SPORT

All’Ippodromo di Vinovo parte la stagione delle corse preserali

Quando arriva l’estate, l’Ippodromo di Vinovo si adegua e parte la stagione delle corse preserali.

 

Succederà dalla prossima settimana, a cominciare dalla riunione del 16 giugno con inizio corse attorno alle ore 17,30. Così, domenica 13 giugno sarà l’ultima pomeridiana (prima corsa alle 14.20) sempre con ingresso gratuito e contingentato per le disposizioni Covid-19.

Nelle otto corse in programma, al centro il Premio Giglio per cavalli di cinque anni e oltre, sulla distanza del miglio. Netto favorito è Seleniost, allievo di Santo Mollo, reduce da una grande prestazione milanese.

Bello si annuncia anche in apertura il Premio Giannutri per i 3 anni impegnati sempre sul miglio. Tanti i protagonisti attesi: Coeur Joyeuse, portacolori di Luigi Colombino, con Andrea Guzzinati, reduce da belle vittorie ma anche Charleston Bar affidato a Simone Mollo, Cardenas Baba nelle mani di Pietro Gubellini e Coco Axe insieme a Simone De Lorenzo. L’appuntamento con i gentlemen (10 partenti) invece mette in vetrina Marco Castaldo in sulky a Verzellino Jet. Il tempo di mandare in archivio questa riunione, e Vinovo tornerà a pensare ai riflettori, alla suggestione delle preserali e anche alle scommesse: e con il passaggio del Piemonte in zona bianca da lunedì 14, dovrebbe essere possibile riprendere anche l’accettazione direttamente a bordo pista.

Mercato in stallo per Juve e Toro

Tante trattative con annessi nomi importanti per le 2 squadre torinesi in questa prima fase di calciomercato.

Nessun acquisto al momento:si aspetta la fine dell’europeo di calcio con la finale dell’11 luglio speranzosi che ci sia la nazionale italiana.
In casa bianconera ci sono 2 novità di calciomercato:interessa il difensore della Fiorentina Milenkovic in cambio di Rugani e 15 milioni di euro,piace e tanto la mezzala dell’Udinese De Paul che costa 40 milioni.La Juve propone 23 milioni + 7 di bonus facilmente raggiungibili.Sul fronte delle cessioni tutto fermo con lo svincolato Buffon che potrebbe accasarsi al Parma.
In casa granata tarda l’ufficialità del primo acquisto che sembrava certo fino a ieri:la mezzala del Crotone Messias,ritenuto fondamentale dal neo tecnico granata Juric,per la sua grande adattabilità su tutto il fronte offensivo. Si discute di un paio di contropartite come Baselli e Dijdij + 7 milioni.C’è ancora da limare qualcosa.
In difesa secco no del tecnico croato per le proposte Caceres dalla Fiorentina e Ranocchia dall’Inter.Interessa Gunter del Verona.Per l’attacco piace un altro crotonese,Simi ma solo se partirà Belotti. In porta, data la scontata partenza di Sirigu, arriverà uno tra Silvestri del Verona oppure Montipò dal Benevento.Cragno del Cagliari costa troppo,20 milioni,cifra esagerata per un mercato come questo in piena crisi e con poca liquidità,imperniato soprattutto su scambi di calciatori.

Vincenzo Grassano

Grande Italia: esordio super!

Turchia Italia 0-3: 

RETI: 53′ aut. Demiral (I), 66′ Immobile (I), 79′ Insigne (I).

Una super Italia di altissimo livello supera la Turchia nell’esordio dell’Europeo targato 2020 con il punteggio di 3-0 che poteva esser più ampio vista la mole di gioco e di azioni da gol prodotta dagli azzurri.Troppo forti ed organizzati gli uomini del ct azzurro Mancini, che concretizzano solamente nella ripresa senza lasciare nulla agli ospiti ma soprattutto vedendosi anche non concedere un rigore nettissimo per una svista assurda prima dell’arbitro e poi del Var. Nel secondo tempo ci pensano i gol del turco Demiral, che devia nella propria porta il cross teso di Berardi, di Immobile ed Insigne. Nel finale di gara c’è spazio anche per il granata Belotti.
Ottime le prove dei difensori centrali sempreverdi Bonucci e Chiellini.

Vincenzo Grassano

Equitazione. La Madonnina di Vinovo sbanca Sanremo

Il portacolori del Circolo Ippico La Madonnina, di Vinovo, il belga Ignace Philips si è aggiudicato ieri due gare nel Concorso internazionale di equitazione di Sanremo cui partecipano 147 fra cavalieri e amazzoni (e 258 cavalli) di 13 diversi stati.

