Category archive

Cosa succede in città - page 172

Boom del mercato auto e Fiat Chrysler cresce del 21 per cento

in Cosa succede in città

fiat fca500x fiatTutti i brand registrano un’impennata, soprattutto Jeep e Fiat

Il mercato italiano dell’auto è in continua crescita, tanto che  a marzo le immatricolazioni sono state 190.381, ovvero il 17,38% in più dello stesso mese dello scorso anno. Il totale dei tre mesi sale a 519.023, con una crescita notevole del 20,83% sull’analogo periodo dell’anno precedente. I dati del Ministero dei Trasporti indicano anche che aumenta più del mercato il gruppo Fiat Chrysler Automobiles: le immatricolazioni di marzo sono 56.032, il 21,6% in più dello stesso mese  del 2015 e  la quota  sale dal 28,4% al 29,4%. Nel primo trimestre 2016 le consegne Fca sono 150.952, in crescita del 24,5% sullo stesso periodo del 2015 e la quota arriva al 29,08%, prima era  28,23%. Tutti i brand registrano un’impennata, soprattutto Jeep e Fiat. Si tratta del quindicesimo mese in cui Fca migliora più della media del mercato.

 

(Foto: il Torinese)

Autisti di bus alla guida oltre i limiti di tempo: in due multati a Torino

in Cosa succede in città

polizia municipale1
Saranno multate anche le rispettive compagnie di trasporto

Dopo la strage delle studentesse sul bus in Spagna, ora l’attenzione al problema è alta. Succede sempre così: deve scapparci il morto. Avevano a bordo dei bus turistici scolaresche, ma gli autisti non rispettavano le pause. Due di loro, un italiano residente in provincia di Milano e un francese, sono stati fermati e multati dalla polizia municipale a Torino. In un caso il conducente aveva superato per  ben quattro volte il limite di legge di quattro ore e mezza alla guida e  per cinque volte non aveva riposato un minimo di nove ore tra un viaggio e l’altro. Nemmeno aveva effettuato il riposo settimanale lavorando per 13 giorni di seguito.  L’autista del bus francese, invece  è stato beccato a guidare per circa sei ore consecutive, come conferma il cronotachigrafo. Saranno multate anche le rispettive compagnie di trasporto.

 

(Foto: il Torinese)

Grandi manovre al Lingotto: ecco le modifiche alla viabilità

in Cosa succede in città

lingoto fiatPer consentire la realizzazione degli accessi della stazione Bengasi il cantiere attuale verrà ampliato con alcune modifiche della viabilità

Nel corso della prima settimana di Aprile, per consentire la realizzazione degli accessi della stazione Bengasi il cantiere attuale verrà ampliato con alcune modifiche della viabilità: nella parte Nord su via O.Vigliani saranno istituite due corsie di marcia in direzione ovest e una corsia in direzione est (lato Po); nel lato est della piazza, a seguito dell’allargamento del cantiere in corrispondenza dell’accesso est, saranno istituite due corsia di marcia in direzione nord ed una in direzione sud (Moncalieri). Sarà in ogni caso garantita l’attuale percorrenza in tutte le aree dove è presente il cantiere.
Via Nizza ang. via Vado (Lingotto)
Al fine di procedere con l’attività di indagine sulle reti di sottoservizi presenti e con l’esecuzione delle opere propedeutiche alla successiva apertura dell’asola del retrostazione Lingotto, saranno effettuate le seguenti modifiche della viabilità di v. Nizza, in prossimità dell’intersezione con v. Vado. Al fine di limitare i disagi per la circolazione, i lavori sono stati organizzati in n. 2  fasi: 

FASE 1 – Ricerca sottoservizi (sottofase ovest) ed esecuzione opere propedeutiche all’apertura dell’asola del retrostazione Lingotto. Le modifiche alla viabilità previste per questa fase consistono in un parziale restringimento della carreggiata stradale interessata dai lavori, con istituzione del limite di velocità 30km/h. Divieto di fermata – ambo i lati – sulla carreggiata ovest di  v. Nizza nel tratto compreso tra v. Garessio e v. Vado. Arretramento di circa 50m della fermata bus n. 912 – Lingotto Expo.

FASE 2 – Ricerca sottoservizi (sottofase est) e successiva apertura asola. Le modifiche alla viabilità previste per questa fase consistono in un parziale restringimento della carreggiata stradale interessata dai lavori, con istituzione del limite di velocità 30km/h. Divieto di fermata – ambo i lati – sulla carreggiata ovest di  v. Nizza nel tratto compreso tra v. Garessio e v. Vado. Arretramento di circa 50m della fermata bus n. 912 – Lingotto Expo. Uso promiscuo della corsia riservata bus.

