Amare il calore degli anziani

LIBERAMENTE Di Monica Chiusano

Non osserviamo gli anziani solo con tenerezza dolente. Inerpichiamoci sulla scala dei valori del tempo che gli hanno cresciuti, provando a ricostruire il loro vissuto e ciò che ancora devono combattere, spesso da soli e senza troppe risorse …
Loro hanno le ossa estremamente fragili e la pelle troppo sottile per riuscire a tenere quell’espressione forte e determinata di un tempo, dopo una vita vissuta che oggi non gli dà troppe speranze, se non farsi amare da chi non chiede loro qualcosa ma che  solo sa offrirgli, nell’amabile e tenera  consapevolezza di ritrovare quel calore infinito che non ha supponenza né bisogno di vendersi.
Impariamo ad amare come loro: a prescindere!
Leggi qui le ultime notizie: IL TORINESE

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo Precedente

Intrecciare parole e immagini, esce “Rivoluzioni”

Articolo Successivo

Passaporti in tempi eterni, la Città di Torino chiede un “cambio di passo”

Recenti:

Lo fai senza?

Il preservativo non è molto amato dai maschi di tutte le età, e spesso sono le

IL METEO E' OFFERTO DA

Auto Crocetta