Ha vinto la C140, la più importante, e si è anche classificato secondo (con un altro cavallo). Molto bene hanno fatto gli altri componenti della squadra de La Madonnina ottenendo cinque posizioni delle prime dieci. Ignace Philips ha montato i cavalli Lancetti e Modest Vroente. Al terzo posto Jessy Putallaz, ginevrina, su Ouma De Bourlatez. Quarto il titolatissimo Natale Chiaudani, quinto il tedesco Marc Gerbettinger. Seguono lo svizzero Paul Estermann, la svizzera di Losanna Sandrine Berger e la giovanissima (17 anni) Gloria Curzola  di Robassomero (Torino), il tedesco Maximilian Gerschmidt e ancora la Berger. Trentotto i partenti. La Putallaz, la Berger e Curzola sono tutte allieve di Philips e sono state tesserate, per questo concorso, da La Madonnina.
<Molto soddisfatto della vittoria – parole di Philips – ma insieme orgoglioso dei risultati dei miei allievi. Lancetti, il cavallo con cui ho vinto, era al secondo concorso>. Con esso aveva esordito a Piazza di Siena, uno dei maggiori concorsi al mondo centrando un secondo e due quarti posti. Ignace Philips, stamattina, ha anche vinto la Cavalli di 6 anni in sella ad Adagio. Secondo lo svizzero Fabio Crotta su Koker Blue e terzo lo slovacco Bronislav Svkchudyba su Diatina Blue. Nei tre posti successivi gli italiani Paolo Zani, Luigi Crespi e Massimo Tonali.
La squadra della Madonnina, oltre ai già citati Philips, Putallaz, Berger e Curzola, è completata da Ilaria Bisarchi di Villar Focchiardo, Chiara Guerenzi Rocca, Michela Masoero e Luna Marie Schweiger (tedesca figlia del noto attore Til e attrice a sua volta).
La manifestazione è organizzata dalla Società Ippica Sanremo presieduta da Maria Grazia Valle Valenzano Menada. L’entrata al campo ippico (ci sono gare dal mattino alle 8 fino al tardo pomeriggio) è libera attenendosi comunque alle normative covid.
Nella foto: il campo ippico del Solaro a Sanremo

Verona – Reale Mutua Basket Torino 56 61: un passo deciso verso la Finale

Il  Basket visto a distanza

Solo negli ultimi minuti Torino passa avanti e guadagna in maniera ormai insperata la finale per la promozione in serie A.

Con il termine “insperata” non si considera il fatto che Torino non potesse arrivare in finale ma che visto com’era andata la partita si poteva supporre che fosse persa.

Ma questa è la serie A2, e quindi Verona ad un certo punto si è completamente spenta per motivi che sono a noi oscuri ma non sono per noi importanti

Nella partita forse meno giocata bene di tutte Torino esce vincitrice con molta tranquillità

Non si può dire bene di nessuno ma neanche male, perché come dice Velasco, chi vince festeggia e chi perde spiega.

Quindi festeggiamo sperando in quello che già in agosto si diceva: Torino e la squadra più forte di questo campionato, deve solo dimostrarlo. Ora si trova all’ultimo passo per raggiungere nuovamente quella serie A che la città di Torino meriterebbe.

E’ stata una partita molto brutta con rari lampi interessanti di gioco, con protagonisti che hanno alternato momenti disequilibranti per la mente dei tifosi e incredibile lucidità nei minuti finali dove Verona è letteralmente scomparsa dal campo

Si è registrato purtroppo un infortunio alla schiena del nostro play Cappelletti che speriamo possa essere risolto prima della finale.

Per il resto abbiamo avuto lampi quasi da tutti così come abbiamo avuto anche momenti imbarazzanti.

Ma come diceva una persona famosa tanti anni fa vincere non è importante, anzi, è l’unica cosa che conta.

Pur non trovandomi completamente d’accordo con questa affermazione,  non me ne vogliano i nostalgici, in questo caso direi che era essenziale vincere per poter sperare in uno spettacolo adeguato alla città di Torino.

Nessuna difficoltà potrà essere maggiore di quella della volontà reale di salire in serie A.

I dubbi legati alla possibilità economica, alla volontà gestionaledella dirigenza e a tutto ciò  a cui si può far riferimento per raggiungere le piazze più nobili di un campionato maggiore, sono purtroppo elevati.

I commenti sulla partita non ci sono in quanto in una partita normale probabilmente Torino avrebbe dovuto perdere, ma si sa, l’erba del vicino non è più verde e se anche Verona è in A2 ci sarà un motivo.

Per adesso godiamoci il momento di pensare a una finale…che possa avere un lieto fine…

Paolo Michieletto

 

Ancora nessun acquisto per Juve e Toro

La giornata odierna registra trattative ma nessun affondo decisivo da parte delle 2 squadre torinesi.

