Sardine a Torino: “Dopo la piazza approfondimenti e dialogo politico”

in Cosa succede in città

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento delle Sardine di Torino

Il 25 Gennaio, dalle ore 14.30 alle ore 18 al Teatro Erba in Corso Moncalieri n. 241, Sardine torinesi e piemontesi si ritroveranno per dialogare con relatori eccellenti sulle tematiche fondanti del nostro movimento

Inizia la fase 2 del nostro percorso. E’ il momento del confronto, delle idee, del dialogo diretto. Per questo motivo abbiamo deciso di organizzare un primo evento che permetterà di incontrarci fisicamente e di condividere i nostri pensieri con quelli di alcuni importanti ospiti.

Si tratterà di personalità assai differenti, dotate di grande competenza e capaci di esporre il proprio punto di vista sulle tematiche che ci stanno maggiormente a cuore. Gustavo Zagrebelsky ci parlerà della Costituzione e di come essa rappresenti il miglior anticorpo possibile verso il virus del fascismo mentre Mauro Berruto ci aiuterà a capire come una squadra unita, affiatata e determinata, possa vincere partite che paiono impossibili. Lo spindoctor Federico Josè Bottino affronterà invece uno dei punti per noi fondamentali e cioè l’uso non sempre trasparente dei social da parte dei movimenti politici e dei partiti.

«Abbiamo invitato personalità di estrazione sociale e ideologia politica differente, ma saranno tutti accomunati dalla competenza nella trattazione dei problemi che verranno affrontati nel corso del meeting» precisa Mattia Angeleri, portavoce delle Sardine di Torino. «Desideriamo sia un evento in cui ogni persona seduta in teatro possa fare politica: vogliamo riportare la cultura, la competenza e il dialogo alla base del confronto politico e sociale così come sono alla base del nostro movimento». Angeleri chiarisce che «sarà altresì un momento in cui fare e farsi domande, conoscersi e ascoltare le istanze del territorio, nella prospettiva delle prossime scadenze politiche locali». «Poiché il 25 gennaio ricorrerà il quarto anniversario del rapimento di Giulio Regeni» conclude Angeleri «ci sarà anche l’occasione per un suo ricordo».


«Le informazioni e modalità di iscrizione saranno contenute sulla piattaforma eventbrite e completate anche dalla nostre pagine social» precisa Francesca Valentina Penotti, altra portavoce delle Sardine torinesi. «Tutti coloro che non riusciranno ad entrare potranno seguire l’evento in streaming, in modo che nessuno si senta escluso. Ogni posto dovrà essere occupato da chi sentirà di far parte delle “Sardine in Erba”». «Questo sarà il primo di una serie di eventi» conclude Penotti «per gettare le fondamenta di un progetto che speriamo possa essere a lungo termine».

Il pubblico potrà prenotare gratuitamente singoli posti dalla piattaforma:

https://www.eventbrite.it

Le ulteriori novità riguardanti la partecipazione e la presenza di altri relatori (fra i quali esponenti di Fridays for Future ed esperti del giornalismo e della comunicazione) verranno comunicate sulla pagina ufficiale Facebook “Sardine Torino” e sul gruppo Facebook “6000 Sardine Torino” e inviate congiuntamente ai media, mentre informazioni possono essere richieste utilizzando l’indirizzo email info@6000sardinetorino.it

 

(Nelle foto i portavoce Mattia Angeleri e Francesca Valentina Penotti)