Category archive

SPORT

Buffon: “Trovare in sé le energie per ripartire”

in SPORT
SONY DSC

Gianluigi Buffon ha scritto sui social una riflessione in attesa della ripresa della stagione calcistica

“Gli anni mi hanno insegnato che bisogna sempre trovare in se stessi le giuste energie per ripartire più concentrati di prima. I risultati che verranno saranno il frutto del nostro impegno e del nostro lavoro”. Così il portiere della Juve su Instagram.

Vieni avanti decretino. Nel calcio vietate anche le proteste

in SPORT

L’esperimento sociale prosegue. E dopo la serie di decreti assurdi sui comportamenti da tenere, dalla reclusione domestica sino alla caccia ai canoisti, arriva il decretino sul calcio. Perfettamente in linea con quelli del lìder minimo: vietato protestare contro le ingiustizie arbitrali.

Il calcio, dunque, perfetta trasposizione della realtà sociale. Nessun dissenso è tollerato, nessuno scostamento dal pensiero unico obbligatorio. Se l’arbitro fischia un rigore per un fallo, dubbio, a centrocampo, si deve chinare il capo ed accettare passivamente…

… continua a leggere:

Vieni avanti, decretino. Nel calcio vietate anche le proteste

 

Giovani nello sport con Play Your Future

in SPORT

I giovani che vogliono lavorare nel mondo dello sport possono aderire a Play Your Future. L’iniziativa è stata  lanciata da 1 Caffè Onlus e ha il patrocinio della Città di Torino, in collaborazione con il gruppo internazionale della sport industry Awe Sport

Il progetto si rivolge ai ragazzi torinesi tra i 18 e i 25 anni. Ci si iscrive su  piattaforma online  per ricevere gratuitamente un “libro-sfida”, dedicato al percorso formativo e d’approfondimento per accedere all’esame finale. I ragazzi più meritevoli  guadagneranno un posto per uno stage retribuito nelle aziende che parteciperanno al progetto. Ha già aderito  Awe Sport, una squadra di cinquanta persone che lavoro in ambito  internazionale nel mondo sportivo: offrirà un posto nella sede torinese da febbraio a luglio 2021.

Addio a Beppe Barletti, volto del calcio in tv

in BREVI DI CRONACA/SPORT

E’ morto Beppe Barletti, volto tv storico della Rai, pensionato dal 1993

Il cronista sportivo avrebbe compiuto 92 anni  30 settembre.

Per tante stagioni ha raccontato  le partite della Juventus e del Torino per 90′ Minuto e Domenica Sprint, a partire dagli anni 70. Per la  Rai seguiva pure  automobilismo, atletica e basket. Tra le sue interviste, anche oltre lo sport, quella al cardiochirurgo Chris Barnard. Fino a poco tempo fa lo si vedeva sempre allo Sporting, il circolo torinese della stampa.

La bici, parte del tessuto urbano

in SPORT

Malagò vuol cancellare i mondiali di Cortina e l’intero sport

in SPORT

Il CONI andrebbe eliminato. O, perlomeno, riformato radicalmente. L’ultima, per ora, assurdità dell’assurdo Malagò è la richiesta di spostare i Mondiali di sci di Cortina dal 2021 al 2022.

Dunque, secondo il padrone dello sport italiano, le gare di sci valide per i mondiali si svolgerebbero subito dopo aver disputato le gare di sci valide per le Olimpiadi invernali. Un’idiozia galattica. Ma che illustra perfettamente lo stato di salute mentale dei vertici dello sport italiano….

… continua a leggere:

Malagò vuol cancellare i mondiali di sci di Cortina e l’intero sport italiano

Juve al completo: tutti a disposizione di Sarri

in SPORT

La Juventus è al completo negli allenamenti alla Continassa. 

Sono già iniziati gli esercizi atletici e di  tattica e le prime partite di allenamento.

Non essendo ancora decise le date della ripresa del campionato, il programma  prosegue anche con piani specifici per i singoli. Lo stesso  Cristiano Ronaldo che nella seduta di martedì ha seguito un programma a parte. Ha fatto anche canestro calciando il pallone con i piedi.

Se Arthur dice no arriva Dembelé

in SPORT

Se il brasiliano Arthur rifiuterà in maniera definitiva la destinazione bianconera, la Juve potrebbe puntare sul francese  Dembelé, come pedina di scambio

Sull’asse Barcellona-Torino si parla del possibile scambio fra Pjanic e Arthur, ma pare appunto emerso l’interessamento della Juventus per Ousmane Dembelé, esterno d’attacco francese che il club blaugrana ha preso dal Borussia Dortmund per la somma di 105 milioni.

