Category archive

SPORT

Gatorade 5v5, il calcio è giovane

in SPORT

RIPARTE L’INIZIATIVA GLOBALE GATORADE® 5V5: APERTE LE ISCRIZIONI PER LA TAPPA DI TORINO

Il 21 dicembre e il 02 marzo si disputeranno le due tappe locali di Torino, dove gli atleti dai 14 ai 16 anni potranno scontrarsi per aggiudicarsi il titolo di Campioni del mondo vivendo un’esperienza Globale.

 

Al via la quarta edizione italiana del Gatorade® 5v5, torneo amatoriale di calcio a cinque rivolto ai giovani italiani tra i 14 e i 16 anni, che coinvolge numerosi Paesi provenienti da Nord America, America Latina, Asia ed Europa.

La nuova edizione italiana del Torneo Gatorade® 5v5 presenta alcune novità:

  • L’ampliamento dei capoluoghi coinvolti, da 12 a 15tre in più rispetto all’ultima edizione: AgrigentoAvellino, Bergamo, Caltanissetta, Cesena, Firenze, Lecce, Milano, Piacenza, Reggio Emilia, Roma, Salerno, Taranto, Torino, Verona;

  • La definitiva apertura della competizione al mondo femminile, a seguito del test avvenuto nell’edizione precedente, grazie alla quale le giovani atlete tra i 14 ed i 16 anni potranno sfidarsi in un torneo nazionale con la possibilità di accedere alla Finale Nazionale di Milano.

Nelle 15 città dislocate su tutto il territorio italiano si svolgeranno i tornei locali per decretare le 15 squadre – maschili e femminili – che accederanno alla Finale Nazionale che si disputerà a Milano tra la fine di marzo e l’inizio di aprile presso il Suning Youth Development Center. Alla fine di maggio, le due squadre vincitrici – maschile e femminile – si aggiudicheranno la possibilità di rappresentare il Paese nelle Finali Globali Gatorade® 5v5 all’estero e di vivere un’esperienza mondiale laureandosi Campioni del Mondo.

Ambassador del progetto Esteban Cambiasso, che ha rinnovato il suo impegno nel progetto dopo l’edizione 2019, Regina Baresi, capitana dell’FC INTER WOMEN, in qualità di portavoce e Ambassador per il calcio femminile.

Agrigento – Reale Mutua Basket Torino: non è che si perde… è che non si vince!

in SPORT

Il BASKET VISTO DA VICINO

Il titolo evidenzia un problema che la squadra di Torino ha e che comincia a sembrare presente nel suo DNA: l’incapacità a vincere imponendosi. Sono tre le sconfitte e, sommando insieme i punti di differenza con cui sono maturate, arriviamo a soli cinque punti di differenza.

C’è chi potrebbe dire che sono solo pochi  punti e che se ieri non avessimo subito un canestro all’ultimo secondo (come con Bergamo e con Latina) saremmo in testa a punteggio pieno, ma dei se e dei ma sono piene le “fosse” delle cattive gestioni.

In realtà la Reale Mutua gioca male in attacco e difende peggio. Solo quando sono artefici i giocatori stranieri Pinkins e Marks e l’italiano Alibegovic di giocate di buon livello estemporanee la squadra si stacca e va in vantaggio. Ma poi non solo non ha il Killer Istinct ma ha il “Nursery Istinct” con cui permette ad ogni squadra di rialzare la testa e talvolta si vince ma di solito si perde.

Sicuramente la panchina ha le sue colpe. Infatti quando entra nelle scelte tattiche confonde le idee e impone soluzioni “inquietanti”. Una per tutte: mancano circa due secondi e viene chiamato timeout; siamo sotto di uno e ci aspettiamo una giocata finale anche se sappiamo già cosa accadrà, ma non che non si riesca neanche a mettere la palla in campo!!!