In casa bianconera c’è da segnalare un interesse elevato per l’ex Pogba del Manchester United, ma costa 60 milioni, quindi al momento non se ne parla,visto che il contratto del francese scadrà nel 2022 e dal 1 febbraio dello stesso anno potrà firmare per chiunque liberandosi a costo zero. Alla Juve interessa il centravanti svincolato Depay, olandese del Lione. Anche Icardi è sempre nel radar bianconero,magari scambiandolo con Cristiano Ronaldo che andrebbe al Paris Saint Germain.Si cerca sempre un secondo portiere ed il tecnico Allegri ha chiesto il granata Sirigu.
In casa granata il difensore Lyanco ha 2 richieste: Atalanta e Bologna. Costo 10 milioni, ma con 8 si chiude subito. Il Milan si defila per l’acquisto di Belotti, la Roma pure, considerando eccessiva la richiesta del presidente Cairo di 30 milioni e quindi si profila minacciosa la Juve che al momento non ha avanzato nessuna richiesta ufficiale. Per quanto riguarda la richiesta di Juric, l’acquisto di 2 trequartisti, compare Orsolini dal Bologna assieme a Messias del Crotone. Costo totale per entrambi è di 16 milioni, in parte finanziati con la cessione di Verdi che nei 2 anni in granata non ha ancora lasciato il segno. Se andrà via Sirigu si punterà tutto sul portiere del Benevento Montipò.

Vincenzo Grassano

Juve-Toro: Calciomercato, tutte le novità

Tanti nomi per Juve e Toro

È un calciomercato in cui girano tanti nomi di validi calciatori ,soprattutto per Juve e Toro.I soldi sono pochi e si tentano tanti scambi ma se c’è richiesta chi vende vuole solo monetizzare al massimo senza contropartite tecniche.
Per quanto riguarda la squadra bianconera il tecnico Allegri vuole subito il centrocampista centrale Locatelli,dal Sassuolo,in cambio il giovane Rovella con 28 milioni:si farà al più presto.
Le altre 2 priorità sono il secondo portiere,favorito Mirante dalla Roma,e la punta di peso,Dzeko(sempre dalla Roma)Milik e,clamoroso,Belotti dal Toro,libero di scegliersi la squadra che viole dal 1 febbraio 2022.C’è anche un ipotesi di scambio con gl’inglesi dell’Arsenal:il bianconero Ramsey in cambio del difensore centrale londinese Bellerin.
In casa granata la priorità è sempre il trequartista,per Messias,si sta chiudendo limando l’offerta con la richiesta,.Se parte Belotti arriverà dal Cagliari Simeone.Dalla Francia annunciano che emissari del Torino faranno un’offerta per il centrocampista centrale croato del Bordeaux,Basic.Costo 10 milioni,offerti 5+2 di bonus.Siamo alle schermaglie iniziali.

Vincenzo Grassano

Nuoto: le gare a Torino

Nuoto – Al Palazzo del Nuoto di Torino, via Filadelfia 89, in vasca da 25 metri, Campionato Italiano esordienti B su base regionale (valido come Campionato Regionale), sabato 12 e domenica 13 giugno, con orario d’inizio 9.35 e 15.20. Tutte le informazioni e i risultati qui: https://www.federnuoto.piemonte.it/finpiemonte/risultati_settori5.asp?id_manifestazione=1706&menu=agonismo&area=1&read=nuoto Qui le foto realizzate da LC Zone: https://drive.google.com/drive/folders/17_yxB58dkmr9BiZFFMvzMgHmcUrYKoOP?usp=sharing

Pallanuoto – Alla Piscina Stadio Monumentale di Torino, corso Galileo Ferraris 294

Sabato 12 giugno per il Campionato U14 Silver:

–          alle ore 9 Torino 81 vs. Hydro Sport

–          alle ore 10 Aquatica To Bianchi vs. Dinamica Susa

–          alle ore 11 Hydro Sport vs. Dinamica Chieri

–          alle ore 12 Torino 81 vs. Dinamica Susa

–          alle ore 13 Aquatica To Bianchi vs. Dinamica Chieri

Sempre sabato 12 giugno per il Campionato Regionale U14 Gold:

–          alle ore 15.30 Torino Blu 81 vs. Dynamic Sport

–          alle ore 16.30 Torino 81 Giallo vs. Waterpolo Novara

–          alle ore 17.30 Torino 81 Blu vs. Aquatica To Azzurri

–          alle ore 18.30 Dynamic Sport vs. Watepolo Novara

Domenica 13 giugno per il Campionato U16:

