Valter Boero: «Il Papa chiarisce la differenza tra matrimonio e unione civile»

in POLITICA

Il Magistero è chiaro: nessuna sovrapposizione

“Vedremo  sui quotidiani e sui media quale spazio verrà dato alle parole di Papa Francesco in tema di unioni civili per i gay racchiuse  in un documentario presentato al Festival del Cinema di Roma” afferma  il prof. Valter Boero, referente nazionale del Popolo della Famiglia.

Certamente sul quotidiano La Croce diretto da Mario Adinolfi, verranno riportate le parole del Papa che ribadiscono la distinzione tra l’istituto del matrimonio tra uomo e donna e le unioni civili per i gay. Una sovrapposizione e una surroga sollecitata da più parti, ma inaccettabile per il Papa e il Magistero della Chiesa  come  ribadito anche recentemente nella Esortazione apostolica in Amoris Laetitia.

Ricorda Adinolfi che “difendere l’istituto del matrimonio significa  tutelare i  bambini che hanno diritto ad avere un papà e una mamma; non possono essere  venduti e comprati e contrastare la pratica dell’utero in affitto significa  difendere la dignità della donna e della sua maternità”.

Il prof. Boero si augura che le  Istituzioni così solerti a tutelare i diritti di pochi, chiedendo per loro trattamenti speciali,  si accorgano di un art.29 della Costituzione per poi passare al 30 e al 31 che riguardano decine di milioni di italiani e che in questi tempi reggono l’onda d’urto della pandemia.

Tags:

Recenti: POLITICA

IL METEO E' OFFERTO DA



Da qui si Torna su