In pratica non si discute che si potesse anche vincere, ma non si doveva perdere. Torino non ha personalità, non ha carattere e non ha spirito combattivo,difficile dare la colpa solo alla sfortuna. E’ stata più volte in vantaggio. Se quando mancano due secondi alla fine sei sopra di dieci punti (cosa che sembrava essere il minimo scarto tra le due squadre viste ieri) poco conta se entra o non entra l’ultimo tiro. E’ questo che conta, non perdere di uno o di due all’ultimo secondo, ma vincere di dieci quando sei più forte. E questo è quello che sarebbe giusto vedere.

E’ vero manca Diop, ma con tutto il bene che gli vogliamo, non è Lebron James (anche se il fisico ce l’ha!) e non si possono giustificare  le sconfitte con la sua assenza.

Cappelletti sembra non essere più in grado di giocare a basket da play di livello. E’ vero che ha segnato quasi da metà campo, ma è entrato negativamente nella perdita di almeno sette palloni. Degli altri poco o nulla si può dire se non che se un giocatore infila 6 tiri da tre non marcato, forse direi che la gestione anche fisica della difesa sia alquanto carente.

Torino non è questa e non può essere questa. I commentatori esterni la chiamano corazzata, ma forse gli unici a non saperlo sono proprio allenatore e giocatori.

Un po’ di sana umiltà va bene, ma non mai e poi mai sottomissione o paura dell’avversario. Rispetto non timore! E dalle parole che ascoltiamo e leggiamo in settimana sembra proprio che a Torino manchi personalità e a Torino, senza personalità, nello sport non si fa molta strada. Il provincialismo è nella mente non nel luogo di nascita. Ci si eleva solo lavorando al meglio, senza urla, strepiti e inutili momenti di isteria con cambi frenetici, improvvisi e punitivi.  

Siamo sempre ai vertici di una classifica incredibilmente corta e con Casale e Biella (incredibile!) in testa. Torino non può stare dietro. Torino ha tanta gente che vorrebbe il basket di vertice e lo merita una piazza che vuole il meglio. Speriamo in un cambio di mentalità: altrimenti sarà dura.

Paolo Michieletto

Nuoto per salvamento, i vincitori

in SPORT
Ecco i vincitori del Campionato Regionale Assoluto di nuoto per salvamento, disputato nel week end al Palazzo del Nuoto di Torino. Il resoconto delle due giornate di gara a questo link.
Un breve resoconto del Trofeo Mussi-Lombardi-Femiano di Alessandro Miressi e Luisa Trombetti a questo link.

Campioni regionali

Individuali
– Francesca Cristetti (Rari Nantes Torino) 200 super lifesaver, 100 percorso misto e 50 manichino
– Simone Re (Aquatica Torino) 200 ostacoli e 50 manichino
– Luca Serano (GS Vigili del Fuoco Salza) 100 manichino pinne e torpedo e 200 super lifesaver
– Rossella Fimiani (Aquatica Torino) 100 manichino pinne e torpedo
– Cristian Barbati (Rari Nantes Torino) 100 percorso misto
– Andrea Vivalda (Sa-Fa 2000 Torino) 100 manichino pinne
– Valentina Pasquino (Nuotatori Canavesani) 100 manichino pinne
– Giulia Vetrano (Centro Nuoto Nichelino) 200 ostacoli

Staffette
– Sa-Fa 2000 Torino (Maddalena Daraio, Elena Tetta, Andrea Vivalda, Davide Vivalda) 4×50 lifesaver mixed
– Rari Nantes Torino (Francesca Cristetti, Alice Magrini, Paola Lanzilotti, Giada Barale) 4×25 manichino F
– GS Vigili del Fuoco Salza (Lorenzo Frullini, Lorenzo Bigarella, Luca Serano, Lorenzo Ceccon) 4×25 manichino M
– Rari Nantes Torino (Francesca Cristetti, Beatrice Giorgis, Marta Sofia Sandrone, Paola Lanzilotti) 4×50 mista F
– Rari Nantes Torino (Federico De Stefani, Davide Petruzzi, Cristian Barbati, Jacopo Musso) 4×50 mista M
– Nuotatori Canavesani (Vittoria Borgnino, Sofia Aceto, Francesca e Valentina Pasquino) 4×50 ostacoli F
– Centro Nuoto Torino (Alessio Oberta Paget, Andrea Cibrario, Matteo Suardini, Gabriele Carbone) 4×50 ostacoli M

