Category archive

Cosa succede in città - page 168

Discarica Molinette: le macerie nel cortile

in Cosa succede in città

molinette2molinette

Per diversi mesi alla fine del 2014 e all’insaputa degli amministratori del complesso ospedaliero, diversi imprenditori edili, che avevano le proprie ditte impegnate nei lavori di manutenzione della struttura sanitaria, scaricavano in cortile sia le proprie macerie che quelle di altri cantieri, materiali pericolosi compresi

 

Quando si sente parlare di rifiuti, discariche a cielo aperto e roghi tossici, si pensa sempre sia un problema riguardante le città dell’ormai “martoriato” Sud-Italia. Invece l’ultima frontiera del degrado riguarda proprio la città di Torino che ha visto l’ospedale Molinette trasformato in una vera e propria discarica abusiva. Macerie, vetri, imballaggi misti imbrattati di vernice e in un caso addirittura la spazzatura di un bar, rappresentano lo scenario di deterioramento ed incuria che nell’ultimo periodo ha visto come protagonista persino uno dei più importanti ospedali del Piemonte.Per diversi mesi alla fine del 2014 e all’insaputa degli amministratori del complesso ospedaliero, diversi imprenditori edili, che avevano le proprie ditte impegnate nei lavori di manutenzione della struttura sanitaria, scaricavano in cortile sia le proprie macerie che quelle di altri cantieri, materiali pericolosi compresi.Ora sette persone, tutti imprenditori eccetto un dipendente della Città della Salute (che nel cortile abbandonava i rifiuti del suo bar), sono indagati con l’accusa di frode, truffa e di gestione di rifiuti non autorizzata, in un’ inchiesta penale della procura di Torino che in questi giorni ha notificato la conclusione delle indagini.

 

L‘inchiesta, nata da una segnalazione dell’ospedale, ha permesso di scoprire una serie di ditte (con sede in Corso Bramante) che approfittavano del libero accesso alle strutture per scaricare nel cortile delle Molinette detriti, macerie e talvolta anche rifiuti nocivi e pericolosi. Quintali di materiali che avrebbero dovuto essere smaltiti secondo rigide procedure e soprattutto in sicurezza, venivano invece abbandonati lì, in attesa che fosse l’ospedale a liberarsene a proprie spese.Dalle indagini condotte e coordinate dal pm Andrea Padalino, è emerso che negli anni “incriminati” 2013 e 2014 sia i titolari delle ditte che soprattutto il proprietario del bar (nonché dipendente delle Molinette), hanno visto praticamente azzerarsi la loro tassa rifiuti. Insomma un modo per gli indagati di ”smaltire” tutto a costo zero, o meglio a spese di una sanità che come purtroppo possiamo constatare ogni giorno, ha già i suoi grossi problemi.

 

(Foto: il Torinese)

Simona Pili Stella

"La partita del cuore" vende 10 mila biglietti

in Cosa succede in città

juve stadium

Il match di beneficenza tra la Nazionale Cantanti e i Campioni della Ricerca, promosso allo Juventus Stadium il  prossimo 2 giugno

 

Diecimila  ad oggi i biglietti venduti per la Partita del Cuore, il match di beneficenza tra la Nazionale Cantanti e i Campioni della Ricerca, promosso allo Juventus Stadium il  prossimo 2 giugno. Gli organizzatori confidano di superare il record dell’edizione 2013: allora fu raccolto oltre un milione e 750 mila euro, risorse destinate alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro e alla Fondazione Telethon. Sul campo, tra i cantanti, questa volta anche Il Volo, gruppo vincitore del Festival di Sanremo.

 

(Foto: il Torinese)

Università allagata, sospese le lezioni

in Cosa succede in città

campus universita 1

campus universita 2L allagamento di una parte delle aule a causa di un tubo rotto

 

Al Campus univeristario Einaudi questa mattina niente lezioni a causa della rottura di un tubo dell’impianto antincendio. Si è infatti verificato l’allagamento di una parte delle aule. I  vigili del fuoco sono intervenuti per riparare il danno. L’ università ha confermato la ripresa delle lezioni sul suo sito internet e su Facebook e Twitter.

 

(Foto: il Torinese)

Terzo concerto di Madonna a Torino, biglietti dal 16 aprile

in Cosa succede in città

MADONNA

Dopo il tutto esaurito per i primi due concerti, la diva americana e Live Nation annunciano  che ci sarà una terza e ultima tappa al PalaAlpitour

 

Non più due ma tre  i concerti di Madonna a Torino, unica ed esclusiva  tappa italiana del suo Rebel Heart Tour. Dopo il tutto esaurito per i primi due concerti, la diva americana e Live Nation annunciano  che ci sarà una terza e ultima tappa al PalaAlpitour, il  prossimo 19 novembre, in aggiunta ai concerti del 21 e 22 novembre, i cui biglietti sono stati “bruciati” in pochi minuti. Per il terzo appuntamento i biglietti saranno in vendita da giovedì 16 aprile.

