A Pomaretto, 800 metri di volo, a 150 metri da terra e a 100 chilometri orari - Il Torinese

A Pomaretto, 800 metri di volo, a 150 metri da terra e a 100 chilometri orari

“Il volo del Dahu”

Da sabato 2 luglio

Pomaretto (Torino)

Una zipline sulla Val Germanasca. L’ebbrezza del volo. Il sogno antico dell’uomo. Il sogno antico e spericolato di Icaro. Ebbene, per quanto realmente possibile, e con i dovuti necessari  accorgimenti, si può provarne il brivido e le emozioni, dal prossimo sabato 2 luglio e fino al 25 settembre, grazie a “Il volo del Dahu”, esperienza unica in Val Germanasca (una cinquantina di chilometri da Torino), promossa dal Comune di Pomaretto e da “Idroterm srl”. Sfrecciare ad oltre cento chilometri orari e a più di 150 metri dal suolo: la zipline, che omaggia nel nome, “Dahu”, il celebre – per molti realmente esistito – animale leggendario di queste terre (e in genere di tutte le aree montane europee, dai Pirenei alle Alpi, caratterizzato, secondo alcune tradizioni, dall’avere le gambe a valle più lunghe e quelle a monte più corte per percorrere meglio le montagne coniche) parte dalle celebri “vigne eroiche” dove si coltiva il “Ramie”, a Pomaretto. E proprio qui, dopo aver respirato a pieni polmoni l’aria fresca di montagna, ci si lancia a tutta velocità per un volo di 800 metri. Non ci sono limiti di età. Solo di peso (che deve essere compreso dai 50 ai 120 chili) e di altezza (da un metro e cinquanta in su). Imbragati e con una mascherina si parte: l’esperienza dura circa un minuto  – la media esatta è di 45 secondi – di pura adrenalina, ma anche di bellezza: gli occhi fanno il pieno di verde e natura. La velocità massima toccata è di circa 120 chilometri nella parte iniziale: tempo e velocità dipendono dal peso, dal vento e da altri fattori. Il ritrovo è alla biglietteria degli impianti sportivi di Borgata Masselli: una navetta conduce, poi, al punto di lancio.

Meglio acquistare il biglietto direttamente sul sito www.mticket.it/ilvolodeldahu.

Apertura il sabato e la domenica e, dall’8 al 21 agosto, tutti i giorni della settimana, in orario 11/18. Per info: 351/8874454 o info@ilvolodeldahu.com

E’ possibile, per un minimo di 15 persone, prenotare un’apertura dedicata in settimana.

Lo staff fornisce tutta l’attrezzatura necessaria ed omologata (imbrago, casco e occhiali protettivi) e tutte le informazioni sulla corretta procedura di volo. Una volta saliti sulla piattaforma di lancio, si viene agganciati con l’imbrago a una carrucola: quindi, dopo i controlli, inizia l’avventura.  Si può poi tornare alla biglietteria a piedi, con una passeggiata di cinque minuti. Qui, a disposizione, ci sono campi da beach volley, padel e calcio. L’area è anche attrezzata per i camper. La zona è ricca di proposte per i più sportivi, dal rafting al kajak, all’hydrospeed fino al canyoning, alla canoa gonfiabile, al parapendio, all’arrampicata, all’alpinismo, allo scialpinismo e al trekking (informazioni su www.ilvolodeldahu.com ). Per chi, dopo il volo, cerca invece relax, sono possibili degustazioni, aperitivi e apericene fra le coltivazioni “eroiche” del “Ramie”(prenotazioni: 349/188.97.48). Per permettere di fruire al meglio di questo territorio, con proposte di soggiorno davvero per tutte le tasche, il “Consorzio Turistico Pinerolese e Valli” supporta turisti e torinesi con pacchetti ad hoc e suggerimenti (info@turismopinerolese.it , tel. 331/ 390.17.45).

 

Da segnalare, infine, che, oltre a “Il volo del Dahu”, esiste anche il “Sentiero del Dahu”, un percorso che si sviluppa attraverso i territori di Perosa Argentina, Pomaretto, Roure e Fenestrelle: si può percorrere a piedi e, a tratti, anche in mountain bike.

g.m.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo Precedente

Calciomercato Toro Juve Orari campionato serie A

Articolo Successivo

#picassoreloaded, “Le donne” di Stefano Bressani

Recenti:

IL METEO E' OFFERTO DA

Auto Crocetta