Il senso materno delle orche

in BREVI DI CRONACA
Dalla Liguria, in collaborazione con IL GENOVESE
.
Da alcuni giorni un branco di orche staziona dinanzi al bacino portuale di Genova Pra, sotto il continuo monitoraggio della Capitaneria di Porto di Genova. Sono impegnate quattro motovedette e un elicottero del Nucleo aereo di Sarzana che ha potuto filmare dall’alto l’attività della famiglia. Ciò ha consentito di cogliere un comportamento toccante: una femmina, ormai da giorni, trascina con sé e porta in superficie il corpo senza vita del suo piccolo nel tentativo di consentirgli di respirare. E proprio vero che il senso materno, negli umani come negli animali, è sempre fortissimo. Il comportamento dei cetacei è oggetto di un ulteriore monitoraggio specifico mediante un ‘idrofono’, speciale tipo di microfono che consente di registrare i suoni da loro emessi, restituendo dei dati che saranno poi valutati ed elaborati dagli esperti. Le vigilanza resta alta, sia da parte della guardia costiera, sia da parte dell’Istituto Thetys e Acquario di Genova, mentre rimane in vigore il divieto del comandante del Porto di Genova che interdice navigazione, sosta, attività subacquea, nella ‘zona di precauzione’ prospiciente l’ingresso al bacino portuale di Prà.
Massimo Iaretti