La superLega non partirà!

Dopo sole 48 ore dalla nascita è naufragato il progetto, già in atto,di creare un super campionato europeo di 20 squadre di cui 15 fisse ed altre 5 ad invito con  rotazione annuale.

Il progetto Superlega era  targato principalmente Florentino Perez e Andrea Agnelli, presidenti rispettivamente di Real Madrid e Juventus. Dopo le pressioni dei tifosi e, soprattutto, del governo inglese, Manchester City, Arsenal, Chelsea, Manchester United, Liverpool Tottenham hanno fatto un passo indietro. Inter, Milan, Atletico Madrid Barcellona sembrerebbero pronte a fare lo stesso, intanto nella notte è stato emanato un comunicato dai promotori dell’iniziativa in cui si sono detti pronti a riconsiderare i prossimi passi.Dopo questo tentativo di supercampionato Fifa, UEFA e FIGC dovranno provvedere alla riforma necessaria dei campionati,troppe 20 squadre in serie A.Rivedere anche il format della Champions ed Europa League. Intanto quest’anno partirà la neonata terza coppa europea denominata Conference Europa League. Troppo calcio,troppi tornei con il rischio di far disamorare i tifosi,veri azionisti del mondo calcistico. l’obiettivo deve esser privilegiare la qualità non la quantità, senza discriminare nessuna squadra di calcio.Basilare anche il controllo finanziario:spendo in base a quanto guadagno per non indebitarmi con le banche ma se interviene lo sponsor non debbo esser frenato negli acquisti. D’altronde anche nella vita di tutti i giorni le cose belle hanno un prezzo elevato: vale anche per il fuoriclasse che ti cambia la gestione di una partita e te la fa vincere.

Vincenzo Grassano

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo Precedente

Covid-19, variante sudafricana in Piemonte. La Regione: «Fondamentale accelerare la campagna vaccinale»

Articolo Successivo

Con Lastanzadigreta la musica è più leggera, anzi bambina

Recenti:

IL METEO E' OFFERTO DA