Sofia Rastello e Ilaria Orsi lanciano un appello ai candidati alle elezioni europee

in POLITICA

A poco più di due settimane dalle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo,Sofia Rastello, 23 anni di Torino ed Ilaria Orsi, 23 anni, di Trana, si avvalgono della Festa dell’Europa, celebrata ogni anno il 9 maggio, per lanciare un appello ai candidati alle elezioni europee nella circoscrizione Nord-Occidentale. Sofia e Ilaria sono due degli oltre 250 Giovani Ambasciatori dell’organizzazione anti-povertà ONE che stanno esortando i candidati alle elezioni europee ad impegnarsi a porre fine alla povertà estrema entro il 2030 attraverso la sottoscrizione di una dichiarazione di intenti. Quasi 200 candidati provenienti da 20 paesi europei hanno già risposto all’appello di Sofia, Ilaria e degli altri giovani attivisti, promettendo di impegnarsi, se eletti, a garantire che l’Ue giochi un ruolo da protagonista nel conseguimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile entro il 2030, primo tra tutti l’eliminazione della povertà estrema in ogni sua forma. Tra le firme italiane si annoverano quelle di: Giuliano Pisapia e Franco Roberti (capilista PD rispettivamente per le circoscrizioni nord-occidentale e meridionale); Emma Bonino (capolista Più Europa per la circoscrizione centrale); Lara Comi e Alessandra Mussolini (candidate con Forza Italia rispettivamente nelle circoscrizioni nord-occidentale e centrale); Dario Tamburrano e Dino Giarrusso (candidati con il Movimento 5 Stelle rispettivamente nelle circoscrizioni centrale e insulare). L’appello dei Giovani Ambasciatori è sostenuto dalla maggior parte dei cittadini europei. Il 71% di questi, infatti, ritiene che investire nella lotta alla povertà estrema nei paesi in via di sviluppo debba essere una priorità dell’Ue, come ha rivelato l’ultimo sondaggio dell’Eurobarometro. Sofia e Ilaria commentano: “Siamo molto fiere del lavoro che noi e i nostri colleghi Youth Ambassador di tutta Europa stiamo facendo in vista delle elezioni europee. Vogliamo utilizzare la ricorrenza della Festa dell’Europa per ricordare ai candidati che, insieme, possiamo cambiare il mondo per il meglio e per esortarli a far sì che l’Europa continui a giocare un ruolo di primo piano nella lotta alla povertà estrema.” Aggiunge Friederike Röder, Direttrice dell’Ue e la Francia per ONE: “I candidati alle elezioni dovrebbero ascoltare i nostri Giovani Ambasciatori: sono loro elettori e hanno un messaggio chiaro. L’Europa deve continuare a porsi da guida nella lotta per un mondo migliore per tutti noi, sia in patria che all’estero. I candidati hanno la responsabilità di ascoltare le richieste dei giovani e unirsi a loro in questa lotta. L’Ue è un leader in materia di cooperazione internazionale e i Giovani Ambasciatori stanno facendo la loro parte per assicurarsi che rimanga tale. Anche i candidati si batteranno per mantenere questo primato europeo?”