Il Consiglio dei Ragazzi approda in nuovi Comuni - Il Torinese

Il Consiglio dei Ragazzi approda in nuovi Comuni

Prosegue l’evoluzione del progetto Ragazze e Ragazzi…Costruiamo Gentilezza sostenuto dal bando 5 della Regione Piemonte, la cui attuazione è coordinata dall’Associazione Cor et Amor, con la partecipazione di 19 Comuni del Canavese ed 1 del Vercellese ed alcune associazione locali, oltre a Ciac.

Infatti la scorsa settimana alcuni Comuni si sono attivati mettendo in rete le proprie esperienze riguardanti la costituzione e l’ attuazione dei rispettivi Consigli Comunali delle Ragazze e dei Ragazzi – Generazione Gentilezza. A Lessolo, la Sindaca Elena Caffaro, dopo aver fatto approvare il regolamento del CCRR in consiglio comunale, si è recata, accompagnata dalla consigliera Maria Teresa Bognetti, presso le scuole primarie e secondarie di 1° grado locali per presentare agli alunni la progettualità comunicando loro che a breve, in collaborazione con le scuole, saranno organizzate le elezioni dell’organo rappresentativo dei bambini e dei ragazzi. La Sindaca Caffaro ha auspicato: ”spero che da questa opportunità possa emergere un futuro primo cittadino”. Allo stesso  modo anche la Vice Sindaca di Quincinetto con delega alla gentilezza, Erina Patti, si è presentata presso la classe 4° della scuola primaria locale per fare conoscere agli alunni l’iniziativa e confrontarsi con loro su alcuni aspetti del regolamento del CCRR che sarà votato questa settimana in Consiglio Comunale, come lei stessa ha riconosciuto: ”i bambini e i ragazzi sono sempre pieni di buone idee”.  Mentre i Comuni di Maglione e Bollengo, partner del progetto, hanno approvato presso i rispettivi Consigli Comunali il regolamento per rendere funzionali i Consigli Comunali delle Ragazze e dei Ragazzi – Generazione Gentilezza. A questo proposito il primo cittadino maglionese Pier Franco Causone con l’impegno dei Consiglieri Comunali Paola Zaltron e Pier Domenico Garrone, oltre che del concittadino Giovanni Chimenti, hanno adattato il regolamento standard, fornito da Aiga Ivrea, alle caratteristiche del proprio paese, gli stessi commentano: ”poiché nella nostra comunità locale ci sono pochi bambini e non disponiamo delle scuole abbiamo pensato ad un consiglio comunale che coinvolgesse tutti i bambini e ragazzi residenti”. Mentre ad occuparsi del progetto a Bollengo è Daniela Ferro, Assessore alla Gentilezza, che ha già coinvolto gli alunni della scuola primaria locale a prepararsi per le elezioni dei loro piccoli rappresentanti. Lo scorso Venerdì il regolamento del CCRR è stato votato ad unanimità dal Consiglio Comunale bollenghino dopo essere stato introdotto con approvazione dal sindaco Luigi Ricca e dalla stessa Daniela Ferro, che ha affermato:”i bambini stanno dimostrando una grande voglia di fare. Potranno partecipare alle elezioni tutti i bambini che frequentano la nostra scuola primaria, anche se residenti in altri comuni”.  A condividere quanto sinora realizzato anche la consigliera comunale di Castellamonte, Martina Osello:”nel mese di Febbraio abbiamo già attivato il Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi – Generazione Gentilezza, coinvolgendo le scuole primarie locali. Prossimamente approveremo il regolamento funzionale che terrà in considerazione l’esperienza maturata, quella sarà l’occasione anche per proclamare ufficialmente gli alunni neo eletti”. Ragazze e Ragazzi…Costruiamo Gentilezza è un progetto che nasce dal territorio e tiene in considerazione le specificità delle comunità locali, per esempio consentendo a ogni Comune di adattare il regolamento del CCRR a esigenze specifiche. Chi meglio di un amministratore conosce bene la realtà in cui vive?

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo Precedente

Ospedale unico Asl To5: il sindaco di Chieri “interroga” l’assessore regioanle

Articolo Successivo

Quanto è raffinato il risotto al prosecco mantecato al Parmigiano

Recenti:

IL METEO E' OFFERTO DA