Cirio: “Poteri straordinari al Piemonte per ripartire”. E non si riapre prima di Pasqua

in prima pagina

Il Piemonte vuole  poteri straordinari per ripartire dopo l’emergenza

Lo chiede il governatore Alberto Cirio unitamente a una  proroga delle misure di restrizione per contrastare il coronavirus.  “Chiediamo poteri straordinari – ha detto Cirio –  se non a me come  presidente, si diano poteri ai sindaci, ai prefetti o a un commissario, così  da fare in fretta per non impantanarci nella burocrazia. Altrimenti tra due anni siamo ancora alle prese con questa emergenza economica che vogliamo fronteggiare anche con il piano competitività. Questo sarà rivisto in modo da adattarlo per essere in campo nei prossimi tre mesi, non come avevamo immaginato nei prossimi tre anni”. Il modello auspicato da Cirio è quello del Ponte Morandi: “Servono autorizzazioni straordinarie come quelle del sindaco di Genova Bucci che ha potuto derogare a una serie di norme, cosa che gli permetterà presto di inaugurare il nuovo ponte”. In Consiglio regionale il Governatore ha anticipato che rinnoverà la propria ordinanza sulle restrizioni in scadenza il 3 aprile: verranno rinnovate probabilmente fino al 20 aprile.

Recenti: prima pagina

IL METEO E' OFFERTO DA



Da qui si Torna su