Napoli (Fi): “Covid, tra Stato e Regioni siamo al fai da te”

in POLITICA

Riceviamo e pubblichiamo un intervento dell’on. Osvaldo Napoli, del direttivo di Forza Italia alla Camera:

     Se il presidente della Campania Vincenzo De Luca ha deciso di chiudere le scuole per due settimane, la presidente dell’Umbria Donatella Tesei sta valutando se tornare, almeno per le scuole superiori, alla didattica a distanza, che è come dire se non è zuppa è pan bagnato. Sempre in Umbria si pensa a misure ulteriormente restrittive per gli eventi sportivi. Stasera o domani il presidente della Lombardia, sentiti i sindaci dei capoluoghi di provincia, emetterà un’ordinanza con nuove misure di contrasto alla pandemia.

     Il coordinamento fra Stato e Regioni rimane un nodo irrisolto, eppure decisivo, nel contrasto al Covid. Non sono tentato dal centralismo francese, che consente al presidente della Repubblica Emanuel Macron di annunciare il lockdown in alcune grandi città, però viene da chiedersi se procedendo le Regioni in ordine sparso sulla base della diffusione del contagio non si corra il rischio di ritrovarci da qui a qualche settimana con le chiusure interregionali. Che sarebbe poi un lockdown locale con inevitabili ricadute nazionali. Ogni Regione dispone di un Comitato tecnico-scientifico, così come il governo centrale. Mi chiedo se tutti questi Comitati siano in costante collegamento fra loro così come lo è il governo con i presidenti di Regione. Fare presto e bene significa anche avere un’architettura istituzionale ben oliata nelle sue procedure  e nel meccanismo di funzionamento. Il rischio incombente è il fai-da-te che non mette nessuno al sicuro ma tutti a rischio.

Tags:

Recenti: POLITICA

IL METEO E' OFFERTO DA



Da qui si Torna su