Giachino: buona notizia ministro Urso che vuole reinvestire sull’auto

Per dare al Paese una forte politica industriale
L’intervista del Ministro Urso nella quale annuncia di voler spostare più risorse verso il settore automotive  e la intenzione di ridare al Paese una forte politica industriale è importante per ridare slancio alla economia del nostro Paese e a quella di Torino e del Piemonte in particolare.
Il Governo ha in dote il “fondone” auto di 8 miliardi stanziato dal Ministro Giorgetti dopo una mia iniziativa che aveva avuto l’appoggio di alcuni parlamentari e in particolare del Capogruppo della Lega, l’on. Molinari.
Secondo il Ministro i fondi saranno utilizzati per un grande Piano di rottamazione delle auto Euro 0,1,2,3,4 così da ottenere un grande beneficio per l’ambiente . Il Ministro sta studiando una norma che incentivi le auto prodotte in Italia così da dare una bella spinta al nostro lavoro dopo anni di riduzione del personale in particolare a Mirafiori, tanto che la Fondazione Sabatini parla in suo documento di un caso unico di distruzione industriale.
Dopo la politica industriale di Donat-Cattin cui lavorarono alcuni economisti torinesi come Giovanni Zanetti, Gros-Pietro e Filippi , dopo la gestione poco felice da parte di Prodi della privatizzazione delle Partecipazioni statali, l’Italia dovette aspettare Renzi e Calenda con la loro Industria 4.0 per rilanciare la seconda manifattura d’Europa, ora avremo la politica industriale di URSO che mi auguro trovi una soluzione per incentivare con forza le nostre aziende leader sul mercato internazionale che presentino piani di crescita del fatturato e della occupazione almeno sino al 2030. In questo modo attorno a queste eccellenze industriali si creerebbe una filiera o un distretto produttivo importante e strategico.
Sarebbe una bella spinta al rilancio di Torino e del Piemonte dopo venticinque anni di bassa crescita, nella attesa che si termini la TAV.
Mino Giachino
Responsabile piemontese trasporti e infrastrutture FDI
Leggi qui le ultime notizie: IL TORINESE

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo Precedente

Addio a Gilda Conrieri, donna fuori ordinanza che tenne vivo il ricordo di Gozzano

Articolo Successivo

Rock Jazz e dintorni a Torino Irreversible Entanglements e Rossana Casale

Recenti:

La memoria del pesce rosso

EDITORIALE Leggi l’articolo di Adolfo Spezzaferro direttore de “L’identità”: La memoria del pesce rosso Leggi qui

IL METEO E' OFFERTO DA

Auto Crocetta