–  GS Vigili del Fuoco Salza (Elena Cigliutti, Agnese De Pasquale) liine throw F
–  GS Vigili del Fuoco Salza (Lorenzo Giaccone, Davide Finiguerra) line throw M
Foto LC ZONE Fotografia&Comunicazione

Alla scoperta del canicross con Uisp

in SPORT

Il canicross è una nuova disciplina cinofilo-sportiva, che coinvolge cane e padrone, uniti tramite una cintura, una linea ammortizzata e una pettorina, attrezzatura specifica per prevenire infortuni alla coppia e a terzi, che corre su un percorso sterrato.
Andare a correre accompagnati dal cane non è il Canicross, una disciplina nata dalla necessità di allenare i cani da slitta
anche nel periodo estivo, da cui ha ereditato attrezzatura, nomenclatura, razze di cani coinvolte. Queste ultime non sono
più solo quelle da slitta, lo sport è aperto a cani di qualsiasi razza,con o senza pedigree. Alla base della disciplina ci deve
sempre essere un buon rapporto tra uomo e animale, il quale deve rispondere ai requisiti di educazione e obbedienza. Il
termine Canicross deriva dai termini inglesi “canine” e “cross-country” ed è un’attività che mette in luce l’andatura e la velocità
in percorsi campestri compiuti nel minor tempo possibile, salvaguardando sempre e comunque l’integrità del cane, che deve
avere l’età minima di 12 mesi.
Il settore Cinofilia Uisp Nazionale, organizza un Trofeo Nazionale (2018-19 seconda stagione agonistica) su percorsi di diverse lunghezze, con varie categorie e itinerante su più regioni.
La Uisp Piemonte ha il piacere di ospitare alcune gare su più percorsi (Stupinigi – Boschetto di Nichelino), proprio per questi
percorsi sta lavorando in collaborazione con diversi enti e comuni per renderli usufruibili a tutti coloro che vorranno avvicinarsi agli sport praticabili su percorsi naturali, sempre nel rispetto dell’ambiente.
Come è già successo per altri sport cinofili, il nostro settore si augura di poter trovare delle sinergie con altri settori UISP, per
poter lavorare insieme diffondendo al meglio la pratica sportiva.