Una città di corsa: sul podio Usa, Gb e Germania

in Cosa succede in città

tuttadritta

Ultramaratona, Tuttadritta e Vivicittà

 

Domenica di sport sotto la Mole. Al Palaruffini i Campionati del mondo di calcio balilla e per le strade della città diversi eventi podistici. L’ Ultramaratona di Torino, Campionato mondiale ed europeo sulle 24 ore ha visto la partecipazione di oltre 500 iscritti. poi  la Tutta Dritta e la Vivicittà. Campioni il tedesco Reus, e tra le donne l’americana Nagy.Gran Bretagna e Usa nel femminile hanno vinto nella classifica a squadre.

 

(Foto: il Torinese)

Tutto pronto per la Sindone

in Cosa succede in città

SINDONE 2

Momento clou (anche per testare la sicurezza) la visita di Papa Francesco, il 21 e 22 giugno

 

La città è pronta per l’ostensione della Sindone. Il pellegrinaggio dei fedeli provenienti da tutto il mondo inizierà dal prossimo fine settimana e, ad oggi, le prenotazioni sono quasi un milione. Cifra che organizzatori  prevedono triplicheranno durante l’esposizione del sacro lino,  dal19 aprile  al 24 giugno. In tutto circa 4.500 i volontari. Momento clou (anche per testare la sicurezza) la visita di Papa Francesco, il 21 e 22 giugno.

500 uomini per la Sindone

in Cosa succede in città

polizia cavallo

Saranno otto le porte di accesso al Duomo, presidiate da metal detector e tunnel radiogeni per il controllo di borse e bagagli

 

Saranno cinquecento gli uomini delle forze dell’ordine e militari impegnati ogni giorno, dal 19 aprile al 24 giugno, per la vigilanza sui pellegrini che giungeranno a Torino per l’ostensione della Sindone. Il dispositivo di sicurezza è stato deciso dal Comitato per l’ordine e la sicurezza riunitosi in prefettura. Saranno otto le porte di accesso al Duomo, presidiate da metal detector e tunnel radiogeni per il controllo di borse e bagagli. Il prefetto di Torino, Paola Basilone ha detto che “nulla è stato lasciato al caso”.

Domenica migliaia di torinesi corrono la Tuttadritta

in Cosa succede in città

tuttadritta

Un tracciato interamente dritto, vera attrattiva della manifestazione, condurrà atleti competitivi e amanti della corsa, e più in generale dello sport a cielo aperto, dal cuore di Torino alla Palazzina di Caccia di Stupinigi

 

Domenica il via della tredicesima edizione di TuttaDRITTA, manifestazione internazionale di corsa su strada.Il 12 aprile alle ore 10.00,  migliaia di partecipanti si daranno appuntamento in piazza San Carlo per prendere parte a una delle dieci chilometri più popolari e partecipate a livello nazionale e internazionale. Un tracciato interamente dritto, vera attrattiva della manifestazione, condurrà atleti competitivi e amanti della corsa, e più in generale dello sport a cielo aperto, dal cuore di Torino alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, a Nichelino. E’ aperto sempre in piazza San Carlo, il TuttaDRITTA Village dove per tre giorni gli atleti potranno ritirare il pettorale e il pacco gara e, per chi non lo avesse ancora fatto, effettuare l’iscrizione alle sezione non competitiva. Tutta Dritta 2015 dal punto di vista agonistico vedrà al via sia nella gara maschile sia in quella femminile un ottimo cast di atleti, che alla vigilia non lasciano presagire quale sarà il risultato finale.Forti ambizioni muovono l’atleta azzurro Yassine Rachik, recente terzo classificato alla Stramilano di fine marzo, che si presenta sulla linea di partenza in piazza San Carlo desideroso di dimostrare il suo valore nei confronti degli atleti keniani Joash Koech e Jonathan Kanda e degli azzurri Mariuhn Crespi, Francesco Bona e Stefano Guidotti Icardi, atleta che conosce molto bene il percorso della Tutta Dritta, avendo vinto la gara nel 2013.

 

In campo femminile le azzurre Silvia La Barbera e Giovanna Epis sfideranno le gemelle Martina e Valentina Facciani e le giovani promesse Giulia Mattioli e Francesca Cocchi, rispettivamente campionessa italiana promesse 2014 sui 10.000 metri e campionessa italiana promesse 2014 sulla mezza maratona. A completare il gruppo di atlete che si cimenteranno per ricoprire le migliori posizioni in classifica le piemontesi Martina Merlo, Sara Brogiato e Giorgia Morano.Tutta Dritta si è sempre rilevata fucina di promettenti atleti e il 2015 potrebbe essere l’anno per consacrare anche a livello internazionale alcune promesse dell’atletica italiana, come fu per Valeria Straneo in una delle prime edizioni della gara.

