Albergatore ricattato: sgominata la “banda del pizzo”

in BREVI DI CRONACA
I carabinieri di Torino hanno arrestato una banda che chiedeva il pizzo ad
un albergatore millantando appartenenza alla ‘ndrangheta. Il 12 novembre a
Torino, Grugliasco e Rivoli i militari del comando provinciale di Torino
hanno eseguito un’ordinanza cautelare in carcere emessa dal Gip del
Tribunale del capoluogo regionale su richiesta della Procura della
Repubblica, nei confronti di 4 persone, ritenute responsabili di concorso tra
loro e di una quinta persona, già arrestata in flagranza di reato nel
settembre di quest’anno, del reato di estorsione nei confronti di un
albergatore torinese. L’indagine ha consentito di accertare tale
comportamento estorsivo, messo in atto da un ex socio dell’albergatore che
pretendeva dalla vittima 50mila euro vantando nei suoi confronti un credito
che non era mai stato maturato. Gli accertamenti dei carabinieri hanno poi
permesso di svelare il modus operandi dei quattro correi che, millantando
l’appartenenza alla ‘ndrangheta in più occasioni avevano minacciato la
vittima. Il quinto indagato era finito in carcere nel settembre di quest’anno
(in occasione dell’ultimo degli episodi delittuosi) e nell’occasione erano
stati recuperati i 500 euro estorti alla vittima, ‘acconto’ dell’intera somma
pretesa.