Tag archive

toro

De Silvestri: “Sogno lo stadio pieno, ma ora rispettiamo le regole”

in SPORT

Il difensore granata Lorenzo De Silvestri, ha parlato in collegamento da casa propria con la redazione di Sky Sport

“Sogno il ritorno in campo con uno stadio pieno per condividere la gioia di stare insieme e di potersi abbracciare. Però adesso – ha commentato il calciatore del Toro –  l’unico pensiero è il contenimento dei contagi, non i calendari. E  noi dobbiamo solo mantenerci in forma, poi, quando sarà, ci adatteremo in maniera seria. E’ un momento tragico, mi informo tutti i giorni sulle novità e  cerco di rispettare le regole per dare una mano a chi è in prima linea. Sento sempre la mia famiglia:  la mia fidanzata Carlotta è un orgoglio per me, lei è  una ricercatrice, spero che anche quando tutto sarà passato si continui a sostenere la ricerca. Loro sono degli eroi. Al mattino mi alleno  al pomeriggio coltivo i miei hobby come l’arte e la lettura”.

Cairo: “Il calcio non può andare oltre il 30 giugno”

in SPORT

Il presidente del Torino, Urbano Cairo è intervenuto su Sky Sport

“E’ giusto salvare coppe e campionati, ma andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema, perché si va ad intaccare la prossima stagione.

Se si finisce a luglio, ad agosto i giocatori si dovrebbero riposare:  di conseguenza ci sarebbe  soltanto un mese per prepararti, si andrebbe a riprendere il campionato a ottobre. Diventerebbe una cosa particolare complicata, si rischia di compromettere non una, ma due stagioni. Dobbiamo cercare in tutti i modi di finire entro il 30 giugno, ma senza accanimento, anche perché l’emergenza è nel pieno”, ha detto il presidente granata. “Quali proposte nel caso non si finisse la stagione? Non saprei, non so quale sarebbe la soluzione migliore, bisognerà discuterne in Lega: è una situazione senza precedenti, servono decisioni senza precedenti”.

I Granata si allenano in casa

in SPORT

 I calciatori del Toro  si stanno continuando ad allenare nelle proprie abitazioni

“Tutti i giorni  riceviamo il programma di allenamento:  stretching, corsa e lavoro aerobico – ha detto Tomàs Rincon – anche se ci manca il pallone.

E al rientro dovremo fare una preparazione simile a quella estiva, perché è completamente diverso allenarsi sul campo. Per il momento viene prima la nostra salute e ci arrangiamo come si può, l’importante è tenersi in forma”.

Napoli-Torino: “Uniti contro il coronavirus”

in SPORT

Nuova sconfitta per i Granata. Napoli-Torino finisce 2-1 nella seconda partita giocata  per la 26 a giornata di campionato di Serie A

Le reti: nel pt 19′ Manolas, nel st 37′ Di Lorenzo, nel 46′ Edera.

Il risultato porta i partenopei sesti  in classifica a -3 dalla Roma, in quinta posizione. Durante il match è stato srotolato uno striscione dai tifosi napoletani: “Nelle tragedie non c’è rivalità, uniti contro il Covid-19”, tra gli applausi del pubblico.

Longo: “Con il Parma dobbiamo essere feroci”

in SPORT

A poche ore dalla partita in casa con il Parma, il ct granata Moreno Longo chiede una prestazione atletica di rilievo ai suoi calciatori

“I giocatori vogliono uscire in fretta da questo momento: per farlo bisogna soffrire e portare in campo la rabbia. Mi auguro  che con il Parma il nostro atteggiamento sia feroce”, ha detto Longo dopo le due sconfitte da quando si trova sulla panchina del Toro.

Di che segno zodiacale è il tuo quartiere?

in LIFESTYLE

Di che segno zodiacale potrebbe mai essere la città di Torino, o i suoi quartieri? Ve lo siete mai chiesto?

Il segno zodiacale della città

Segno: Toro?

Nei pregi e nei difetti, in qualche modo, l’accostamento tra Torino e il segno zodiacale del Toro potrebbe anche essere plausibile. Pazienza e costanza, queste le sue virtù, ma non solo.

