Musiche da film al concerto di Natale in Duomo

in Cosa succede in città

Da quelle più celebri di Nino Rota ed Ennio Morricone, a “Summertime” di Gershwin, compongono il programma del concerto natalizio del 12 dicembre prossimo in Duomo con i Cameristi dell’Accademia, sostenuto dal Rotary Club Sestriere Via Lattea

Il M° Alberto Vindrola

 

Le musiche che hanno reso celebri i più famosi film della storia cinematografica del Novecento saranno protagoniste del concerto natalizio in programma giovedì 12 dicembre prossimo, alle 21, nella Cattedrale di San Giovanni a Torino, con i “Cameristi dell’Accademia”, con il sostegno del Rotary Club Sestriere Via Lattea. Il concerto è promosso dall’Accademia della Cattedrale di San Giovanni, associazione nata verso la fine del 2017 per rendere il Duomo torinese un luogo capace di irradiare un nuovo umanesimo, in grado di promuovere un rinascimento dell’arte del vivere. L’appuntamento concertistico, infatti, intitolato “Cinema per le orecchie”, fa parte del progetto “Lo spirituale nell’arte”, che riprende il titolo di un celebre saggio di cui fu autore Kandinskij, capace di suggerire una prospettiva di meditazione che si apre ad una visione del mondo con, al centro, la liturgia dell’amore cristiano.

La musica da film può assumere molteplici significati all’interno del film stesso; può definire l’ambientazione, specificando un’epoca ed un luogo particolari; delinare lo stato d’animo dei personaggi; richiamare l’attenzione su elementi all’interno o all’esterno dell’inquadratura, rendendo più chiari determinati aspetti dell’intreccio; rinforzare o anticipare gli sviluppi della vicenda; spiegare le motivazioni dei personaggi ed anche favorire l’immedesimazione da parte dello spettatore.

 

Don Carlo Franco

Il concerto vedrà protagonisti “I Cameristi dell’Accademia” con la partecipazione straordinaria di don Carlo Franco, parroco del Duomo di Torino, alla chitarra, mandolino e bouzuki. Arrangiatore dei brani, al pianoforte e conduttore, il maestro Alessandro Vindrola. Voce solista Diletta Branciaroli, cantante blues e nipote del celebre attore di teatro Franco Branciaroli. A comporre i Cameristi dell’Accademia di San Giovanni il flautista Davide Chiesa, Gianluca Colonghi al clarinetto, Ugo Favaro al corno, i violinisti  Marcello Iaconetti e Valentina Rauseo, Enzo Salzano alla viola,  Alberto Capellaro al violoncello ed Umberto Salvetti al contrabbasso.

Il concerto si aprirà con l’esecuzione di “Felliniana”, una sezione di musiche composte da Nino Rota per i film di Federico Fellini. Tra le musiche in programma anche celebri brani composti da Ennio Morricone per il film “C’era una volta il West”, per la regia di Sergio Leone, “Theme” da “Schindler’s List”, uno dei film con le musiche più celebri della storia del cinema, per la regia di John Williams, il notissimo “Tema di Lara” per cui ancora oggi è ricordato il film “Il Dottor Zivago”, interpretato da Omar Sharif, quindi brani tratti dal film “Il padrino”, composti da Nino Rota. Non mancheranno musiche di Giuseppe Verdi, tra cui il celebre valzer dal film “Il Gattopardo”, di cui firmò la regia Luchino Visconti, danzato dai due famosi interpreti principali,  Claudia Cardinale e Alain Delon, e musiche di George Gershwin. Qui la scelta si è concentrata sul celebre brano “Summertime”, tratto da “Porgy and Bess”, il famoso spiritual composto da Gershwin nel dicembre 1933. La prima di “Borgy and Bess” ebbe luogo a New York nell’autunno del ’35, con un cast di cantanti addestrati nel musical afro americano e con un’abbondanza di musica gergale, un’operazione per quei tempi davvero ardita.

Mara Martellotta

Diletta Branciaroli, voce solista