Gli appuntamenti culturali al centro congressi UI

in Cosa succede in città

Centro Congressi Unione Industriale Torino Via Fanti, 17 

I CAFFE’ LETTERARI

Il 18 novembre, appuntamento come di consueto fissato alle ore 15.00, vedrà protagonista una grande scrittrice italiana Simonetta Agnello Horbny insieme a Mimmo Cuticchio nella presentazione del loro nuovo libro “Siamo Palermo”, edito da Mondadori, moderati dal Direttore di Tgr Rai Piemonte, Tarcisio Mazzeo. In primo piano una Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018 e nello stesso tempo una città della guerra, una città vista dal mare e dalle acque dolci che ancora la attraversavano, una città della ricostruzione selvaggia. Ecco i vicoli della “munnizza”, i palazzi nobiliari, le statue del Serpotta, magnifiche e sensuali, le prostitute, il cuntista che fa roteare la spada per impressionare il pubblico. Simonetta e Mimmo evocano una città che guarda all’Europa e non solo in ragione della sua bellezza e delle sue contraddizioni, ma per il desiderio di futuro che vengono esprimendo le istituzioni e le nuove generazioni. Loro fin dal titolo sono chiari: Siamo Palermo, ovvero siamo fatti della stessa pasta di cui è fatta questa città.

 

TORINO E LE SUE STELLE

Il quarto e ultimo incontro, lunedì 18 novembre 2019 eccezionalmente ore 16.30, dal titolo “Un’altra stella per Torino”, ospiterà il nuovo Chef stellato Federico Zanasi del Ristorante Condividere della Nuvola Lavazza. A dialogare con lui Marco Do, Direttore della Comunicazione e Relazioni Esterne Michelin Italia, moderati dal giornalista enogastronomico Luca Iaccarino. Durante la serata interverrà anche l’ Assessore al Commercio della Città di Torino, Alberto Sacco.

Sarà, inoltre, possibile acquistare la nuova Guida Michelin 2020 e farla autografare dal nuovo stellato torinese.

 

ECCELLENZE DEL MADE IN ITALY

Martedì 19 novembre, alle ore 18, VANNI OCCHIALI e TUXOR

VANNI OCCHIALI:  VANNI è un omaggio a Giovanni Vitaloni, Vanni per gli amici, nato a Milano nel 1907. Artista con mente tecnica, fondatore e ispiratore delle attività imprenditoriali delle generazioni familiari a seguire.

VANNI è l’avanguardia nel mondo dell’occhialeria creativa. Il bello è frutto di genio istantaneo sapientemente miscelato a cultura e stile, non è mai scontato: è un distillato di venticinque anni di ricerca e sperimentazione. Il tocco made in Italy si coglie in ogni piccolo dettaglio. Come un profumo, pervade ogni progetto.

Gli occhiali da vista e da sole VANNI sono nati a Torino nel 1990, per vedere il mondo. Sono di casa a Milano, Parigi, New York, Tokyo e Sidney. Nell’eyewear design VANNI è sinonimo di originalità genuina applicata alla realizzazione di un occhiale. Osare, miscelare e creare abbinamenti unici è la sfida di sempre, nel segno del colore.

Quella di VANNI non è artigianalità, ma industria in edizione limitata.

TUXOR: Fondata nel 1984 dal Giuseppe Ferrero, la Tuxor si è da subito guadagnata la stima ed il rispetto dei proprio clienti internazionali grazie alla serietà e competenza dimostrate nel corso degli anni e grazie alle numerose e svariate forniture effettuate in tutti i continenti.

Nel tempo i clienti hanno riposto grande fiducia in Tuxor che offre e garantisce le seguenti caratteristiche: seleziona le migliori condizioni (qualità, fonti, consegne, prezzi) in linea con le esigenze e il budget del cliente.

E’ partner di riferimento per le forniture multi-prodotto.

Fornisce sia acciaio strutturale sia materiali da costruzione sia materiali piping.

Si preoccupa di organizzare, gestire e garantire ogni fase della fornitura: reperimento del materiale, resa al porto di imbarco o direttamente in cantiere, eventuali ispezioni, documentazione. Il tutto in accordo agli standard internazionali e alle specifiche contrattuali.

Tuxor è vicina al cliente in tutte le fasi del progetto, dal bid alla fornitura d’avvio alle integrazioni d’ordine, in un’ottica di partnership e di condivisione delle problematiche d’acquisto e di avanzamento lavori. Assicura il trasporto delle proprie forniture siderurgiche dalle origini fino alle destinazioni finali in tutto il mondo. Il tutto in tutta sicurezza e nel modo più economicamente vantaggioso per il cliente.

 

I MARTEDI’ SERA

Il secondo incontro de I Martedì Sera 2019, il 19 novembre alle ore 21.00, vedrà protagonista il nuovo Sovrintendente del Teatro Regio Torino Sebastian F. Schwarz, moderato dal caporedattore de La Stampa Luca Ferrua.
Mercoledì 24 luglio 2019, il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Alberto Bonisoli, ha nominato Sebastian F. Schwarz Sovrintendente della Fondazione Teatro Regio di Torino, in seguito a una scelta unanime del Consiglio di Indirizzo. La sconfinata esperienza artistica, teatrale e direttiva già precedentemente svolta dall’attuale Sovrintendente, arricchiscono ulteriormente la carica carismatica del giovane tedesco, laureato in Musicologia a Berlino e in Amministrazione teatrale a Venezia. L’incontro sarà, dunque, dedicato a quelle nuove prospettive, possibili progetti, cambiamenti e migliorie che lo stesso Schwarz avrà intenzione di applicare durante il suo mandato.

 

GLI APPUNTAMENTI DEL MERCOLEDI’ MATTINA

Il 20 novembre ore 10.00 si terrà, in collaborazione con i medici della LARC, un incontro dal titolo “Ipoacusia e acufeni: diagnosi e riabilitazione”. A discuterne il dr. Sergio Rigardo, Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione, Direttore Tecnico Fisiokinesiterapia LARC Mombarcaro, il dr. Paolo Porcu’, Specialista in Otorinolaringoiatria, Consulente LARC Venezia E Mombarcaro e la dr.ssa Irene Chianale, Specialista in tecniche audioprotesiche. La problematica relativa agli acufeni è, ad oggi, estremamente diffusa. Le motivazioni? molteplici e di difficile diagnosi, spesso da ricercare in problemi di tipo posturale, gnatologico, circolatorio, ansioso. Agli acufeni è spesso legata l’ipoacusia ed altrettanto spesso chi soffre di acufeni presenta sintomi ansioso depressivi.

Quali figure dovrebbero ruotare intorno al paziente con acufeni? Otorino, Neurologo, Fisiatra, Gnatologo, Psicologo, Fisioterapista, Audioprotesista. Tali figure a completarsi nei vari aspetti diagnostici e riabilitativi.