Napoli (FI): legge elettorale e alleanze innaturali

in POLITICA

Riceviamo e pubblichiamo

Non credo che in poche settimane l’attuale maggioranza di governo sarà in grado di varare una nuova legge elettorale. Credo, però, che se l’orientamento prevalente sarà il ritorno al proporzionale, sia pure con adeguate soglie di sbarramento, ne guadagnerà la chiarezza politica. Mettere fine ad alleanze politicamente innaturali, tanto a destra quanto a sinistra, significherebbe restituire agli elettori un quadro di maggiore chiarezza e tagliare la strada a ogni trasformismo.

     Vero è che il sistema maggioritario costringe alla semplificazione del quadro politico, ma dice il falso chi volesse ancora sostenere che ne guadagnerebbe la stabilità dell’esecutivo. La storia del maggioritario italiano, dal ‘93 a oggi, è costellata di governi caduti e di legislature o interrotte o portate a termine con difficoltà. Consentire ai partiti di recuperare la propria identità senza dover indossare una maschera sovranista o populista significa restituire agli elettori la responsabilità della loro scelta: scegliere da chi farsi governare e non solo votare “contro” chi non farsi governare.

On. Osvaldo Napoli, Forza Italia