Tutti assolti al processo per le morti da amianto all’Olivetti

in prima pagina

Nè colpevoli nè risarcimenti al  processo in Cassazione per la morte di dodici lavoratori dell’Olivetti di Ivrea che avevano  respirato amianto  nella produzione di macchine da scrivere e calcolatrici nel periodo compreso tra il 1966 e il 1999, negli stabilimenti del Canavese. I supremi giudici della Quarta sezione penale hanno respinto il ricorso della Procura generale di Torino contro i proscioglimenti di 13 top manager imputati, decisi in appello il 18 aprile 2018 dopo le condanne in primo grado, tra i quali Carlo e Franco De Benedetti e l’ex ministro Corrado Passera. I lavoratori morirono dopo anni di convivenza con malattie polmonari.