Mano fredda o fenomeno di Raynaud. Cosa ne sai?

in TRIBUNA

É Vercelli la prossima tappa di Ospedale Aperto, giornata organizzata dalla Lega Italiana Sclerosi Sistemica e patrocinata da ASL Vercelli, Ordine dei Medici di Vercelli, Comune di Vercelli

 

Conosciamo il fenomeno di Raynaud? A causa di una riduzione del flusso di sangue alle estremità del corpo si manifesta il cosiddetto fenomeno della MANI FREDDE e DITA VIOLA. Il fenomeno è facilmente riconoscibile dal repentino cambio di colore dei polpastrelli che diventano dapprima pallidi e poi arrossati e dal manifestarsi di formicolio e dolore, la manifestazione può durare da qualche secondo a qualche minuto e si può ripetere più volte di seguito. I fattori climatici come il freddo e lo stato emotivo possono stimolare le manifestazioni. Sabato 23 febbraio dalle ore 9 alle ore 15 medici, infermieri e volontari saranno a disposizione presso la struttura semplice di Reumatologia dell’Azienda Sanitaria Locale di Vercelli Sant’ Andrea per effettuare la capillaroscopia, un esame non invasivo che permette di fare una prima diagnosi del fenomeno di Raynaud. Il quadro che emergerà dall’esame permetterà di capire se è necessario procedere con ulteriori accertamenti. Sarà anche possibile in questa occasione avere una rivalutazione delle ulcere sclerodermiche. “Ospedale Aperto” è ormai un’attività istituzionale consolidata che sempre più contraddistingue la nostra l’Associazione. Riceviamo quotidianamente richieste da parte di utenti che ci chiedono di organizzare giornate di diagnosi precoce del Fenomeno di Raynaud in varie regioni. Questo è sicuramente un segnale importante che testimonia come sia importante informare educare e sensibilizzare su una malattia tanto diffusa ma così poco conosciuta quale è la Sclerosi Sistemica”, afferma la presidente Manuela Aloise. La Sclerosi Sistemica Progressiva malattia rara al codice RM0120, chiamata anche sclerodermia, è una patologia che colpisce soprattutto le donne. In Italia interessa oltre 25 mila persone, per in prevalenza di età tra i 30 e i 50 anni. Trattandosi di un problema mediato dal sistema immunitario, ci può essere una predisposizione ad ammalarsi se in famiglia si sono già verificati casi di malattie autoimmuni (e dunque non necessariamente di sclerosi sistemica). La diagnosi precoce è fondamentale per la prevenzione dei danni d’organo e dell’evoluzione della malattia che talvolta può condurre ad una marcata invalidità o addirittura alla grave compromissione del sistema circolatorio e renale. È possibile effettuare l’esame capillaroscopico gratuitamente, solo su unghie prive di smalto, previa prenotazione al numero 348 084 5565, 380 479 4870 o via mail scrivendo a eventi@sclerosistemica.info.