Le parrocchie fanno i conti con la crisi di vocazione

chiesa torinoLe chiese sono presidio sociale del territorio

 

Parrocchie tagliate e accorpate? L’allarme giunge dalle pagine torinesi di Repubblica. Crisi non solo economica, ma di vocazione. I sacerdoti in carica sono sempre più anziani e non è facile trovare nuovi sostituti. Chissà quale sarà il futuro delle parrocchie nell’Arcidiocesi di Torino.

 

Va sempre ricordato che, al di là dell’appartenenza religiosa di ciascuno, esse rappresentano un insostituibile presidio sociale del territorio e delle comunità locali. Già in molte chiese della provincia il servizio pastorale è svolto da personale laico. Nelle prossime settimane la Curia subalpina definirà le linee da intraprendere per garantire una presenza comunque capillare e costante in tutta la provincia.

 

(Foto: il Torinese)

 

Leggi qui le ultime notizie: IL TORINESE
Articolo Precedente

“Con quella luna negli occhi”

Articolo Successivo

“George Clooney si è sposato, tra le rose e le spine”

Recenti:

Bonus psicologo, come funziona

Di Patrizia Polliotto, Avvocato, Fondatore e Presidente del Comitato Regionale del Piemonte dell’Unione Nazionale Consumatori Il bonus

IL METEO E' OFFERTO DA

Auto Crocetta