Barista si uccide con un coltello conficcato nel petto - Il Torinese

Barista si uccide con un coltello conficcato nel petto

E’ stata la ex moglie a trovarlo morto nel suo bar in via San Secondo a Torino, con un coltello piantato nel petto. Era uscito ieri mattina di casa come ogni giorno per recarsi al lavoro. Poi il tragico evento. Nonostante la modalità della morte sia insolita il medico legale e gli inquirenti propendono per il suicidio. Alcune voci parlano di una difficile situazione finanziaria che avrebbe portato al drammatico gesto. L’uomo aveva 64 anni.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo Precedente

Ok dall’Europa al Fondo Sviluppo: in arrivo a Torino e in Piemonte 1,5 miliardi di euro per ricerca, sviluppo e innovazione

Articolo Successivo

Emozioni da “Codice rosso”. Il libro di Rino Negrogno

Recenti:

IL METEO E' OFFERTO DA

Auto Crocetta