Category archive

SPORT - page 3

Cala Cimenti in vetta al Nanga Parbat (8.126 metri)

in SPORT

L’alpinista piemontese  con i compagni di cordata russi Vitaly Lazo e Anton Pugovkin per poi affrontare la discesa con sci ai piedi. A supportare la sua impresa DYNAFIT con Hoji Pro Tour, lo scarpone ad alta efficienza in salita e performance in discesa.

L’alpinista torinese Cala Cimenti, classe 1975, ha raggiunto la vetta del Nanga Parbat sul versante pakistano del Karakorum che, con i suoi 8.126 metri, è la nona montagna più alta della terra.

La lunga marcia di Carlo Alberto Cimenti, “Cala” per gli amici e gli appassionati di alpinismo, era iniziata con i compagni di cordata russi Vitaly Lazo e Anton Pugovkin alle 3 di mattina, ora locale, di mercoledì 3 luglio dal campo 4, situato a 7.150 metri, all’apice del grande bastione di sinistra della parete Diamir. Dopo una salita di 16 ore lungo la via Kinshofer, i tre hanno raggiunto la vetta!
Nel corso della discesa si sono vissuti attimi di paura quando la traccia GPS in time dello scalatore torinese è stata ferma, ma dopo un’ora la posizione del GPS ha ripreso a muoversi fino a quando i tre hanno raggiunto le tende al campo 4. All’alba del giorno successivo la spedizione ha ripreso la discesa verso il campo base.
Cala Cimenti, cresciuto a Villarbasse in provincia di Torino, è stato  il primo italiano ad aver conseguito lo “Snow Leopard”, l’onorificenza assegnata dalla federazione alpinista russa a chi conquista le cinque cime ‘over 7000’ dell’ex Unione Sovietica, situate nel Pamir e nel Tien Shan.
L’HOJI PRO TOUR E GLI OTTOMILA 
Negli ultimi anni le spedizioni di Cala Cimenti sono state progettate in funzione dell’utilizzo degli sci d’alpinismo nelle discese, e ad accompagnarlo in questa sua ultima impresa a 8.000 metri ci sono stati gli scarponi DYNAFIT Hoji Pro Tour.

Non una semplice calzatura ma un attrezzo che consente di avere maggiore efficienza in salita, grazie a una ampia libertà di movimento e al peso ridotto, garantendo affidabilità in discesa. Il sistema di chiusura Hoji Lock di cui è dotato lo scarpone è di facile utilizzo: il passaggio dalla modalità salita a quella discesa sta in un solo gesto. Con un semplice switch scafo e gambetto diventano un corpo unico. Infine, Hoji Pro Tour è compatibile con l’innovativo rampone Cramp-In.

 

UN PARTNER AFFIDABILE
Come brand di riferimento nel settore dello scialpinismo, DYNAFIT ha l’obiettivo di diffondere la passione per la montagna e offrire agli appassionati prodotti sempre innovativi, leggeri e di qualità, in grado di migliorare le performance in quota. I prodotti DYNAFIT, realizzati in stretta collaborazione con atleti professionisti ed esperti scialpinisti, sono sottoposti a continui miglioramenti e testati nelle condizioni più estreme dove gli atleti devono potersi fidare al 100% dei suoi materiali. È proprio per questo che DYNAFIT ha scelto di supportare Cala Cimenti in questa impresa con Hoji Pro Tour, scarponi che hanno conquistato la giuria degli ISPO Awards 2018 guadagnandosi il Golden Award nel segmento Snow sports. Uno scarpone apprezzato sia dagli scialpinisti orientati alla salita che dagli amanti della discesa, che garantisce prestazioni di un attrezzo da sci da discesa e sa conquistare per la sua semplicità di utilizzo, la leggerezza, il comfort e l’affidabilità.

Finale Nazionale Trofeo Pinocchio, per la prima volta a Venaria Reale

in SPORT

A metà maggio in occasione della seconda tappa regionale, Venaria Reale ha svolto le prove generali e adesso è pronta per accogliere l’ultimo atto del Trofeo Pinocchio – Finale Nazionale dei Giochi della Gioventù, in programma sabato 6 e domenica 7 luglio nell’impianto di via Cavallo 38.

La manifestazione è organizzata dalla società Sentiero Selvaggio, in collaborazione con il comitato regionale FITARCO Piemonte e con il patrocinio della Città di Venaria Reale, ben conosciuta per la sua splendida Reggia sabauda con i suoi Giardini, il Borgo antico e il meraviglioso Parco La Mandria. La finale nazionale del Trofeo Pinocchio vedrà in campo le 21 rappresentative regionali d’Italia e coinvolgerà complessivamente oltre 230 arcieri di età compresa tra gli 8 e i 13 anni. Il Trofeo Pinocchio è proprio questo: un momento d’incontro, di confronto, di crescita tecnica e umana per tanti giovani atleti, nel clima di amicizia che sempre contraddistingue le competizioni di tiro con l’arco.

