Regione, assestamento bilancio: più di 700 emendamenti

in POLITICA

Sono 713 gli emendamenti finora presentati in prima Commissione sull’Assestamento di bilancio: la quasi totalità arriva dall’opposizione. Si è avviato nei giorni scorsi l’esame degli articoli del provvedimento con la presidenza di Carlo Riva Vercellotti e la presenza dell’assessore al bilancio Andrea Tronzano.

Maggioranza e opposizione si sono confrontati sulle rispettive proposte. Sono stati approvati finora 13 articoli.

Tra gli emendamenti approvati, l’unanimità è andata a uno presentato da Forza Italia, primo firmatario Paolo Ruzzola, che iscrive tra le spese obbligatorie quelle destinate alla protezione civile. Approvato anche a maggioranza l’emendamento della Giunta che affida 150 milioni a Finpiemonte per l’estinzione di uno dei derivati acceso dalla Regione, nel momento più conveniente e comunque entro il 2022.

Un altro emendamento della Giunta approvato è quello che destina un milione di euro per consulenze ad aziende in difficoltà, in modo da evitarne il tracollo.

Tra gli emendamenti respinti, invece, uno presentato dal gruppo Pd, primo firmatario Domenico Ravetti, che chiedeva di incrementare di 4 milioni le risorse destinate al turismo sulla neve e di 800 mila euro la quota regionale per il rimborso dei danni prodotti dagli animali selvatici. “Le risorse sono disponibili nell’avanzo di bilancio, che altrimenti rischia di non essere totalmente utilizzato”, hanno sostenuto gli esponenti Pd. “È una proposta idealmente ragionevole, ma insostenibile sul piano contabile”, ha risposto Tronzano, motivando il no della giunta.

Nel dibattito sono intervenuti i rappresentanti di tutti i gruppi in Consiglio.

In precedenza sono state incardinati in Commissione una proposta di modifica dello Statuto e un disegno di legge, entrambi volti alla semplificazione legislativa. A presentarli brevemente in Commissione è stato l’assessore competente Roberto Rosso. Sono state decise le consultazioni pubbliche per entrambi i provvedimenti.

Espletate anche le prime determinazioni su una proposta di legge di Daniele Valle (Pd) sull’accessibilità delle camere mortuarie. Anche su questo provvedimento sono state decise le consultazioni pubbliche.

 

priconosciuto

ctagliani