–          alle ore 9 Torino 81 Blu vs. Dinamica Ssd

–          alle ore 10.15 VO2 vs. Aquatica To Bianchi

–          alle ore 11.30 Waterpolo Novara vs. Aquatica To Azzurri

–          alle ore 12.45 Torino 81 Gialli vs. Dynamic Sport

–          alle ore 14.30 VO2 vs. Dinamica Ssd

–          alle ore 15.45 Torino 81 Blu vs. Aquatica To Bianchi

–          alle ore 17 Waterpolo Novara vs. Dynamic Sport

–          alle ore 18.15 Torino 81 Gialli vs. Aquatica To Azzurri

Tutte le info qui: https://www.federnuoto.piemonte.it/finpiemonte/pallanuoto/visualizzazione_class_pn_2.asp?stagione=2021&read=pallanuoto&menu=agonismo e streaming delle partite qui: https://www.facebook.com/102746355335601/videos/788804851775996

Per la pallanuoto maschile serie A2, girone di nord est, semifinale playout: mercoledì 9 giugno alle ore 20 presso la Piscina Olimpica Comunale “Carlo Zanelli” di Savona, incontro tra Rari Nantes Arenzano e Reale Mutua Torino 81 Iren. Tutte le info qui: https://www.federnuoto.it/home/pallanuoto/campionato-a2-maschile/2020-2021-a2m/pn-a2-m-play-out-2020-2021/pn-a2-m-play-out-semifinali-2020-2021.html#/2-2093-2:giornata.html  (Eventuale terza partita sabato 12 giugno alle ore 18.30 nuovamente presso la Piscina Stadio Monumentale di Torino, corso Galileo Ferraris 294, incontro tra Reale Mutua Torino 81 Iren e Rari Nantes Arenzano).

Tutti gli eventi, come di consueto, a porte chiuse.

Tante trattative per Juve e Toro

Le squadre torinesi stanno imbastendo molte trattative per poter acquistare giocatori utili ai rispettivi allenatori Allegri e Juric.

Per quanto riguarda i granata la mezzala Messias del Crotone è davvero ad un passo dall’acquisto:l’offerta odierna è 8 milioni con l’aggiunta del difensore Dijdij.
Gunter dal Verona sta diventando difficile d’acquistare perché su di lui c’è la Dinamo Mosca:il prezzo lievita e la squadra scaligera non vuole contropartite tecniche.Aina potrebbe rimanere in quanto Juric lo valuterà in ritiro.Dimarco rimarrà all’Inter e difficilmente partirà per meno di 10 milioni.
In casa bianconera il vero obiettivo è Locatelli dal Sassuolo.La proposta della Juve è di 30 milioni più 5 di bonus a fronte di una richiesta emiliana di 40.Si farà nei primi giorni di calciomercato.
In attacco è sempre più insistente la voce che dichiara C.Ronaldo al Paris Saint Germain in cambio di Icardi.Possibile dopo gli europei.
Ricordiamo che le trattative sono imbastite da parte di tutti i club ma il calciomercato partirà ufficialmente il 1 luglio per chiudersi al 31 agosto.

Vincenzo Grassano

Calciomercato: Il Toro è attivo La Juve vigila

Tra 4 giorni cominceranno gli europei di calcio riconosciuti grande vetrina per i calciatori già conosciuti e quelli meno noti.

Le 2 squadre torinesi sono moto attente a non farsi sfuggire le occasioni d’acquisto ma anche di cessioni di giocatori che non rientrano nei piani per la nuova stagione 2021/22.

In casa bianconera la situazione attuale è quella di attendere la fine degli europei per poter affondare i primi colpi alla voce acquisti.La priorità è un centrocampista centrale, Locatelli è favorito su Pjanic,Oggi la nuova voce mercatale registra un grande interesse della Juve per la mezzala argentina De Paul in forza all’Udinese.È senza dubbio  il pezzo pregiato di questo calciomercato. Il centrocampista dell’Udinese,che si è fatto notare per talento e qualità nel corso della passata stagione, è seguito da diverse big europee, le quali farebbero follie pur di accaparrarselo. Tra queste le italiane Milan, Inter ed appunto la Juventus.Il costo?40 milioni di euro senza contropartite.
In casa granata è già deciso il destino di capitan Belotti, nonostante le smentite di rito del presidente Cairo,andrà alla Roma in cambio di contanti senza contropartite.I giallorossi offrono 20 milioni,il Toro ne chiede 30,si chiuderà a 25..Un affare per tutti perché Belotti dal 1 febbraio 2022 si libererà a parametro zero e potrà firmare liberamente con chi vorrà.
Al capitano granata,chiesto alla dirigenza giallorossa espressamente dal neo tecnico  Mourinho, sarà proposto un contratto quadriennale da 3 milioni a stagione più bonus e la certezza di giocare nelle coppe europee.
Sul fronte degli acquisti vicinissimi gli arrivi del difensore centrale Gunter,via Verona,per 3 milioni e della mezzala Messias dal Crotone per 9 milioni più 1 di bonus e senza contropartite.
Poi partirà l’operazione sfoltimento organico perché l’attuale parco giocatori granata,con i rientri dai prestiti,conta ben 44 calciatori.

Vincenzo Grassano