I lavori sono programmati a partire da lunedì 4 aprile 2016; la prima fase avrà una durata di circa 4 settimane, mentre la fase 2 (successiva alla prima) permarrà sino a cessate esigenze (ultimazione dei lavori di scavo della galleria di linea).

(foto: il Torinese)

Il parco più grande, pedonale e ciclabile sarà al Gerbido

in Cosa succede in città

bikesharinginceneritoreLe opere verranno realizzate grazie all’accordo di programma per la compensazione ambientale legati al termovalorizzatore

Nuovi interventi per una Torino sempre più ecologica e a due ruote. In arrivo una pista ciclabile, una passerella ciclopedonale e la riqualificazione di un’area che diventerà uno dei più grandi parchi urbani della città. Sono queste le opere che verranno realizzate grazie all’accordo di programma per la compensazione ambientale legati al termovalorizzatore del Gerbido. Il “patto” è stato firmato da Trm e dai Comuni interessati. Verrà completata la ciclopista di via Anselmetti (1,7 mln) e costruita una passerella ciclopedonale fra Torino e Beinasco (1,8 mln) entro un anno. Altri 2,3 mln sono invece dedicati al rifacimento del Parco del Sangone, ora in fase di progettazione.

 
(foto: il Torinese)

Dal 22 aprile Torino Jazz Festival spazia dalla musica alla letteratura

in Cosa succede in città

jazz musicaPiazza Castello sarà la sede principale ma i concerti si terranno anche in altri luoghi e teatri

Dal 22 aprile al primo maggio, una kermesse di dieci giorni per celebrare il jazz in quella che sarà la più lunga edizione,  la quinta, del Torino Jazz Festival che quest’anno comprende anche il Fringe Festival e il Festival manouche. Il 30 aprile si tiene la Giornata Internazionale Unesco del Jazz. La manifestazione è patrocinata dalla Città di Torino,  Intesa Sanpaolo, Iren main partner, e Poste Italiane, Toyota Lexus e Seat Pagine Gialle  come main sponsor. Il jazz è il filo conduttore ma la rassegna tocca teatro, danza, cinema, fotografia e letteratura.  Piazza Castello sarà la sede principale ma i concerti si terranno anche in altri luoghi e teatri. Protagonisti il batterista inglese Tom Bancroft per l’inaugurazione in  gemellaggio con il Festival Jazz di Edimburgo, e il pianista americano Robert Glasper, vincitore di due Grammy, Roy Paci con l’Orchestra, Fabrizio Bosso Quartet, Gonzalo Bergara Quartet.

Alla reggia di Venaria Pasquetta è una "Giornata da re"

in Cosa succede in città

venariaGiochi a corte, spettacoli e musica nei giardini

Una Pasquetta tutta speciale per i visitatori della Reggia di Venaria. Lunedì di Pasquetta si tiene la prima delle ‘giornate da Re’, con giochi a corte, spettacoli e musica nei giardini. Spettacolare, nella Corte d’onore, il Teatro d’Acqua della Fontana del Cervo dotata di 100 getti d’acqua di nove metri che seguono il ritmo di luci e musiche. Inoltre, nei Giardini  si viaggia con la ‘Freccia di Diana’, il trenino che si muove tra le scenografie verdi del Parco basso fino ai  resti del Tempio di Diana. E ancora la navigazione nella Peschiera, con la gondola  che  fa rivivere un’antica tradizione di svago della corte. E c’è anche il giro dal Gran Parterre con la carrozza a cavallo. Infine,  la distribuzione gratuita di ovetti pasquali all’ingresso della Corte d’onore ai primi 100 bambini fino ai 10 anni.

Beccati tremila furbetti sui treni piemontesi nell'ultima settimana

in Cosa succede in città

treni bimbatreni p susaporta nuova atrioLa polizia ferroviaria è stata chiamata una ventina di volte per contrastare aggressioni e sedare  tensioni

Sono circa tremila i passeggeri non in regola, con un’evasione media dell’8%,. La polizia ferroviaria è stata chiamata una ventina di volte per contrastare aggressioni e sedare  tensioni. Questi i dati dell’ultima settimana di lotta contro i “furbetti del biglietto” mesa in atto da Trenitalia sui treni piemontesi. Cinquanta agenti  suddivisi in squadre, hanno svolto 38 mila controlli su 214 convogli regionali. I biglietti venduti  sui treni sono stati 741, i verbali di accertamento 321 per un importo  di 70.400 euro. La Torino-Bardonecchia e la Novara-Alessandria sono le linee più frequentate dai “furbetti”, con punte fino al 20%.

