Viale della Spina, approvato il progetto esecutivo del secondo lotto dei lavori

Il progetto esecutivo del secondo lotto dei lavori per il completamento del viale della Spina, tra via Breglio e corso Grosseto, è stato approvato oggi dalla Giunta Comunale. L’area di intervento si sviluppa tra la connessione del viale della Spina con la Torino – Caselle e gli edifici di corso Grosseto e via Sospello, su una superficie di 50mila mq, in parte al di sopra delle strutture di copertura della ferrovia Torino-Milano, ma anche su aree esterne.

Per le opere previste, che si inseriscono nell’ambito dell’intervento generale di sistemazione del Passante Ferroviario tra piazza Baldissera e corso Grosseto, sono previste due macro fasi di cantiere. La prima fase prevede la realizzazione delle opere stradali di connessione del viale della Spina alla viabilità di quartiere verso Ovest. Nella seconda fase verrà ridisegnato lo svincolo del raccordo Torino – Caselle con la realizzazione di una nuova intersezione semaforizzata su corso Grosseto e saranno riqualificate le aree verdi comprese nell’intervento.

Le aree interessate dalla sistemazione sono in parte di proprietà comunale e in parte sovrastanti le strutture di copertura delle gallerie ferroviarie interrate, per le quali la società RFI ha concesso la disponibilità, per la realizzazione della sistemazione superficiale, in anticipo rispetto alle trasformazioni urbanistiche previste dal PRGC.

Con il completamento dell’asse viario fino a corso Grosseto, dal raccordo autostradale Torino-Caselle sarà possibile, senza soluzioni di continuità, inserirsi lungo corso Venezia e attraverso la spina centrale arrivare a largo Orbassano.

Questo importante progetto completa altresì un tratto della direttrice 1 del Biciplan della città, collegando la spina centrale con tutta l’area Nord e il sistema ciclabile di corso Grosseto, in via di realizzazione, e di corso Vercelli,  i cui lavori partiranno nell’’autunno di quest’anno.

La connessione stradale permetterà inoltre un veloce collegamento al sistema ferroviario metropolitano attraverso la stazione di Rebaudengo, offrendo un ulteriore possibilità intermodale di accesso al centro città.

L’importo totale per le opere di questo secondo lotto ammonta a 4milioni e 600mila euro.  Per l’apertura del bando di gara, e poi per l’avvio dei lavori, occorrerà attendere la chiusura del cantiere della Torino-Ceres prevista per l’aprile del prossimo anno.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo Precedente

Giro d’Italia. Torino ospita la prima tappa. Modifiche viabili nella zona Est della città

Articolo Successivo

Sono in libreria le “Opere di Mario Lattes”

Recenti:

IL METEO E' OFFERTO DA