Non solo; per la Federazione è uno degli appuntamenti più importanti della stagione perché in gara ci sono i ragazzi che, attraverso il lavoro delle società e dei comitati regionali sui propri campi e negli istituti scolastici, si sono avvicinati al tiro con l’arco. Rappresentano la base del movimento arcieristico, anche di altissimo livello; prima di diventare campioni olimpici, Marco Galiazzo Michele Frangilli erano giovanissimi arcieri impegnati nei Giochi della Gioventù, e lo stesso discorso si può estendere a tanti azzurri della nazionale, compresa la ventenne piemontese Tatiana Andreoli, campionessa del mondo Junior a squadre e recente medaglia d’oro ai Giochi Europei di Minsk.

Tante novità per il Valborbera Trail

in SPORT

Il leggero spostamento in avanti nel calendario, alla prima settimana di ottobre, è solo una delle novità della quarta edizione del Valborberatrail, in quello che ormai è considerato un tempio dell’offroad in Italia, Cantalupo Ligure (AL)

La manifestazione piemontese ha un indubbio merito, quello di unire l’attività podistica di vertice con le finalità benefiche: sin dall’inizio infatti la gara ha avuto lo scopo di raccogliere fondi per l’AIL, Associazione Italiana contro Leucemie, Linfomi e Mieloma, portando finora nelle casse della sezione di Alessandria oltre 25.000 euro.

L’impegno organizzativo anche quest’anno sarà massimo, anzi andrà oltre il passato, perché saranno ben 4 i percorsi allestiti: il principale sarà quello di ben 100 km con 5.600 metri di dislivello che assegnerà a coloro che lo completeranno ben 5 punti Itra, essendo la gara alessandrina qualificante per l’Ultra Trail du Mont Blanc. Poi c’è la mezza distanza, 50 km per 2.800 metri con 3 punti Itra. La novità di quest’anno è costituita dal percorso di 20 km per 1.150 metri, un punto assegnato, infine il tracciato di 10 km aperto a tutti, con un dislivello di 500 metri, Trofeo Andrea Chaves.

L’appuntamento è per il 4 ottobre, quando da Piazza Europa a Cantalupo Ligure inizieranno le partenze: alle 21:00 scatterà l’avventura dello strong trail. Il giorno dopo, quando i primi concorrenti della gara lunga avranno già tagliato il traguardo, il via alle 9:00 per le prove da 50 e 20 km, alle 15:00 spazio agli appassionati del minitrail. Le iscrizioni sono già aperte: fino al 31 agosto si pagheranno 80 euro per la gara più lunga e 40 per la 50 km, dal giorno dopo aumento di 10 euro. Quote fisse invece per gli altri due percorsi, 20 e 10 euro. In totale è previsto un limite massimo di 1.000 atleti, equamente divisi fra i 4 tracciati.

La gara, intitolata alla memoria di Mario Tacchella, è consociata con il Bergtrail in programma a Bergeggi (SV) il 20 ottobre, attraverso una classifica combinata a coppie (per il Valborberatrail fa fede il percorso di 50 km), con la somma dei tempi raggiunti da un atleta in Piemonte e dall’altro in Liguria, previa la comunicazione delle coppie e della scelta degli eventi. Come detto all’inizio, Cantalupo Ligure, pur essendo un piccolo centro situato sulla destra del torrente Borbera (poco più di 500 i suoi abitanti) è considerato ormai uno degli epicentri del trail italiano, con la gara di ottobre che è il corrispettivo autunnale de Le Porte di Pietra che si disputa a maggio. E’ la forza di un territorio che nel periodo della gara assume colorazioni straordinarie, da vedere con gli occhi, attraverso qualche escursione, facendone una parentesi dallo stress quotidiano: abbinare il trail a una breve vacanza sarebbe davvero una buona idea…

Per informazioni: BergTeam, tel. 335.6883219, http://www.valborberatrail.it

 

Buffon è tornato

in SPORT
SONY DSC

Gianluigi Buffon è tornato alla Juventus questa mattina con l’ingresso al J Medical per le visite mediche

Ad accoglierlo alla Continassa un centinaio  di tifosi. Buffon ha iniziato  le visite prima della firma sul contratto che lo legherà per un anno alla società bianconera prima di diventarne dirigente alla fine della stagione.

