Dall’Afghanistan all’Ucraina, le nuove forme del giornalismo. Incontro con Cecilia Sala - Il Torinese

Dall’Afghanistan all’Ucraina, le nuove forme del giornalismo. Incontro con Cecilia Sala

Una serata a sostegno di Save The Children
 

IMMAGINI, VOCI, STORIE. 

Venerdì 20 maggio, ore 18.30, Gymnasium di CAMERA
Già da alcuni anni il giornalismo tradizionale sta cambiando grazie alle innumerevoli possibilità generate dallo sviluppo dei nuovi media, trasformando di conseguenza anche il nostro rapporto con la fotografia e l’immagine in movimento.
In questi ultimi mesi di guerra in Ucraina, le carte in tavola si sono rimescolate ancora una volta, portando tutti noi di fronte a una guerra ancora novecentesca per ciò che riguarda le operazioni militari, ma inserita in un mondo completamente nuovo: tutti in Ucraina possiedono uno smartphone e questo dato cambia drasticamente il modo in cui il conflitto viene racconto e percepito da tutti noi.
Si partirà da questo presupposto venerdì 20 maggio alle ore 18.30 a CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia per sviluppare un dibattito sul nuovo utilizzo e fruizione delle immagini, anche e soprattutto in tempi di guerra, in compagnia di Cecilia Sala, giornalista del Il Foglio e podcaster per Chora Media e di Monica Poggi, responsabile mostre di CAMERA e curatrice.
Dagli influencer che diventano soldati e raffigurano la vita militare con le logiche di comunicazione dei social, alle fake news che invadono la rete rivitalizzando l’eterna questione della credibilità delle immagini e dell’autorevolezza delle fonti, la comunicazione di massa si inserisce oggi in un panorama complesso e stratificato. In quest’ottica appaiono ancora attuali le parole della scrittrice Susan Sontag che, nel suo imprescindibile Davanti al dolore degli altri (2003), parla della guerra in Vietnam quale primo conflitto televisivo e sottolinea come in questo passaggio le immagini di sofferenza siano diventate “un ingrediente abituale dell’incessante flusso di intrattenimento domestico riservatoci dal piccolo schermo”. Oggi che gli schermi si sono fatti ancora più piccoli e sempre più caratterizzati da un ritmo casuale di immagini e da un caotico affastellamento di immaginari, è ormai evidente quanto il presente richieda nuove riflessioni e occasioni di approfondimento attorno a questi temi.
Una riflessione necessaria per provare a districarsi tra le innumerevoli fonti di informazione prettamente visiva dal conflitto in Afghanistan a quello in Ucraina.
In sala sarà presente Mario Calabresi quale fondamentale voce del giornalismo internazionale nonché direttore di Chora Media.
Intervengono 
Cecilia Sala, giornalista e podcaster
Monica Poggi, responsabile mostre di CAMERA e curatrice
Per partecipare all’incontro è richiesta una donazione libera di minimo 5 Euro in favore di Save The Children.
Chi segue l’incontro può visitare la mostra “Capolavori della fotografia moderna 1900-1940. La collezione Thomas Walther del Museum of Modern Art, New York” con un biglietto speciale di 5 Euro e fino alle ore 21.00.
È consigliata la prenotazione, www.camera.to

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo Precedente

Verdi, luci e ombre su Repowereu

Articolo Successivo

Tutti gli appuntamenti della Fondazione Musei al Salone del Libro

Recenti:

IL METEO E' OFFERTO DA

Auto Crocetta