Quando la vendemmia è Reale. La più grande festa ai Giardini Reali - Il Torinese

Quando la vendemmia è Reale. La più grande festa ai Giardini Reali

Giovedì 8 settembre

 

TORINO WINE WEEK e CLUB SILENCIO

presentano la prima edizione di “VENDEMMIA REALE” 

La più grande festa della vendemmia di Torino ai Giardini Reali

 

Arte, cultura e vino si incontrano a “Vendemmia Reale”, dalle ore 19 di giovedì 8 settembre nei Giardini Reali di Piazza Castello, per la più grande festa dedicata vendemmia mai realizzata in città alla riscoperta delle origini più antiche di questo rito, attraverso le sue affascinanti tradizioni popolari, da ieri a oggi.

 

Per la prima volta insieme, Torino Wine Week e Club Silencio aprono le porte dei Musei Reali per un evento legato alla cultura e al vino.

Giunti finalmente a settembre, “Vendemmia Reale” nasce per celebrare il mese più importante per la vita dei viticoltori, quando le fatiche di un anno vengono finalmente premiate dalla vendemmia. Oggi come in passato, la convivialità si sposa con il lavoro e, come allora, la poesia e il rito si rinnovano con l’obiettivo di unirsi per celebrare quella che, fin dall’antichità, è stata considerata la più grande festa dell’anno.

 

Dodici grandissime cantine italiane sono al centro di un viaggio da nord a sud attraverso i grandi vini, grazie alla preziosa collaborazione con Città del Gusto – Gambero Rosso.

Dal Piemonte, a partire dalla Barbera al Nebbiolo fino ai metodi classici, scoprendo anche Gattinara, Ghemme, fino alle eccellenze astigiane.

Spostandosi dal Piemonte, si andrà alla scoperta dei prosecchi millesimati veneti, il Sangiovese e i grandi Sauvignon umbri, il Montepulciano e il Pecorino d’Abruzzo, i rosati della Campania e i grandi Negroamari, Primitivi e la Malvasia pugliese. E poi ancora il Fiano, l’Aglianico, e alcune chicche del Lazio e della Sicilia.
Inoltre con il supporto della Enoteca Regionale del Monferrato, grazie al coinvolgimento di dieci produttori unici e rappresentativi, i visitatori potranno conoscere e degustare i grandi vini di questo territorio,  con le sue originalità ed eccellenze.

 

Più di 100 le etichette che verranno presentate in degustazione accompagnate da una selezione musicale di artisti della scena musicale torinese, ai quali saranno riservati ben tre stage: il Giardino Ducale, il Giardino di Levante e il Boschetto. Senza perdere la divertente caccia al tesoro tematica e la visita alla Vigna Didattica, un allestimento dei più importanti vitigni del Piemonte, a cura di Vendemmia a Torino e Portici Divini.

 

Durante “Vendemmia Reale”, sarà infine possibile visitare gli spazi dei Musei Reali aperti per l’occasione: la Galleria Sabauda e il Museo d’Antichità, con la Galleria Archeologica, il Teatro Romano e le Sale d’Andrade (ultimo accesso alla visita ore 23).

 

 

PRODUTTORI PRESENTI A VENDEMMIA REALE

e descrizione di alcuni dei  loro vini più rappresentativi

 

TENUTA OLIM BAUDA: questa tenuta è una realtà piemontese gestita, dal 1998, dai 3 fratelli Bertolino, che hanno scelto di vivere nella terra della loro famiglia e di dedicarsi alle vigne, rispettando il territorio e lavorando con passione e grande attenzione per i particolari.

 

La Barbera d’Asti DOCG La Villa della Tenuta Olim Bauda è 100% barbera ed è uno dei primi vini prodotti dall’azienda all’inizio di questa avventura enoica. Si tratta di un vino giovane e senza affinamento in botte ma di grande qualità.

 

CANTINE SANT’AGATA: La cantina Sant’Agata si trova in provincia di Asti, dove lavora con un’attenzione particolare alla sostenibilità ambientale, sia in vigna sia in cantina, dove ogni passaggio produttivo è volto a esaltare ciò che la stagione e il territorio sono riusciti a esprimere nel frutto.

 

Ottenuto unendo le uve di quattro diverse parcelle vitate e lavorato esclusivamente in acciaio, il “’Na Vota” è un vino rosso secco da uve Ruché, appagante e complesso, sia nei profumi che al gusto, con una gradazione alcolica di 13,5% Vol.

 

GOZZELINO: A Costigliole d’Asti, l’azienda Gozzelino è portata avanti dalla quinta generazione di vignaioli, un viaggio nel tempo nel quale, alla tradizionale e affezionata clientela familiare, si è riusciti ad affiancare nuovi settori di mercato in Italia e all’estero.

Questo Metodo Classico Tradizionale Elena Brut dell’Azienda Gozzelino è prodotto con uve 70% Chardonnay e 30% Pinot Nero, con una gradazione alcolica di 12% vol ed è ottenuto dalla fermentazione in bottiglia secondo il metodo tradizionale.

 

BORGOLUCE: Ambiente, energia e alimentazione sono i tre focus correlati nell’impostazione dell’azienda Borgoluce, fondamenti della filosofia eco-friendly scelta come linea conduttrice nella creazione di un’impresa agricola capace di valorizzare la biodiversità in varie direzioni: viticoltura e allevamenti, agroalimentare e ospitalità.

