Due indagati per l’uomo morto nel bagagliaio

Sono due gli indagati nel fascicolo aperto dalla procura di Torino per il caso di Marco Conforti, di 56 anni, l’imprenditore delle scuole guida, di Castagneto Po trovato morto  il 29 maggio scorso, nel bagagliaio di un’auto parcheggiata in una strada di Torino.  Si tratterebbe di due spacciatori di droga nigeriani.  L’autopsia ha accertato che la morte non è dovuta a una aggressione o a un omicidio. Si ipotizza che l’uomo sia entrato volontariamente nel bagagliaio per fare uso massiccio di cocaina e sia deceduto per un consumo eccessivo di droga forse procuratagli dai due pusher.

Leggi qui le ultime notizie: IL TORINESE

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo Precedente

Tre giorni nella magia dei motori con Autolook Week

Articolo Successivo

Stroncato da un malore a 54 anni, lutto tra i Carabinieri

Recenti:

Marzo in rosa a Rivoli

Le iniziative delle Pari Opportunità nel mese dedicato alle donne Sono in programma cultura e momenti

IL METEO E' OFFERTO DA

Auto Crocetta