Grimaldi: “sanità, a tempo indeterminato i medici già specializzati”

in POLITICA

Riceviamo e pubblichiamo

“Oggi che la discussione sull’assunzione di nuovi medici è approdata finalmente in Consiglio regionale, una cosa è certa: la via maestra per creare una sanità pubblica migliore, più efficiente e a misura di cittadino è l’assunzione a tempo indeterminato dei medici che hanno concluso le scuole di specializzazione”.
È questo il commento di Marco Grimaldi, capogruppo di LUV in Regione – durante la trattazione del suo question time sulle risorse che la Giunta intende investire per le assunzioni di personale medico per i Pronto soccorso e gli ospedali piemontesi.
“Il Piemonte ha subito il blocco del turnover ma oggi investire e assumere si può: è necessario pertanto che la Regione presenti un piano organico per favorire il rientro nei nostri ospedali dei giovani medici fuggiti in altre Regioni o, più spesso, all’estero”. “In attesa dell’entrata in vigore del Decreto Calabria – prosegue Grimaldi – si assumano, con contratti dignitosi e a tempo indeterminato, i medici che hanno concluso le scuole di specializzazione. Siamo contrari a modalità di assunzioni annuali di giovani laureati non completamente formati; significa condannarli al precariato perpetuo. Sarà inoltre importante se riusciremo ad aumentare le borse di specializzazione. Le risorse ci sono, spendiamole al meglio.”