info equestriecinofile.piemonte@uisp.it

Nuoto, una stagione di grandi eventi in Piemonte

in SPORT
Un torneo internazionale di pallanuoto che vedrà protagonista il Settebello campione del mondo in carica, la tappa piemontese della Champions League itinerante della Pro Recco, i Campionati Italiani Assoluti Indoor di tuffi e i Campionati Italiani Assoluti Estivi di nuoto sincronizzato. Ecco i principali eventi in programma in Piemonte nella stagione 2019/2020, accompagnati da altre due manifestazioni nazionali di tuffi: i Campionati Italiani Master e Propaganda e la prima Prova Interregionale Esordienti C1 e C2.
La Pro Recco in Champions League a Novara
Il primo appuntamento è in calendario lunedì 9 dicembre. Alla piscina del Terdoppio di Novara arriva la Champions League, grazie all’ormai consolidata iniziativa della Pro Recco di disputare le partite casalinghe in vari impianti d’Italia. Proprio a Novara, nel febbraio del 2018, venne inaugurato il progetto della Champions League itinerante. La pluridecorata formazione ligure affronterà i georgiani della Dinamo Tbilisi, con fischio d’inizio alle 20.30; per i biancocelesti sarà l’ultima sfida del girone di andata della prima fase e l’ultimo match di Coppa del 2019.
Torneo Internazionale di pallanuoto a Cuneo
Il 2020 di pallanuoto inizierà allo Stadio del Nuoto di Cuneo con un evento internazionale di altissimo livello. Protagonista il Settebello campione del mondo, che da venerdì 3 a domenica 5 gennaio disputerà un torneo quadrangolare con Ungheria, Grecia e Stati Uniti. Un girone unico con sei partite in tre giorni, che per gli azzurri del CT Sandro Campagna rappresenta un test importante in vista dei Campionati Europei, in programma dal 12 al 26 gennaio a Budapest, e naturalmente delle Olimpiadi di Tokyo 2020. Negli ultimi giorni di dicembre, in preparazione al torneo di Cuneo, la nazionale sarà già in Piemonte e si allenerà in raduno a Novara.
Campionati Italiani Assoluti Indoor di tuffi a Torino
Per il quarto anno consecutivo la piscina Monumentale di Torino ospiterà i Tricolori Indoor di tuffi, rassegna ormai tradizionale sotto la Mole. Gli Assoluti si terranno da venerdì 13 a domenica 15 marzo, vedranno in azione i migliori atleti italiani e saranno validi come terza prova di selezione per gli Europei 2020 (Budapest, 18-24 maggio) e per la Coppa del Mondo 2020 (Tokyo, 21-26 aprile).
Campionati Italiani Assoluti Estivi di nuoto sincronizzato a Cuneo
Da giovedì 4 a domenica 7 giugno si accenderanno nuovamente i riflettori allo Stadio del Nuoto di Cuneo, che a tre anni di distanza dall’ultima volta accoglierà un grande appuntamento di nuoto sincronizzato. Nel 2017 furono gli Assoluti Invernali e la Coppa Europa a riempire le tribune dell’impianto cuneese, nel 2020 saranno gli Assoluti Estivi. Assegneranno le più prestigiose medaglie tricolori e per le azzurre della nazionale saranno un’importante tappa verso le Olimpiadi di Tokyo.
Campionati Italiani Master e Propaganda e prima Prova Interregionale Esordienti C1 e C2
Alla piscina Monumentale di Torino i Campionati Italiani Assoluti Indoor di tuffi saranno anticipati da altri due eventi di livello nazionale. Sabato 25 e domenica 26 gennaio è in calendario la prima Prova Interregionale Esordienti C1 e C2, valida come qualificazione alla prima prova per il Trofeo Giovanissimi Esordienti C2 e al Campionato Italiano Indoor Esordienti C1. A Torino sono attese le società del nord Italia, mentre le società del centro-sud si troveranno in un’analoga manifestazione a Roma. Quattro settimane più tardi, da giovedì 20 a domenica 23 febbraio la piscina Monumentale accoglierà i “veterani” di piattaforma e trampolini, impegnati nei Campionati Italiani Master e Propaganda.
“Sarà un 2020 ricco di eventi per il nostro comitato regionale” conclude Gianluca Albonico, presidente FIN Piemonte e Valle d’Aosta, “ospiteremo – tra gli altri – campioni della pallanuoto italiana e mondiale, azzurri di tuffi e nuoto sincronizzato, in una stagione di particolare interesse che culminerà con le Olimpiadi dell’estate prossima. Le prestazioni di alto livello degli atleti coinvolti regaleranno emozioni e spettacolo a tutti gli appassionati piemontesi delle discipline acquatiche, che – come sempre accaduto in passato – attendiamo numerosi sulle tribune dei nostri impianti. Un ringraziamento particolare alla Federazione Italiana Nuoto e al presidente Paolo Barelli, per la fiducia accordataci e per la possibilità di organizzare nuove importanti manifestazioni sul nostro territorio”.

