dell’Aeroporto, gli agenti del Reparto Sicurezza Stradale Integrata hanno fermato un autoveicolo carico di prodotti alimentari destinati ad un ristorante cinese. Nel bagagliaio del veicolo omologato per il trasporto di persone, i ‘civich’ hanno trovato e posto sotto sequestro giudiziario 65 chilogrammi di prodotti ittici surgelati. Anche in questo caso, il conducente del veicolo è stato sanzionato per un importo di oltre 1.000 euro per trasporto di alimenti surgelati con mezzo non idoneo ed è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per trasporto di alimenti in cattivo stato di conservazione destinati alla vendita.

Lutto per l’improvvisa morte dall’avvocata 55enne

Cinzia Galvagno, nata nel 1967, avvocato di Cuneo,  è morta mentre si trovava in vacanza in Portogallo. Le cause sono ancora in via di accertamento. Nubile,  il suo studio era in via Antonio Bassignano. La donna è stata ricoverata d’urgenza ma è deceduta dopo poche ore. Cordoglio nel capoluogo della Granda dove era molto conosciuta come civilista e penalista.

Treni, Torino-Bardonecchia: modifiche alla circolazione

Nei giorni feriali dal 16 agosto al 16 settembre

Interventi di manutenzione straordinaria, a cura di Rete Ferroviaria Italiana, sulla linea Torino – Bardonecchia, tra Meana e Salbertrand.

Per consentire le attività nelle gallerie Serra La Voute ed Exilles, alcuni treni regionali della linea Torino – Bardonecchia, dal 16 agosto al 16 settembre (nei soli giorni feriali), saranno cancellati e sostituiti con bus nella tratta Bussoleno – Bardonecchia.

In casa la “fabbrica” della droga

 Materiale per taglio e confezionamento, arrestato dalla Polizia di Stato

L’indagine svolta dagli agenti del Commissariato di P.S. “San Donato”

Alcuni giorni addietro si presentava presso il Commissariato di P.S. “San Donato” una donna per  denunciare di essere stata vittima in strada di rapina con la sottrazione del proprio cellulare.

Immediate sono scattate le indagini da parte degli operatori dell’Ufficio di Polizia Giudiziaria  del Commissariato, i quali sulla base delle testimonianze acquisite  e degli elementi di fatto raccolti, sono risaliti all’identità del presunto responsabile del delitto di rapina, un cittadino extracomunitario di 33 anni.

L’attività di osservazione e pedinamento ha consentito nei giorni successivi di fermare il soggetto a bordo di un’autovettura per un controllo, circostanza che consentiva di rinvenire nel suo possesso il cellulare oggetto di denuncia.

Durante l’attività investigativa sono stati, inoltre, raccolti gravi indizi di colpevolezza circa il coinvolgimento dell’indiziato nell’attività di spaccio di sostanze stupefacenti, avvalorati dal ritrovamento nella sua abitazione di crack e cocaina per un totale di circa 130 dosi già confezionate nonché materiale da taglio e per il confezionamento.

Sulla base degli elementi raccolti, dunque, l’uomo è stato arrestato sabato scorso per spaccio di sostanze stupefacenti e portato in carcere; per quanto riguarda invece il suo presunto coinvolgimento nella rapina avvenuta pochi giorni prima, è stato denunciato a piede libero.

Schianto sulla strada “Reale”, muore motociclista

Oggi pomeriggio un motociclista di 69 anni è morto a Cavallermaggiore, nel Cuneese, in un incidente stradale avvenuto sulla provinciale 165, la cosiddetta strada “Reale”. La sua moto e un’auto, sulla quale viaggiavano due persone feritesi lievemente, si sono scontrate per cause da accertare.

Altre sei mucche morte per l’erba velenosa

Dopo il caso di Sommariva Bosco, dove nei giorni scorsi sono morte 50 mucche per aver ingerito sorgo che aveva sviluppato una tossina a causa della siccità estrema, ieri i veterinari dell’Istituto zooprofilattico e dell’Asl di Savigliano sono intervenuti in una stalla della zona.  Le mucche si sono sentite improvvisamente male dopo aver mangiato erba fresca. Sono morti sei bovini. Si pensa che l’erba sia della stessa famiglia del sorgo “avvelenato”.