Online la cerimonia del Premio Odisseo

E’ promosso dal CDVM: lunedì 14 giugno

Si svolgerà in modalità online, lunedì 14 giugno prossimo alle 17, ma con un programma attrattivo e dinamico, la cerimonia di Premiazione del Premio Odisseo 2020, sviluppatosi nel contesto della pandemia da Covid 19, che ne ha allungato i tempi e influenzato le stesse modalità di svolgimento.

La cerimonia verrà introdotta da Gianluigi Montresor, Presidente onorario del Premio, e da Antonio De Carolis, Presidente del CDVM ( Club Dirigenti Vendite e Marketing dell’Unione Industriale di Torino), organismo creatore della manifestazione dal lontano 2005.

La narrazione condurrà a conoscere meglio le dodici aziende finaliste e i sei artisti che hanno creato le opere esclusive che saranno consegnate come premio. Alla fine verranno proclamate le sei aziende vincitrici e il loro abbinamento con gli artisti.

L’evento costituirà una gradevole occasione di incontro e di socializzazione promosso da un gruppo di professionisti d’impresa che desiderano, sin dalla loro nascita, valorizzare la cultura del marketing e delle vendite, in questo caso una cultura affiancata dall’espressione artistica quale frutto di un unico talento.

Il Premio Odisseo è nato nel lontano 2005 in seno al Club Dirigenti Vendite e Marketing dell’Unione Industriale di Torino, con l’obiettivo di valorizzare imprese operanti sul territorio. Viene, infatti, assegnato ad aziende e enti operanti sia in Piemonte sia in Valle d’Aosta, capaci di innovare con originalità  e creatività,  in un’ottica di sostenibilità ambientale.

L’edizione 2020 del Premio Odisseo, seguendo una lunga tradizione, si propone di premiare la creatività  d’impresa con un’opera d’arte contemporanea, con l’obiettivo di motivare le aziende ad essere un esempio di eccellenza sul territorio, insomma “ad essere come Odisseo, eroe e al tempo stesso un uomo concreto, ma sognatore, individualista ma anche capace di fare squadra, un mito cui tutti noi aspiriamo a somigliare”.

Il Premio Odisseo suggerisce nel suo stesso nome l’associazione tra l’originale dicitura in greco antico e le nuove sfide che siamo chiamati ad affrontare all’inizio del nuovo millennio, fatto che costituisce una vera e propria provocazione tra classicità e innovazione, antico e moderno, tradizione e sperimentazione.

Mara Martellotta 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo Precedente

Equitazione. La Madonnina di Vinovo sbanca Sanremo

Articolo Successivo

Un anno importante per i service del Rotary

Recenti:

IL METEO E' OFFERTO DA