(foto Claudio Benedetto www.fotoegrafico.net)

6° Meeting Open di Avigliana

in SPORT
SABATO 6 E DOMENICA 7 LUGLIO LAGO DI AVIGLIANA
PALLANUOTO, SINCRONIZZATO, FONDO, NUOTO PINNATO
ATTESI  OLTRE 750 ATLETE E ATLETI
Palazzo Cisterna ha ospitato questa mattina la Conferenza stampa di
presentazione del 6° Meeting Open di Avigliana.
Il sindaco di Avigliana, Andrea Archinà “La manifestazione è un ottimo
strumento di promozione della Città, definita medievale dal cuore verde.
Un’occasione per coniugare sport inteso come benessere con le bellezze
paesaggistiche”
Il responsabile nuoto Uisp Piemonte, Nunzio Distefano “Ogni anno
aumentano le discipline e il lago diventa con la contemporaneità degli
sport una palestra acquatica”
La presidente Uisp Piemonte, Patrizia Alfano ”Questo evento simboleggia
il nostro modo di essere, saltano fuori le idee e diventiamo subito
operativi. Un ringraziamento va agli atleti, alle società e alle
amministrazioni sensibili, che riconoscono il valore
dell’associazionismo”
Anna Musso della Granda Waterpolo Ability asd “Avigliana è il battesimo
per gli atleti in acque libere e sono entusiasti di questa nuova
avventura”
Donatella Camilla Montin di Albasport del nuoto pinnato “Per il terzo
anno prendiamo parte a questa iniziativa con atleti abituati a
gareggiare su lunghe distanze”
Il lago Grande di Avigliana è pronto ad accogliere la sesta edizione del
Meeting Open in acque libere, che si svolgerà da sabato 6 a domenica 7
luglio.
Un evento multisport che si svolge nella cornice del lago di Avigliana
con formula speciale dedicata a sport acquatici, organizzato dalla Uisp
Nuoto Piemonte nel territorio che vede la presenza del Comitato Uisp Val
Susa in collaborazione con il Circolo Nautico Avigliana di corso Laghi
423, grazie al Comune di Avigliana che sin dal primo anno ha contribuito
alla realizzazione dell’evento e il patrocinio della Città
Metropolitana.
Il Meeting Open in acque libere richiama ogni anno centinaia di atleti,
con un alto livello delle gare sportive.

Piemontesi selezionati per Universiadi, Eurojunior e EYOF

in SPORT
L’estate di eventi internazionali del nuoto è iniziata e punta dritta verso i Mondiali, a Gwangju (Corea del Sud) dal 21 al 28 luglio. Nello scorso fine settimana a Bourgas (Bulgaria) è andata in scena la Mediterranean Cup – Coppa Comen – conclusa con la vittoria dell’Italia e con 10 medaglie per le due giovani atlete piemontesi convocate in nazionale giovanile: Giada Gorlier (Rari Nantes Torino) e Giulia Vetrano (Centro Nuoto Nichelino)
I prossimi due appuntamenti si svolgeranno per buona parte in contemporanea; si tratta delle Universiadi e dei Campionati Europei Junior. Le prime si disputeranno a Napoli dal 3 al 14 luglio (gare di nuoto dal 4 al 10), gli Eurojunior saranno invece a Kazan (Russia) da mercoledì 3 a domenica 7. Alle Universiadi l’Italia parteciperà con una selezione di 42 nuotatori tra cui Alessandro Fusco (Swimming Club Alessandria), bronzo ai Campionati Italiani Assoluti nei 200 rana e finalista nei 100, distanza nella quale ha vinto l’argento agli Europei Junior dello scorso anno. Alessandro ha recentemente nuotato nella finale dei 200 rana del Trofeo Sette Colli e a Napoli sarà ai blocchi di partenza proprio nei 200 rana.
Insieme a lui gareggerà alle Universiadi anche Alessandro Bori, atleta lombardo tesserato per Fiamme Gialle e Rane Rosse che da qualche settimana si allena al Centro Nuoto Torino; alla Scandone di Napoli sarà in gara nei 100 stile libero e, al pari di Alessandro Fusco, potrà rientrare nella composizione delle staffette. Tra i piemontesi da segnalare anche la convocazione di Federico Poggio, nuotatore alessandrino tesserato per l’Imolanuoto e specializzato nella rana. I convocati e lo staff si sono radunati ieri al Centro federale di Ostia.
Saranno invece 32 gli azzurrini che parteciperanno agli Europei Junior e tra loro figurano quattro piemontesi. Si tratta di Helena Biasibetti (Dynamic Sport), Francesca Pasquino (Nuotatori Canavesani), Emma Virginia Menicucci (Sisport Spa) e Emiliano Tomasi (Rari Nantes Torino). Sono stati selezionati grazie alle prestazioni nuotate agli Assoluti nella prima settimana di aprile, dopo aver chiuso con varie medaglie l’edizione 2019 dei Criteria. Emma Virginia Menicucci e Helena Biasibetti hanno già partecipato agli Eurojunior nella passata stagione (la prima anche nel 2016), mentre Francesca Pasquino ha gareggiato due volte agli Europei Youth e una volta ai Mondiali Youth di nuoto per salvamento.
Per quanto riguarda gli Eurojunior sono ufficiali le entry list. Helena Biasibetti sarà impegnata nei 50, 100 e 200 farfalla (nei 100 ha il quarto tempo di iscrizione); Francesca Pasquino nei 50, 100 e 200 dorso; Emma Virginia Menicucci nei 50 e 100 stile libero; Emiliano Tomasi nei 50, 100 e 200 rana. Tutti e quattro potranno eventualmente rientrare anche nella composizione delle staffette, che saranno ufficiali soltanto nei giorni stessi delle gare.
Dal 20 al 28 luglio a Baku (Azerbaigian), infine, si terrà l’EYOF – European Youth Olympic Festival e tra gli azzurrini che vestiranno la maglia azzurra c’è Simone Dutto (CSR Granda), in nazionale giovanile già l’anno scorso quando partecipò alla Mediterranean Cup (convocati a questo link). L’evento sarà in parallelo ai Mondiali.