Nuoto per salvamento. Il Campionato Regionale Assoluto a Torino

in SPORT
A due settimane di distanza dalla prima tappa della Coppa Tokyo il Palazzo del Nuoto di Torino apre nuovamente la vasca agli atleti di Piemonte e Valle d’Aosta. Atleti di  nuoto per salvamento , questa volta, impegnati nel  Campionato Regionale Assoluto  tra sabato 16 (pomeriggio) e domenica 17 novembre (tutto il giorno). Alla manifestazione sono iscritti quasi 300 atleti in rappresentanza di 14 società, per un totale di circa 1000 presenze gara comprese le staffette. Si gareggia naturalmente per i titoli regionali, ma per moltissimi atleti le gare del week end saranno anche un importante test in vista dei  Campionati Italiani Assoluti Invernali , a Milano il 7 e 8 dicembre. Da ricordare che, prima dei Tricolori, alcuni nuotatori piemontesi saranno già impegnati a livello internazionale, alla  German Cup  (Warendorf, 21-24 novembre) e all’ Orange Cup  (Eindhoven, 30 novembre-1 dicembre). L’articolo completo a questo link

Tiro con l’arco: record mondiale Junior per Tatiana Andreoli

in SPORT
Tatiana Andreoli ha stabilito il nuovo record del mondo Juniores – in attesa di omologazione da parte della World Archery – sulle 60 frecce indoor a 25 metri. Nella 30esima edizione del Torneo 25 Mt organizzato dalla Compagnia Arcieri Monica, disputata nel fine settimana a Gallarate (Varese), la ventenne atleta torinese tesserata per le Fiamme Oro ha fatto registrare lo straordinario score di 588 punti (sui 600 disponibili). Ha così migliorato di ben 10 punti il precedente primato mondiale di categoria, appartenente alla belga Zoe Gobbels e stabilito a Auvelais (Belgio) il 20 dicembre del 2009. Nella sua gara praticamente perfetta, l’azzurra non è mai uscita dal “giallo”, scagliando quarantotto frecce nel “10” e dodici nel “9”.

“Sono contenta per il risultato e perché ho confermato le sensazioni positive della stagione indoor in corso” commenta Tatiana, “la preparazione della nazionale è più rivolta ai 70 metri, in vista delle competizioni internazionali all’aperto, ma a Gallarate ho disputato una gara in linea con il percorso tecnico che sto seguendo. A un certo punto ho tirato due voleé consecutive sotto la media, ma sono riuscita a recuperare in fretta la massima concentrazione. Sono sodisfatta anche per questo ‘cambio di ritmo’, mi tornerà utile in futuro”.

 

Il record è arrivato a conclusione di un 2019 molto positivo per Tatiana, che già in passato aveva stabilito un primato del mondo sulle 60 frecce indoor, a 18 metri nella categoria Allieve (588, battuto nel 2018). Riavvolgendo il nastro dell’ultima stagione, splende la medaglia d’oro conquistata ai Giochi Europei di Minks disputati a giugno, in una finale tutta italiana contro Lucilla Boari. Con la stessa compagna di nazionale Tatiana ha vinto ex-aequo il titolo tricolore, mentre in campo internazionale ha vestito la maglia azzurra ai Mondiali Giovanili e in tutte le principali competizioni assolute, dalla Coppa del Mondo al Test Event preolimpico – dove ha raggiunto i quarti di finale – fino ai Mondiali di ’s-Hertogenbosh (Olanda).

 

Qui Tatiana ha stabilito il nuovo record italiano Junior sulle 72 frecce portandolo a 663 punti e durante l’estate ha migliorato lo stesso primato a Montalcino (Siena), chiudendo con 668 punti. Nella stessa competizione ha battuto vari altri primati italiani all’interno della formula di gara 1440 Round – Doppio FITA. Tra i record nazionali di Tatiana sono da sottolineare anche quelli indoor sulle 60 frecce a 18 metri nelle categorie Allieve e Junior, con 588 e 590 punti rispettivamente. In coppia con Alessandro Paoli ai Campionati Italiani Targa 2019 di Lignano Sabbiadoro, inoltre, ha messo a segno il record italiano Junior mixed team (144 frecce complessive a 70 metri); con 1332 punti i due arcieri della Iuvenilia sono andati a una sola lunghezza dal primato mondiale.