La testardaggine nel perseguire una meta, nonostante tanta forza significhi lentezza nei movimenti.

In situazioni avverse, poi, il Toro possiede la giusta calma per riprendere le forze e caricare. Non mancano certo i difetti. Una certa possessività e mancanza di autocritica possono talvolta portarlo ad essere presuntuoso.

segno zodiacale - Porta palatina
Porta palatina

… oppure Acquario?

Se volessimo invece seguire un criterio storico, una ricerca avrebbe identificato il 30 gennaio del 9 a.C. come data di fondazione di Iulia Augusta Taurinorum.

Ricostruendo il quadro astronomico del 30 gennaio del 9 a.C., si dimostra che in tale data il sole sorgeva in congiunzione con la costellazione dell’Acquario mentre il segno del Capricorno appariva poco prima dell’alba

Torino, secondo la ricerca condotta dall’astronoma Mariateresa Crosta (Ist. Nazionale di Astrofisica) e dall’archeologo Sandro Caranzano, direttore del Centro Studi Herakles, sarebbe perciò nata sotto il segno dell’Acquario.

Il segno zodiacale dei Quartieri di Torino

Quanto ai singoli quartieri e borghi che popolano Torino, dobbiamo rifarci allo studio condotto dall’astrologo Enrico Castiglioni, membro fondatore del Cida (Centro italiano discipline astrologiche).

Sovrapponendo una raggiera di 12 spicchi alla città, e ponendo al centro piazza Castello, Castiglioni vedeva un nesso tra eventi avvenuti in certi luoghi e l’influsso degli astri sui fatti stessi.

 

Immaginiamo la mappa di Torino suddivisa in 12 settori, e percorriamo la ruota (da nord) in senso antiorario.

Avremo i seguenti 12 accoppiamenti “Segno zodiacale – Quartiere”:

segno zodiacale - Mappa dei Quartieri di Torino
Mappa dei Quartieri di Torino

Ariete – Madonna di Campagna/Vittoria/Lucento

Definito dalla forte presenza di industrie metallurgiche nel Novecento, il quartiere nord di Madonna di Campagna può essere considerato sotto l’influenza “virile” del pianeta Marte, dio della guerra.

Toro – corso Regina Margherita

Lungo la direttrice di uno degli assi più importanti della città, si trovano alcune delle Chiese più importanti: Maria Ausiliatrice, Consolata, Cottolengo. Ciò determina un forte propensione all’elevazione dell’anima ed alla religione.

Gemelli – piazza Statuto/corso Francia/Parella

Zona di intellettuali e commercianti, possiede un magnetismo particolare ed una sofisticatissima aura “occulta”.

Cancro – borgo San Paolo

Dominato dalla Luna, il Cancro estende la sua influenza da corso Vittorio (Grattacielo Sanpaolo, Ogr e carceri), lungo la direttrice di Borgo San Paolo e Parco Ruffini.

Leone – Crocetta/piazza d’Armi

Segno di potere, esercita tutta la sua aristocratica influenza sul quartiere più “in” di Torino, tra corso Re Umberto e la Crocetta. Supportato dall’influsso parziale della Luna, il Leone si estende verso piazza d’Armi: Stadio comunale, caserme, Mirafiori.

Vergine – Porta Nuova/Valentino

Sotto l’influenza di Mercurio, la Vergine presiede i luoghi fieristici e commerciali lungo corso Massimo D’Azeglio e via Nizza (Valentino, Italia 61, Lingotto) oltre a  quelli legati alla cura delle persone (zona Ospedali).

Bilancia – piazza Maria Teresa/Valsalice/Crimea

Segno del bello per eccellenza, la Bilancia governa sui quartieri centrali (Piazza Cavour, via della Rocca) dove arte e bellezza la fanno da padroni. Il Belvedere di Valsalice corona sullo sfondo questa fetta di Torino, luogo di delizie per esteti ed artisti.

segno zodiacale - Gran Madre
Gran Madre

Scorpione – piazza Castello/via Po/Gran Madre

Al tempo della fondazione di Torino, l’asse di via Po toccava tutti i luoghi magici per eccellenza. La Gran Madre sorge sulle ceneri del tempio di Iside, primo culto riconosciuto in città.

