"Genitori insieme, in punta di cuore"

in ECONOMIA E SOCIETA'

SALUTE CUOREVenerdì 15 gennaio, alle ore 17, presso l’Ospedale di Lanzo inizia il programma di incontri mensili dei genitori che vivono l’esperienza dei disturbi del comportamento alimentare. Sono organizzati dall’associazione In punta di cuore con il Centro DCA dell’ASL TO4

 

Anoressia, bulimia e alimentazione incontrollata sono malattie largamente diffuse, interessano ormai il 10% della popolazione. Già negli anni ’90 si cominciò a parlare di “vera e propria epidemia sociale”. Sono patologie poco conosciute e di estrema complessità in quanto scatenate d’interazione di fattori biologici, psicologici, familiari e sociali. L’alimentazione è in effetti un sintomo, in realtà il cibo e il corpo esprimono una sofferenza profonda e funzionano come una sorta di auto-cura per attenuare il disagio intollerabile che si prova di fronte alla vita.

 

I disturbi del comportamento alimentare hanno un impatto distruttivo sulle capacità di relazione. Portano all’isolamento e riescono a prevalere su tutto. Le famiglie ne sono travolte. È possibile guarire e tornare a una vita normale attraverso una diagnosi corretta e tempestiva unita a un percorso terapeutico multi-disciplinare mirato che coinvolga la persona malata e i suoi famigliari.

 

Abbiamo avviato “Genitori insieme” per dare la possibilità alle famiglie di riunirsi per capire e condividere. Ogni incontro avrà un tema introdotto dalla dr.ssa Mari Ela Panzeca, coordinatrice del Centro CDA dell’ASL TO4 e referente per i disturbi del comportamento alimentare. Seguirà una discussione aperta. È previsto un incontro dedicato agli aspetti della nutrizione con la dr.ssa Lilia Gavassa,responsabile della Struttura di Dietetica e nutrizione clinica dell’ASL TO4.

 

Gli incontri sono aperti a tutti genitori e sono gratuiti. L’associazione In punta di cuore ha l’obiettivo di sviluppare una rete di genitori che possono aiutare altri genitori. Per informazioni: 370.3310793, inpuntadicuore@virgilio.it.