(Foto: il Torinese)

Stazioni e treni "blindati" a Pasqua per l'allarme terrorismo

in Cosa succede in città

TRENO MILANOtreno frecciarossa mille

Potenziata la vigilanza negli scali passeggeri e merci

La Polizia Ferroviaria, dopo gli attentati di Bruxelles ha intensificato al massimo prevenzione e vigilanza nelle stazioni e sui treni del Piemonte e della Valle d’Aosta, come da disposizioni ministeriali. Potenziata la vigilanza negli scali passeggeri e merci, il pattugliamento nei luoghi pubblici e le scorte a bordo dei treni passeggeri, compresa la tratta Torino-Bardonecchia del TGV, la Torino-Milano-Roma, l’alta velocità Frecciarossa. Intervengono anche le Unità Cinofile. L’operazione sicurezza, proseguirà  fino alla fine della prossima settimana, al termine delle vacanze pasquali.

(foto: il Torinese)

Migranti al lavoro (gratis) per pulire strade e giardini

in Cosa succede in città

verde 2

Attività  che saranno svolte, a titolo volontario, da migranti con lo status di titolari di protezione internazionale e già inseriti in percorsi di accoglienza

La pulizia di aree verdi e marciapiedi, dei cestini dell’immondizia, la raccolta di foglie e di rifiuti sparsi e altri piccoli lavori utili a tenere pulita e in ordine la città. Attività  che saranno svolte, a titolo volontario, da migranti con lo status di titolari di protezione internazionale e già inseriti in percorsi di accoglienza SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati). L’iniziativa è della Giunta comunale,  su proposta del vicesindaco Elide Tisi, di concerto con gli assessori Gianguido Passoni, Enzo Lavolta e Giuliana Tedesco. Ora c’è il via libera a un protocollo d’intesa tra Città di Torino e Amiat, che “offre l’opportunità a profughi e rifugiati – spiegano in Comuna – di svolgere lavori di pubblica utilità gratuitamente, consentendo loro in questo modo di restituire in parte alla comunità cittadina quanto ricevuto attraverso i progetti di accoglienza. Per il vicesindaco Elide Tisi, l’intesa con Amiat per l’impiego di migranti inseriti in percorsi SPRAR nella cura e nella manutenzione di spazi pubblici urbani “è sicuramente utile e, ed è questo forse il risvolto più importante, l’iniziativa consente, ai richiedenti asilo o titolari di protezione internazionale, di dare qualcosa in cambio del sostegno ricevuto per essere aiutati a costruire un percorso di vita lontano dal Paese che sono stati costretti a lasciare”. Le attività dei migranti, svolte come detto a titolo volontario e gratuito, saranno organizzate in moduli di dodici settimane ciascuno, coinvolgendo, per ogni modulo, venti persone con un impegno, per ognuna di loro, di 6 ore ogni sabato mattina. Saranno organizzati in squadre miste costituire da migranti e dipendenti dell’azienda raccolti rifiuti e opereranno in strade e  spazi verdi delle Circoscrizioni. 

(foto: il Torinese)

Suffragette, il 9 marzo per gli studenti in tredici sale

in Cosa succede in città

La Consulta delle elette del Piemonte e il Consiglio regionale organizzano la proiezione  gratuita per le scuole secondarie
suffragette23

In occasione dell’ 8 MARZO, giornata internazionale della donna, la Consulta delle elette del Piemonte e il Consiglio regionale piemontese organizzano la proiezione  gratuita ( per gli studenti delle scuole secondarie)  del film “Suffragette”. L’evento è previsto per mercoledì 9 marzo in tredici sale cinematografiche di dodici città della regione. “Suffragette” , diretto da Sarah Gavron, racconta con efficacia  la lunga battaglia delle coraggiose donne che fecero parte del movimento suffragista per ottenere il diritto al voto, concesso dal parlamento britannico nel 1928. Un film che ha il merito di far conoscere una versione dei fatti corretta, dal punto di vista storico, celebrando la lotta per l’uguaglianza, contro le molestie sessuali e la disparità salariale che scosse l’opinione pubblica all’inizio del secolo. Con protagoniste Carey Mulligan, Helena Bonham Carter e Meryl Streep – quest’ultima nei panni di Emmeline Pankhurst, attivista e politica britannica che guidò il movimento suffragista femminile del Regno Unito –  richiama l’attenzione su di un tema attualissimo, nell’anno dove si celebra il 70° anniversario del voto per le donne italiane. Una strada, quella del suffragio universale,  ancora lunga  che si può leggere  quando, sui titoli di coda ,  scorrono le date sul conseguimento del voto, raggiunto dalle donne britanniche nel 1918 (in maniera incompiuta) mentre le italiane lo ottennero ventotto anni dopo e in Arabia Saudita solo dallo scorso anno .

Da qui si Torna su