Mirafiori, operazione antidroga

in BREVI DI CRONACA

Nel  pomeriggio del 5 Luglio agenti del Commissariato Mirafiori hanno coordinato un servizio di polizia  nella zona di propria competenza mediante l’impiego di cinque equipaggi del Raggruppamento prevenzione crimine e di due unità cinofile della Questura.

Il servizio trae origine da alcune segnalazioni giunte in Commissariato che denunciavano episodi di microcriminalità nel  quadrilatero compreso tra via Artom, via Pisacane, via Fratelli Garrone e via Somalia, per lo più legate allo  spaccio di sostanze stupefacenti, evidenziando più in generale un incremento di episodi di violenza e di intimidazione ai danni di alcuni cittadini lì residenti.

Contestualmente l’associazione Onlus  “Casa nel parco”, che si pone l’obiettivo di riqualificare la zona di via Artom Mirafiori sud con iniziative di tipo socioculturale e ricreativa attraverso l’aggregazione dei cittadini, ha segnalato la presenza di alcuni ragazzi dediti allo spaccio ed al consumo di sostanze stupefacenti che, permanendo nella struttura, intimidivano i frequentatori dell’associazione e comunque rendevano difficoltoso lo svolgersi delle normali attività del centro.

Al fine di arginare gli episodi di illegalità diffusa, il Commissariato è intervenuto con un servizio volto ad intensificare di intensificare la cornice di sicurezza  sul territorio, mirando ad una sempre più proficua collaborazione con gli enti, le associazioni e le comunità che agiscono sul territorio di Mirafiori sud.

Nel merito del servizio, l’impiego di unità cinofile ha permesso un accurato controllo degli scantinati di sette stabili ubicati in via F.lli Garrone, ove in passato erano state rinvenute e sequestrate cospicue quantità di sostanza stupefacente.

La capillare  attività di controllo delle persone ha inoltre consentito l’identificazione di 59 persone, perlopiù italiane e pregiudicate.

Particolare attenzione è stata dedicata anche alla vigilanza relativa alla circolazione stradale ed alla ricerca di veicoli rubati: sono state contestate 3 violazioni al c.d.s. e controllati 25 veicoli.

L’intervento del Commissariato ha dato una risposta concreta ai residenti che hanno manifestato il loro apprezzamento agli operatori, auspicando ulteriori attività similari nel prossimo futuro.

Massimo Iaretti