Grimaldi (LUV): “Icardi vuole dare il colpo di grazia al servizio pubblico”

in POLITICA

Privati nei Pronto Soccorso

“Durante la scorsa legislatura sono stato il solo, in maggioranza, a oppormi alla ‘parificazione’ tra profit e no profit nella gestione del Gradenigo. La ragione è semplice: una S.p.a. non può gestire un presidio pubblico, banalmente perché usa quella veste per accaparrarsi nuovi clienti. ‘Clienti’, avete sentito bene, non certo cittadini titolari di un diritto”.

Così il Capogruppo di LUV, Marco Grimaldi, commenta l’ultima spregiudicata mossa dell’Assessore Icardi, che ha inaugurato un tavolo con i privati per aprire loro le porte dei pronto soccorso.

“Icardi dice di voler mettere fine a un’ipocrisia, ma lo fa uccidendo il paziente: la nostra sanità pubblica non può cedere il passo ai privati, specie nei pronto soccorso. Il privato non ha alcun interesse a contenere i costi evitando esami inutili, perché gli viene tutto rimborsato con ovvia lievitazione della spesa (pubblica). Inoltre non sono certo pochi i casi in cui – anche oggi – per le patologie più gravi i pazienti sono comunque costretti a rivolgersi alla sanità pubblica, l’unica in grado di garantire le giuste cure a ciascuno, a tutte le condizioni: sebbene sia sottofinanziata è ancora eccellente e giusta.”