Rapinato alla fermata dell’autobus. Soccorso dalla polizia

in BREVI DI CRONACA

Lo scorso sabato mattina, due poliziotti in borghese del Commissariato Barriera Milano impegnati in un servizio antiscippo nella zona di pertinenza del Commissariato, in particolare in Corso Giulio, Corso Vercelli, via Cigna, ha intercettato l’autore di una rapina appena commessa

Il fuggitivo, un ventitreenne italiano con precedenti, aveva appena aggredito, con l’aiuto di un complice, un trentaquattrenne di nazionalità bengalese che si trovava fermo in via Cigna quasi angolo Rondissone alla fermata del 46. Dopo averlo approcciato con la scusa di vendergli dello stupefacente, i due, al suo rifiuto, gli hanno chiesto quanto avesse nel portafogli. Noncuranti dell’esigua somma che l’uomo aveva con sé (pochi spiccioli) i due lo hanno ugualmente aggredito, trascinandolo a terra e, dopo averlo malmenato con calci e pugni, gli hanno preso una banconota da 20 € dal portafoglio, dandosi poi alla fuga. Il malcapitato si è rialzato da terra ed è riuscito ad inseguire uno degli autori del fatto; durante il tragitto, ha incontrato la pattuglia di poliziotti in borghese del Commissariato Barriera Milano, che ha fermato il ventitreenne, traendolo in arresto per rapina in concorso con soggetto rimasto ignoto.