“Rive di Collalto” Millesimato Valdobbiadene Prosecco Superiore D.O.C.G. EXTRA BRUT  di Borgoluce è prodotto con uve glera in purezza allevate nei vigneti posti tra i 200 e i 300 metri sul livello del mare. Da uno dei vigneti più vocati, uno spumante capace di trasportare l’essenza del territorio nel calice.

 

CASTELLO DI CORBARA: azienda umbra acquisita dalla famiglia Patrizi nel 1997 con l’obiettivo di recuperare valori come il rispetto del territorio, la cui autenticità trova espressione in tutti i vini prodotti, sempre riconducibili al terroir di origine.

Calistri Lago di Corbara DOC Sangiovese 2018 nasce dalla selezione delle migliori uve provenienti dal vigneto più antico chiamato “Calistri”, situato in prossimità del Castello. Si tratta di un Sangiovese 100%, un vino avvolgente ed equilibrato con retrogusto persistente.

 

CIUCCI: Tra la Valle del Tevere e i Monti Amerini, la famiglia Ciucci coltiva i suoi prodotti agricoli dal 1910, rappresentando ad oggi il risultato di una storia in cui si incontrano le tradizioni del luogo e il bisogno di guardare in faccia il progresso, rispettando la natura.

Misciano 2018 Bio dell’Azienda Agricola Ciucci è ottenuto da uve Merlot cresciute su terreni argillosi a 200 metri sul livello del mare. Perfetto con arrosti di carni rosse e formaggi stagionati.

 

CANTINE PAOLO LEO: L’azienda Paololeo pone al centro la famiglia e intorno il territorio in tutte le sue tradizionali espressioni; all’azienda vinicola si affianca quella agricola che ad oggi  possiede più di 70 ettari e un’antichissima  masseria circondata da vigne.

 

Moramora Malvasia Nera IGP Salento 2021 è un vino prodotto dalla cantina Paolo Leo a partire da uve Malvasia nera (provenienti da vigneti con piante di circa 40/50 anni di età) raccolte intorno all’area rurale di San Donaci. Il vino presenta un bel color rosso rubino intenso.

 

BONZANO VINI: Nel cuore del Monferrato, patrimonio Unesco dal 2014, per volontà dei fratelli Enrico, Stefano e Massimo Bonzano e Simonetta Ghia, moglie di Enrico, inizia un’avventura enoica che ha come obiettivo quello di far riemergere un territorio estremamente vocato alla viticoltura.

 

Extra Brut metodo classico millesimato LE CAVE è prodotto con 65% di Pinot Nero e 35% di Chardonnay, ottenuto secondo la tradizionale lavorazione Metodo Classico. Lo spumante Le Cave è una grande bottiglia con cui festeggiare, non importa l’occasione.

 

L’ AZIENDA AGRICOLA CARVINEA ha sede nell’ Alto Salento, dove produce alcuni tra i migliori vini pugliesi, premiati con importanti riconoscimenti, a testimonianza del lavoro da sempre orientato alla più alta qualità.

 

Metodo classico brut rosé è prodotto con 100% Aglianico, con un profumo complesso, caratterizzato da note fruttate e floreali, arricchite da piacevoli sentori di crosta di pane. Gradazione alcolica di 12,5% Vol.

 

La cantina LEONE DE CASTRIS è tutta l’autorevolezza della Puglia, situata nella piccola comunità rurale di Salice Salentino che da oltre tre secoli ospita orgogliosamente questa realtà ormai ampiamente affermata sul mercato nazionale ed internazionale.

 

Villa Santera rosato primitivo IGT Salento 2021  è ottenuto da 100% uve Primitivo vinificate in rosa. Alla vista si presenta di un colore rosa tenue con riflessi brillanti, in bocca si esprime con una buona freschezza che dà piacevolezza alla beva e con un finale morbido che invita a bere il secondo bicchiere.

 

CANTINA TOLLO:  Passione, impegno e valori condivisi sono le linee guida che da sempre muovono questa azienda nata in Abruzzo dopo la seconda metà del secolo scorso, nel 1960 per mano di venticinque vignaioli.

Mo Montepulciano d’Abruzzo Dop Riserva della Cantina Tollo entusiasma grazie a una avvolgente rotondità e un perfetto equilibrio che lo rendono una delle etichette più apprezzate e premiate della cantina.  Ventiquattro mesi in botte di rovere per un affinamento che migliora nel tempo.

 

TOMMASONE VINI: Tradizione familiare, spirito imprenditoriale e costante ricerca della qualità animano da cinque generazioni la famiglia Monti, una delle cantine fiore all’occhiello della viticoltura ischitana.

 

Rosamonti IGP Epomeo Rosato è un blend di uve Aglianico 80% e Piedirosso 20% provenienti dal vigneto Tenuta Le Coste. Figlio del terroir di origine vulcanica, che gli dona appagante mineralità, questo rosè narra del mare, del sole e del vento delle colline ischitane.

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo Precedente

Merlo: Terzo polo, il “Centro” unica alternativa

Articolo Successivo

Forza Italia presenta i candidati con la telefonata di Berlusconi

Recenti:

IL METEO E' OFFERTO DA

Auto Crocetta