 

In queste settimane Tatiana è impegnata nella preparazione al centro federale di Cantalupa, insieme al gruppo della nazionale che nell’anno nuovo poverà a qualificare le due squadre azzurre alle Olimpiadi di Tokyo (al momento l’Italia ha due pass individuali). A questo proposito, l’unica occasione disponibile sarà la tappa di Coppa del Mondo in programma a Berlino dal 21 al 26 giugno. Per quanto riguarda invece la stagione in dirittura d’arrivo, “il bilancio è positivo, per i risultati e soprattutto per il rendimento che ho avuto” conclude Tatiana, “sono sempre riuscita a dare il massimo e mantenere un buon livello sia in qualifica sia negli scontri diretti, chiudendo ogni gara senza rimpianti”.

Artriti, sport e attività motoria. Se ne parla all’Isef

in SPORT

Sabato 16 novembre dalle ore 9:30 alle 12:30
All’ ISEF Torino, piazza Bernini 12 si terrà il convegno promosso e organizzato da AAPRA Onlus e ISEF Torino con la partecipazione del Gruppo Les Italiano e del GILS su un tema d’interesse per tutti i malati reumatici e fibromialgici:
Artriti, sport e attività motoria.

***
Saluti istituzionali:
• dott. Andrea TRONZANO – Assessore al Bilancio, Finanze, Programmazione economico e
finanziaria – Regione Piemonte.
• dott. Silvio MAGLIANO – Consigliere Città di Torino e Regione Piemonte.

Saluti:
dott. Antonio POSTIGLIONE – Presidente ISEF Torino
Raffaele PAONE – Presidente AAPRA Onlus
Rosa PELISSERO – Vice Presidente Gruppo LES Italiano
Miriam FUSCO – Membro Direttivo e Responsabile GILS Piemonte
Moderazione: Federico CALCAGNO – Giornalista Telecronista – RAI SPORT
Relatori:
• prof. Italo FAZIO – docente S.U.I.S.M. – Struttura Universitaria di Igiene e Scienze MotorieUniversità degli Studi di Torino
• dott.ssa Silvia TONOLO – Presidente ANMAR – Associazione Nazionale Malati Reumatici ODV
• dott.ssa Claudia LOMATER – Reumatologa – Responsabile S.S.D. A.O. Mauriziano Torino
• dott.ssa Maria BRUZZONE -Reumatologa – Ospedale Castelli ASL-VCO – campi d’interesse i
reumatismi infiammatori e non infiammatori come la Fibromialgia
• dott. Pier Franco TRIOLO – Ortopedico – Gradenigo Gruppo Humanitas Torino
• dott. Giorgio DIAFERIA – Fisiatra – Medico di famiglia
• prof. Marco SBARBARO – Presidente S. S. O. I. – Scuola Superiore di Osteopatia Italiana
– 11:15 coffee break
– 12:30 conclusione lavori

