LAVORO: PIEMONTE APPROVA NORMA A TUTELA PROFESSIONISTI 

Il Consiglio regionale vieta autorizzazioni se i professionisti non sono  pagati 

Il Piemonte prende posizione a tutela dei professionisti, come richiesto dagli stessi Ordini professionali, sull’ormai diffuso problema del pagamento del lavoro svolto. Lo ha stabilito il Consiglio regionale del Piemonte, che nell’ambito dell’esame della legge Omnibus ha approvato un emendamento presentato dal Pd, primo firmatario il vice capogruppo Elvio Rostagno, che vuole garantire i pagamenti ai professionisti per il lavoro svolto e di conseguenza disincentivare l’evasione fiscale. “Il provvedimento – dichiara Rostagno – consentirà alla Pubblica amministrazione che al momento del rilascio di atti autorizzativi acquisirà dal professionista l’autocertificazione del pagamento da parte del committente. L’assenza di questo documento – sottolinea – comporterà la sospensione del procedimento. Si tratta di una pratica semplice, senza aggravio di tempo per il professionista, che consentirà però una forte tutela al lavoro svolto dai professionisti che troppo spesso subiscono gli effetti dei ritardi dei pagamenti o addirittura fino al contenzioso per vedere riconosciuto il giusto onorario. Ritengo – conclude – che attraverso una procedura semplice si possa garantire l’equo compenso e contrastare duramente l’evasione”. L’emendamento approvato è stato sottoscritto anche dal capogruppo dem. Domenico Ravetti, e dai consiglieri Daniele Valle e Andrea Appiano.

Leggi qui le ultime notizie: IL TORINESE
Articolo Precedente

Dal dramma “elisabettiano” la lucidità di Donnellan nel guardare alla nostra epoca

Articolo Successivo

Il parco giochi del futuro

Recenti:

Quel 1994 nero

IL COMMENTO Di Pier Franco Quaglieni Nella primavera del 1994 Berlusconi vinse le elezioni politiche contro

Londra chiama Bruxelles

EDITORIALE  Di Adolfo Spezzaferro direttore de “L’identità”: Londra chiama Bruxelles Leggi qui le ultime notizie: IL

IL METEO E' OFFERTO DA

Auto Crocetta