 

Junior Day – una giornata di festa dedicata ai bambini. Sabato 11 aprile, in piazza San Carlo, ci sarà un doppio appuntamento, il primo alle ore 11,00 e il secondo alle ore 15,30, dove lo sport e il divertimento daranno vita a un momento di festa per ragazzi fino ai tredici anni. I giovani atleti avranno così la possibilità di provare l’attività di junior atletica che già si svolge da anni presso la sede di Turin Marathon, nel parco della Pellerina a cascina Marchesa.

 

36° Campionato Italiano delle Polizie Municipali d’Italia – l’evento sarà anche valido come campionato italiano ASPMI e vedrà coinvolti oltre 150 atleti provenienti dalle varie parti d’Italia,appartenenti al gruppo delle Polizie Municipali, darsi appuntamento all’ombra della Mole Antonelliana, monumento simbolo della Città.

 

9° Campionato Italiano delle Palestre –  iscrivendo i propri tesserati alla manifestazione (sezione competitiva e non competitiva), ogni palestra potrà partecipare al campionato. Saranno stilate delle classifiche e saranno premiate le prime dieci palestre più numerose sulla base del numero degli arrivati. Saranno, inoltre, assegnate delle coppe in base alla classifica stilata sulla base della sommatoria dei tempi dei primi tre uomini e delle prime tre donne appartenenti a ogni palestra.

Il percorso – come da regolamento internazionale il percorso di gara è misurato e certificato.
Piazza San Carlo, una tra le più belle location che Torino ha da offrire, sarà il punto di partenza della manifestazione. Percorrendo via Roma, fino a piazza Carlo Felice, i partecipanti attraverseranno corso Vittorio Emanuele II per poi immettersi su via Sacchi.
Si proseguirà successivamente per corso Turati e corso Unione Sovietica per entrare poi nel comune di Nichelino su viale Torino, il rettilineo finale che porterà gli atleti a raggiungere il traguardo sul viale antistante la Palazzina di Caccia di Stupinigi.

 

TUTTA Dritta Village – sarà allestita in piazza San Carlo la sede logistica della manifestazione dove sarà possibile ritirare il pettorale, il pacco gara ed effettuare nuove iscrizioni secondo i seguenti orari:
Venerdì 10 e Sabato 11 aprile dalle ore 10.00 alle ore 19.00
Domenica 12 aprile dalle ore 8.00 alle ore 9.00.

 

I servizi – in zona partenza gli atleti potranno usufruire di servizi igienici (bagni chimici) messi a disposizione dall’organizzazione. In zona arrivo potranno invece usufruire dei seguenti servizi: ristoro finale – servizi igienici (bagni chimici) – locale spogliatoio – pranzo finale (offerto a tutti i partecipanti – 5 euro per gli accompagnatori).

 

Navette – come i precedenti anni e grazie all’importante partnership con il Gruppo Trasporti Torinesi (GTT), tutti gli iscritti alla gara potranno usufruire, a titolo gratuito, del servizio navette (tutti gli orari sul sito www.turinmarathon.it).

 

Iscrizioni – per gli atleti competitivi appartenenti alla Federazione Italiana di Atletica Leggera o agli Enti di promozione Sportiva convenzionati, le iscrizioni si chiuderanno l’8 aprile, per i non competitivi le iscrizioni si chiuderanno invece domenica mattina.

 

(Foto: il Torinese)

 

Venerdì nero: sciopero dei treni regionali dalle 9 alle 17

in Cosa succede in città

treni porta nuova

Il blocco interessa 2.500 addetti dei settori officina, mobile, manutenzione, biglietteria e uffici

 

I lavoratori della Divisione Passeggeri piemontese di Trenitalia faranno sciopero venerdì, dalle 9 alle 17. Si oppongono alle “nuove procedure di gara del Trasporto regionale e alla costituzione della newco Trenitalia-Gtt”. Così l’utenza piemontese, già inferocita per i treni spesso da terzo mondo, si troverà alle prese con nuovi disagi. Lo sciopero, proclamato da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti, Ugl Trasporti, Fast e Orsa, interessa 2.500 addetti dei settori officina, mobile, manutenzione, biglietteria e uffici.

 

(Foto: il Torinese)

Sindone, da oggi chiusi i viali Partigiani e I Maggio

in Cosa succede in città

moleVia Rossini – da corso San Maurizio in direzione via Po – non è percorribile dalle ore 7 alle ore 20

 

In previsione dell’Ostensione da giovedì 9 aprile viale Primo Maggio e viale Partigiani (Giardini Reali) saranno completamente chiusi al traffico.Si ricorda che via Rossini – da corso San Maurizio in direzione via Po – non è percorribile dalle ore 7 alle ore 20 in quanto corsia riservata ai mezzi pubblici; invece, nel senso opposto – da via Po verso corso San Maurizio – è sempre percorribile.

 

(e.b.- www.comune.torino.it)

Da qui si Torna su