Juve -Milan, Ronaldo chiude la polemica

in SPORT
“Partita difficile, vittoria importante!”. Cristiano Ronaldo scrive così su Instagram mettendo la parola fine alla polemica per la sostituzione nella partita con il Milan di ieri sera e la decisione di abbandonare lo stadio prima della fine dell’incontro. I commenti di mamma Dolores e della sorella Katia, sono stati tra i primi, con una serie di cuoricini rossi, ma i bianconeri si dividono: “Non hai visto palla con Conti”, scrive un tifoso. (foto archivio C. Benedetto www.fotoegrafico.net)
***
LA PARTITA
Juve-Milan, stavolta decide Dybala
E’ stato probabilmente il miglior Milan visto finora in questa stagione, quello che domenica sera ha affrontato la Juventus a Torino, ma non è bastato per fermarla. Madama ritrova immediatamente la testa della classifica grazie all’1-0 a firma Paulo Dybala che, entrato al 55′ st al posto (udite udite!) di un opaco CR7, segna un gol d’autore al 77′: bellissimo triangolo Costa-Higuain-Dybala, che con un gran dribbling lascia sul posto Romagnoli e supera Donnarumma con un destro imprendibile.
Anche Higuain ha avuto una buona occasione al 14′, con una gran palla di Ronaldo per l’argentino, che prova un diagonale, ma Donnarumma respinge in angolo con il piede. Del resto il Milan parte forte: al 17′ Suso serve Piatek, il polacco di testa manda a lato da buona posizione, e al 25′ Bennacer lancia Conti, cross in mezzo ma Szczesny interviene sul colpo di testa di Paquetà. Il portiere bianconero si esalta anche in altre occasioni, perchè il Milan ha costruito di più nel primo tempo e si è difeso con ordine.
Nella ripresa, Sarri inizia il giro di sostituzioni, e anche questa volta le sue scelte premiano: al 55′ st fuori Ronaldo, palesemente non in forma, per Dybala, uno degli uomini recuperati da Mister Sarri, che lo sta ripagando alla grande: gioca sempre con il sorriso e gli occhi scintillanti, è davvero una soddisfazione vederlo così, dopo mesi di buio ed incertezze di mercato.
Basta l’ingresso dell’argentino per vivacizzare tutta la squadra, che trova subito buone triangolazioni tra Cuadrado, Dybala e Higuain, oppure Bernardeschi (un po’ fischiato, in verità) e Sandro; al 60′ st dentro Costa per Bernardeschi, e al 68′ st. Rabiot dà il cambio a Matuidi, purtroppo gravemente infortunato (frattura ad una costola, salterà due partite).
Nel secondo tempo inevitabilmente le squadre si allungano, alcuni errori in mezzo risultano subito più evidenti: come al 75′ st, quando Rabiot in pratica consegna la palla al Milan a centrocampo, che comunque non ne approfitta. Dopo il goal di Dybala al 77′ st, i rossoneri incassano il colpo e insistono: ci prova Suso ma De Ligt ci mette una pezza, poi Szczesny para all’83’ st su Calhanoglu, ed ancora lui dopo qualche minuto ci prova su punizione, De Ligt salva e mette in angolo: cresce il difensore olandese, Sarri può respirare.
Nel finale, si alternano tentativi a rete di entrambe le squadre, i due portieri hanno il loro da fare, tant’è che nella Juve i migliori saranno proprio Szczesny e, ovviamente, Dybala.
Certo non la migliore Juve della stagione, ma a questo punto la certezza è che anche quando gioca male, la Juventus vince, grazie alle magie dei suoi giocatori migliori. Adesso però tutti aspettano il gioco di Sarri, che si è visto solo a sprazzi sinora, e ci si augura che tutti gli infortunati – compresi gli uomini fuori forma – possano rientrare in vista della Champions, che vede un Liverpool spumeggiante a dir poco: servirà la velocità di Ramsey, ad esempio, ed il miglior Ronaldo, naturalmente: un campione come lui serve sempre, può fare la differenza e lo sappiamo tutti, ma deve essere in condizione.
Ovunqueecomunque #finoallafine
Rugiada Gambaudo

“Tutto il Toro del Mondo”

in SPORT

Emiliano Mondonico e il Toro nel libro di Beppe Gandolfo
A Volpiano mercoledì 13 novembre

Per la rassegna di appuntamenti culturali «Incontro con l’autore», mercoledì 13 novembre alle 21 nella biblioteca comunale (via Carlo Botta 26), il giornalista Beppe Gandolfo presenta «Tutto il Toro del Mondo» (Priuli & Verlucca). Il libro nasce, si legge nella presentazione, «per celebrare Emiliano Mondonico e il suo mezzo secolo con il Toro», dall’esordio in campionato, come calciatore, il 29 settembre 1968 fino alla vittoria in Coppa Italia, come allenatore, il 19 giugno 1993.

Beppe Gandolfo, torinese, corrispondente per il Piemonte e la Valle d’Aosta delle testate Mediaset, è autore di numerosi libri di cronaca e ha scritto, insieme ad Aldo Rabino, «Il mio Toro, la mia missione», vincitore del Premio Selezione Bancarella Sport 2013.

1 2 3 157
Da qui si Torna su