Allarme terziario: con i licenziamenti oltre 80 mila posti di lavoro a rischio

/

L’allarme è  stato lanciato dall’Ascom Torino, che ha presentato i dati economici sul primo trimestre dell’anno: il 22% delle aziende del terziario ha intenzione di licenziare il personale appena sarà consentito, così si rischia la perdita di 82mila posti di lavoro.

Le imprese nel 2020 hanno perso 22.000 posti di lavoro, per ora resistono ma sono in  crisi di liquidità. Va meglio  l’indicatore congiunturale rispetto a un anno fa, ma  nei primi mesi del 2021  il 25% delle imprese a rischio chiusura del turismo, come pubblici esercizi e alberghi, 127, non esiste più.

Stessa sorte per  49 imprese del commercio. Nonostante la crisi le imprese sono attente al tema della sostenibilità. Tra loro il 41% ha già effettuato investimenti in quest’ambito, sulla base dei fondi nell’ambito del Recovery Plan.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo Precedente

La pace e la gentilezza raccontate in radio 

Articolo Successivo

Le “Proposte per Torino” di Insieme. Dalle Circoscrizioni ai Quartieri

Recenti:

IL METEO E' OFFERTO DA