Una giornata a ingresso gratuito alla GAM di Torino

in Cosa succede in città

“AMACI. Quindicesima Giornata del Contemporaneo”

Sabato 12 ottobre

 

C’è anche la GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino, fra le realtà del “Contemporaneo” che sabato 12 ottobre apriranno gratuitamente al pubblico le proprie sale espositive. L’occasione è data dalla partecipazione alla quindicesima edizione della “Giornata del Contemporaneo”, il grande evento annuale promosso dal 2005 da AMACI, l’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, nata nel 2003 con sede a Bergamo, per avvicinare il grande pubblico all’arte del nostro tempo. Complessivamente sono 24 i Musei della Rete AMACI (fra questi, anche il Castello di Rivoli) e un migliaio le realtà del “Contemporaneo” (Gallerie, Associazioni, Istituti ed Enti vari) che in Italia e, dalla scorsa edizione, anche all’estero, nella giornata di sabato 12 ottobre inaugureranno ufficialmente e in modo gratuito la propria stagione espositiva, con un programma che ogni anno regala l’occasione per vivere da vicino questo complesso e vivace mondo. Come immagine-guida di questa edizione, la scelta è ricaduta sull’artista bolognese Eva Marisaldi, fra le figure più singolari ed eclettiche (passa dal disegno al video, dall’installazione alla fotografia e alla scultura) della post – avanguardia nazionale, con forti derivazioni dalla cosiddetta “Arte relazionale” sviluppatasi in Italia intorno agli anni Novanta e che, con spiccate caratteristiche politiche e sociali, poneva la partecipazione del pubblico quale elemento fondante e imprescindibile alla costruzione e alla definizione dell’opera stessa. Per l’occasione la Marisaldi sarà anche protagonista di una mostra personale diffusa e simultanea negli spazi di tutti i Musei associati. Nello specifico, alla GAM i visitatori potranno, oltreché approfittare della giornata “a porte aperte”, trovare esposta in bella mostra, negli spazi della Biglietteria e fino al 10 novembre, l’opera in plexiglass dell’artista bolognese dal titolo “Uffici” e realizzata nel 2017. Si tratta di “modelli – racconta la stessa Marisaldi – presi da fotografie di panchine … scattate in Giappone, in Corea, in Nord Africa, negli Stati Uniti… qui ne abbiamo selezionate sei… Le panchine raccontano molto anche di culture che non conosciamo, io le considero delle postazioni di studio. Il titolo è Uffici, perché le panchine rappresentate le abbiamo fotografate durante spostamenti in altri paesi: ti trovi a dover trascorrere del tempo di attesa, hai mezza giornata libera e non sai cosa fare. Per fortuna ovunque c’è qualche forma di arredo urbano, che consente ad esempio di stare in un parco e considerarlo un ufficio temporaneo. Non necessariamente si instaurano delle grandi conversazioni, ma può succedere. Comunque si osservano le dinamiche locali”. Oltre all’opera di Eva Marisaldi, la visita con ingresso gratuito alla GAM comprende le Collezioni Permanenti del Novecento e “Pittura Spazio Scultura. Collezioni del Contemporaneo”, insieme alla mostra “Paolo Icaro Antologia/Anthology 1964-2019”.

Per Info: GAM-Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, via Magenta 31, Torino; tel. 011/4429518 o www.gamtorino.it

g. m.

 

Nelle foto
Eva Marisaldi: “Uffici”, plexiglass, 2017