La Polfer controlla oltre 2000 persone nelle stazioni

in BREVI DI CRONACA

5 indagati, 2.131 persone controllate, di cui 502 con precedenti di Polizia. 144 le pattuglie impegnate nelle stazioni e 42 a bordo di 99 treni.

8 i servizi antiborseggio per contrastare i furti in danno dei viaggiatori, 13 quelli lungo linea e 24 di ordine pubblico. Questi i risultati dell’attività del secondo weekend del 2021 del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta.

In particolare, a Torino gli agenti polfer hanno denunciato una diciannovenne italiana e un ventunenne pakistano per possesso di sostanza stupefacente tipo marijuana, grazie all’ausilio delle Unità Cinofile messe a disposizione dal Questore di Torino, poi sottoposta a sequestro. Sempre a Torino, un 29enne romeno è stato denunciato per l’inottemperanza al divieto di ingresso sul territorio nazionale e un 34enne francese è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per inosservanza all’Ordine di allontanamento dal territorio italiano per cittadini comunitari emesso del Prefetto di Milano.

Gli operatori del Nucleo Scorte in servizio di vigilanza a bordo di un treno regionale, nella tratta Torino – Novara, hanno rintracciato un quarantenne nigeriano cui è stato notificato un Ordine del Questore di Novara di abbandonare il territorio nazionale ed il contestuale decreto di espulsione emesso dal Prefetto.

Il personale della Squadra Informativa compartimentale ha controllato sei persone tra cui due italiani, un bosniaco, un somalo e un marocchino e un romeno, tutti abituali frequentatori della stazione e dediti alla questua e all’esercizio abusivo dell’attività di parcheggiatore, nei pressi del piazzale adiacente alla stazione. I sei soggetti, gravati da numerosi ordini di allontanamento dall’area ferroviaria, sono stati segnalati al Questore di Torino per essere sottoposti alla misura del Daspo urbano.

Ad Alessandria la Polfer ha denunciato per danneggiamento un diciottenne italiano. Il ragazzo, dopo aver infranto un vetro di accesso dell’atrio biglietteria della stazione, oltrepassando una zona interdetta al pubblico, si è rifugiato nel sottopasso dello scalo, ma è stato prontamente rintracciato e accompagnato negli uffici di Polizia.

A Cuneo gli agenti, in seguito ad un’attività di indagine, hanno individuato e poi denunciato una 27enne nigeriana per resistenza a Pubblico Ufficiale, rifiuto di generalità, lesioni e interruzione di pubblico servizio. I fatti risalgono al mese di dicembre a seguito di denuncia sporta dal capotreno che, durante il servizio di controlleria dei viaggiatori nei pressi di Fossano (CN), è stato spinto violentemente a terra dalla straniera priva di biglietto, procurandogli lesioni guaribili in cinque giorni. Il treno ha maturato per l’occorso 33 minuti di ritardo.

Tags:

Recenti: BREVI DI CRONACA

IL METEO E' OFFERTO DA



Da qui si Torna su