Riapre anche la montagna e si contano i morti

Sono stati numerosi gli interventi del soccorso alpino sulle montagne piemontesi, oggi, con il ritorno alla possibilità  senza autocertificazione di compiere escursioni in montagna

Terminato il lockdown, per ora il bilancio è di due morti:  uno scialpinista di 50 anni precipitato a Punta Collerin, nella zona di Balme e  un uomo che con un  amico stava praticando canyoning in un torrente nel Vallone del Piantonetto.

In altre località sono stati trovati almeno altri due feriti.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo Precedente

Coronavirus, in calo vittime e contagi

Articolo Successivo

La libertà è una camminata veloce (senza mascherina)

Recenti:

IL METEO E' OFFERTO DA