Il golf di Pragelato fiore all’occhiello per l’intera Via Lattea

in SPORT

“Con la stagione estiva ritorna un fiore all’occhiello dell’offerta turistica – e sportiva – di Pragelato e dell’intera Via lattea. Si tratta del golf che aprirà ufficialmente la sua stagione ad inizio giugno a Pragelato e che rappresenta per la nostra comunità un punto di riferimento importante e di qualità anche di questa stagione estiva così travagliata e complessa”

Così Giorgio Merlo, Sindaco di Pragelato e Assessore Comunicazione Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea.

La collaborazione tra l’Amministrazione Comunale e l’associazione che gestisce il golf ha permesso di affrontare e risolvere i problemi logistici che periodicamente si ripropongono. Da un migliore utilizzo dei guadi allo spostamento delle vascabili ad una necessaria ed indispensabile integrazione tra lo svolgimento dell’attività del golf e le esigenze della pista di fondo.

“Comunque sia, l’offerta turistica di Pragelato e della Via Lattea ci sarà, – aggiunge Merlo -anche se molto diversa rispetto agli anni trascorsi. E la stagione del golf che si sta per aprire rappresenta, al riguardo, un punto di forza, di attrazione e di grande qualità”.

Da oggi riaprono piscine, palestre, centri sportivi

in Cosa succede in città/SPORT

Da lunedì 25 maggio lo sport piemontese riparte in sicurezza. Da questa data, infatti, sono consentite le attività sportive di base e l’attività motoria in palestre, piscine, centri sportivi, circoli sportivi sia pubblici che privati. Condizione essenziale per la ripartenza, ovviamente, sarà di garantire il distanziamento sociale e mantenere il divieto di assembramento. 

I gestori delle strutture sportive, per poter riaprire, dovranno seguire le linee guida approvate dall’Ufficio Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri. 

Per quanto riguarda le singole discipline le Federazioni sportive nazionali, le Discipline Sportive associate e gli Enti di Promozione Sportiva riconosciuti da CONI e CIP, nonché le associazioni, le società, i centri e i circoli sportivi (anche se non affiliati ad alcun organismo sportivo riconosciuto) dovranno adottare protocolli pensati appositamente per le esigenze di ogni singolo sport, per tutelare la salute di atleti, gestori e di chiunque a qualsiasi titolo frequenti queste strutture.

Alle linee guida nazionali si affiancano quelle condivise dalla Conferenza delle Regioni che verranno applicate anche in Piemonte.

“Lo sport deve ripartire: è l’ora che palestre, piscine e circoli tornino in attività e che i piemontesi possano nuovamente allenarsi. E altrettanto importane, però, che in questa fase così delicata la ripartenza segua le regole del buon senso e della sicurezza – spiega l’assessore regionale allo Sport Fabrizio Ricca -. Per questo chiediamo alle strutture e ai loro gestori di seguire i protocolli predisposti dal ministero e anche quelli della Regione. Norme come distanziamento sociale, igienizzazione, divieto di assembramento sono protocolli di sicurezza che ci dovranno accompagnare passo per passo ma che potranno fare la differenza, evitando di farci ricadere in una situazione di blocco”.

Tre le norme di sicurezza previste dalla Conferenza delle Regioni per le palestre ci sono:

-Redigere un programma delle attività il più possibile pianificato (es. con prenotazione) e regolamentare gli accessi in modo da evitare condizioni di assembramento e aggregazioni; mantenere l’elenco delle presenze per un periodo di 14 giorni.

-Organizzare gli spazi negli spogliatoi e docce in modo da assicurare le distanze di almeno 1 metro (ad esempio prevedere postazioni d’uso alternate o separate da apposite barriere), anche regolamentando l’accesso agli stessi.

-Regolamentare i flussi, gli spazi di attesa, l’accesso alle diverse aree, il posizionamento di attrezzi e macchine, anche delimitando le zone, al fine di garantire la distanza di sicurezza: o almeno 1 metro per le persone mentre non svolgono attività fisica o almeno 2 metri durante l’attività fisica (con particolare attenzione a quella intensa).

Tre le norme di sicurezza da rispettare per le piscine:

-Non sarà possibile l’accesso del pubblico alle tribune e la realizzazione di manifestazioni, eventi, feste e intrattenimenti.

-Bisognerà privilegiare l’accesso agli impianti tramite prenotazione e mantenere l’elenco delle presenze per un periodo di 14 giorni.

Sarà necessaria una vigilanza delle analisi biochimiche dell’acqua secondo i parametri indicati dalle linee guida.

1 2 3 181
Da qui si Torna su