La vena rivoluzionaria dello Scorpione si riconosce anche nella zona universitaria, da cui si originano moti di protesta e contestazione.

Sagittario – Mole Antonelliana/Vanchiglia/Sassi

Il profilo aguzzo della Mole ricorda in qualche modo la freccia scoccata dal Centauro del Sagittario.

Urano e Nettuno nel segno conferiscono quel senso di enigmaticità e imprevedibilità: da Vanchiglia a lungo Po Antonelli, e da lì fino a Madonna del Pilone e Sassi (corso Casale/Motovelodromo).

Capricorno – Zona Regio Parco/Cimitero Monumentale/Superga

Segno legato in modo molto forte con tradizioni e passato, domina sul mondo degli inferi e sul contatto con l’Aldilà. La Basilica di Superga, con le Tombe dei Savoia e la lapide del Grande Torino, continua idealmente quella linea guerra-morte determinata dall’influenza di Marte sul segno.

Acquario – Barriera di Milano/Aurora

Luogo di partenza (ed arrivo) dalla città, ma non solo. Le nuove vie a nord simbolicamente rappresentano frecce puntate verso nuovi orizzonti, la trasformazione, le novità.

Pesci – Rebaudengo/Barca/Falchera 

Zona popolata da un’umanità semplice, tutta l’autenticità della nuova Torino, frutto dell’integrazione di nuove culture, ai tempi dell’immigrazione.

Il Toro sconfitto a San Siro

in SPORT

Vittoria meritata del Milan che conquista tre punti decisivi per rimanere agganciati all’Europa League

Per il Toro è la quinta sconfitta consecutiva, contando pure l’eliminazione in Coppa Italia, anche in quel caso a San Siro contro il Milan.

I granata devono tenere d’occhio la classifica, il Genoa, terzultimo, si trova sotto  solo di  cinque punti. Ai rossoneri è stato sufficiente un gol di Rebic, nel primo tempo, per  ritrovare la vittoria in campionato dopo la sconfitta di domenica nel derby con l’Inter.

 

Longo dopo la sconfitta: “I problemi del Toro sono reali”

in SPORT

Torino-Sampdoria 1-3  “Le problematiche? Ci sono e  sono reali”

Parola del nuovo ct granata, Moreno Longo, che rilascia un’amareggiata dichiarazione all’Ansa dopo la sconfitta del Toro.

“Eravamo convinti  di guarire già oggi, ma quando subisci gol riaffiorano le paure. Bisogna essere concreti, – aggiunge l’allenatore – dobbiamo fare punti e  muovere al più presto la classifica, ferma da qualche giornata. Dobbiamo  lavorare sulla testa. Abbiamo approcciato bene, poi  abbiamo sprecato l’occasione e regalato due gol”.

Toro, via Mazzarri arriva Longo

in SPORT

E’ ormai sicuro  l’esonero di Walter Mazzarri dalla guida dei Granata

Al suo posto come allenatore del Torino ci sarà  Moreno Longo, scelto da Urbano Cairo. Non è ancora ufficiale ma tutti i giornali danno la notizia per certa.  L’ex tecnico della Primavera granata, fautore di uno scudetto e di una Supercoppa di categoria, sta lasciando il Frosinone per tornare al Torino dove giocò in passato.

Torino – Atalanta: 0-7. Mazzarri: “Chiediamo scusa a tutti”

in SPORT

Il Torino nella sua storia non aveva mai subito uno 0-7 davanti al proprio pubblico

 

La partita è stata dominata dall’Atalanta prima con i tre gol di Ilicic, uno  realizzato dalla linea di metà campo, poi dalla doppietta di Muriel e dalle reti di Zapata e Gosens.

Ai microfoni di Sky Sport l’allenatore granata, Walter Mazzarri, ha commentato la debacle contro l’Atalanta.”Una prestazione così non me la ricordo in 20 anni di carriera, è indifendibile e chiediamo scusa a tutti. Andiamo in ritiro, dobbiamo cercare di sterzare. Lasciare? Io nelle difficoltà non lascio mai, ma c’è da fare tutti delle riflessioni. Dopo aver toccato il fondo come oggi si può solo risalire”.

Da qui si Torna su