Cairo conferma il gruppo granata

in SPORT

Soddisfazione del presidente Urbano Cairo ai microfoni di Radio Sportiva

“La partecipazione del Toro in Europa League è meritata e  siamo molto soddisfatti, dopo una stagione per noi davvero importante, anche se dispiace per il Milan”. Per il presidente granata l’obiettivo è “confermare i nostri migliori perché la continuità è importante. La volontà è di compattarci e affrontare al meglio l’Europa League, oltre a Serie A e Coppa Italia, faremo un paio di innesti importanti”, come Verdi del Napoli. “E’ stato al Toro da ragazzino, poi è cresciuto tanto” e Belotti è “quello di due anni fa”. “Abbiamo ritrovato un grande Belotti, motivato e concreto anche nel ruolo di capitano. E’ cresciuto anche umanamente con il grande obiettivo di segnare sempre”.

Pallanuoto. L’Aquatica Torino vola in serie A2 femminile

in SPORT
Si conclude con la gioia più grande il campionato delle ragazze dell’Aquatica Torino, promosse in serie A2 al termine dei playoff disputati tra ieri e oggi a Viterbo
Un risultato splendido e conquistato a conclusione di una stagione vissuta da protagoniste, culminata in questo week end con il quadrangolare contro Castelli Romani, Aquarius Trapani e Pallanuoto Moie. Le biancoazzurre guidate da Rosario Ferrigno hanno debuttato ieri nel girone pareggiando 6-6 in rimonta contro l’Aquarius; sono tornate in campo stamattina e hanno raccolto un altro punto contro la Pallanuoto Moie, recuperando nuovamente nella seconda parte di gara e chiudendo 8-8.
Dopo due incontri la classifica vedeva Castelli Romani matematicamente prima con 6 punti e quindi già sicura del passaggio in A2; Aquatica (2 punti), Aquarius e Moie, entrambe a quota 1, si giocavano quindi nell’ultima decisiva sfida il secondo posto, ultimo valido per ottenere la promozione. Le torinesi sono state perfette e hanno superato la capolista con un rotondo 8-2, salendo a 5 punti in graduatoria e risultando irraggiungibili dalle dirette avversarie.

Juve under 23, arriva Pecchia

in SPORT

E’ Fabio Pecchia il nuovo allenatore della Juventus Under 23

Ex calciatore del Napoli, ma già della Juve nella stagione 1997-1998, da tecnico ha anche allenato Foggia, Gubbio, Latina e,  nel ruolo di vice, Real Madrid e Newcastle. Con il Verona ha ottenuto la promozione dalla B alla A nella stagione 2016-2017. Ha lavorato in Giappone, con l’Avispa Fukuoka.

Milan fuori dall’Europa League. Tocca al Toro

in SPORT

E’ ufficiale: il Milan è stato escluso dalla partecipazione all’Europa League nella stagione 2019/20.

La causa sono le violazioni al fair play finanziario nei periodi di monitoraggio del  2015-18 e 2016/18. La decisione arriva dal consent award raggiunto dal Milan con la Uefa davanti al Tas il 24 giugno. Il posto libero tocca a Toro  e Roma

Da qui si Torna su