Emodinamica al San Giovanni Bosco. La replica dell’Asl

in TRIBUNA
Di seguito la comunicazione dell’ ASL Città  di Torino in risposta alla notizia sull’Emodinamica dell’ospedale San Giovanni Bosco pubblicata dal “Torinese” nella sezione Politica

.

“Nella mattina dell’8 agosto si è resa necessaria la riparazione di un angiografo, per il quale la Ditta produttrice ha immediatamente identificato da remoto il guasto e spedito il pezzo di ricambio per la riparazione, che potrebbe avvenire già oggi.​ Nessun paziente è incorso in alcun problema né è stato trasferito. La Direzione Sanitaria del San G. Bosco ha doverosamente avvertito il 118 e le Direzioni degli altri ospedali dell’impossibilità temporanea ad accettare pazienti per angioplastica primaria. La Dottoressa Patrizia Noussan, Direttore della Cardiologia del S.G. Bosco precisa che “non vi è stato alcun problema assistenziale ed è già in corso una programmazione che prevede il rinnovamento e il potenziamento delle tecnologie e degli spazi attualmente in uso all’Emodinamica e alla Radiologia interventistica del San G. Bosco”.

Ufficio Stampa 

ASL Città di Torino

​Silvana Patrito

.

AGGIORNAMENTO La ASL Città di Torino comunica che, come previsto, il guasto all’angiografo  è  stato riparato nella mattinata odierna e dalle ore 13.30 odierne l’Emodinamica del San Giovanni Bosco​ è nuovamente in funzione per tutti i pazienti interni ed esterni. Come da prassi, il 118 e le Direzioni degli altri ospedali sono stati avvisati della regolare ripresa dell’attività.