Tag archive

IL COMUNE INFORMA

UFFICI COMUNALI: GIOVEDI’ 2 E VENERDI’ 3 NOVEMBRE CHIUSI, MA SERVIZI ESSENZIALI GARANTITI

in BREVI DI CRONACA

Chiusi al pubblico gli uffici comunali nelle giornate di giovedì 2 e venerdì 3 novembre. La scelta di Palazzo Civico di sospendere le attività per il “ponte di Ognissanti” consentirà all’Amministrazione comunale del capoluogo piemontese di risparmiare su energia elettrica e riscaldamento limitando i disagi ai cittadini, anche perché i servizi essenziali saranno comunque garantiti e, potenziati, i servizi legati alla ricorrenza dei defunti (www.cimiteritorino.it). Servizio regolare giovedì e venerdì nelle sedi della Polizia Municipale (aperti sia l’Ufficio verbali di via Bologna 74 sia le sezioni territoriali) e aperto al pubblico dalle 8,30 alle 14 l’ufficio Deposito Atti Giudiziari di Via Giannone 5.  Nelle due giornate saranno attivi il centralino del Municipio 011/011.999 e il call center dei Tributi 011/011.7114-2.7136 (contravvenzioni) 011/01124853 (Tari) 011/0112.4857-24896-24897 (Imu).  Urp e Informacittà, collocati al piano terra di Palazzo Civico, in piazza Palazzo di Città 9/a, saranno aperti al pubblico nelle giornate di giovedì 2 novembre e venerdì 3 novembre con il consueto orario (Informacittà, ore 8.30 – 18, URP, ore 8.30 – 16). Informacittà sarà aperto anche domenica 5 novembre (ore 10 – 18.30). Rimarrà chiuso invece sabato 4 novembre. Normale anche il funzionamento delle strutture residenziali (per anziani, disabili e minori) dei servizi socio-assistenziali. Aperti al pubblico gli sportelli della struttura anagrafica centrale di via della Consolata, mentre rimarranno chiusi quelli decentrati.
Aperte le biblioteche civiche e il Centro Interculturale dove si svolgeranno le lezioni dei corsi di formazione musicale. Nelle Circoscrizioni cittadine centri d’incontro, impianti sportivi e bocciofile aperti.Regolarmente aperti per lo svolgimento delle consuete attività sportive calendarizzate la piscina Stadio Monumentale di Corso Galileo Ferraris, lo Stadio del Ghiaccio Tazzoli, il Palazzetto Le Cupole e, al Parco Ruffini, lo Stadio Primo Nebiolo e il Palazzetto dello Sport.

 

www.comune.torino.it

foto: il Torinese

Venaria Reale, obbligo di vaccinazione

in BREVI DI CRONACA

Finora sono 26 le lettere recapitate in Comune da cittadini e genitori preoccupati per come sarà gestito l’accesso alle scuole materne e asili nido in seguito al Decreto Legge n. 73/2017 convertito dalla Legge n. 119 del 31 Luglio 2017, che prevede l’estensione dell’obbligo di vaccinazione a 10 tipologie di vaccini. I responsabili del servizio scolastico per l’infanzia si trovano obbligati ad applicare le linee guida dettate dalla Circolare n. 1679 dell’1 settembre 2017 del Ministero della Salute e del Ministero dell’Istruzione, la quale prevede, in particolare, che «per l’anno scolastico e il calendario annuale 2017/2018, a decorrere dal 12 settembre 2017, non potranno avere accesso ai servizi educativi per l’infanzia e alle scuole dell’infanzia i minori i cui genitori/tutori/affidatari non abbiano presentato entro l’11 settembre 2017» la documentazione necessaria. Il sindaco Roberto Falcone dichiara «L’Amministrazione ha il dovere di tutelare la salute pubblica e la libertà di scelta e diritto alla scuola, ma soprattutto di accompagnare i cittadini nell’essere informati e consapevoli delle proprie scelte. In quest’ottica sono inaccettabili i tempi, i modi e l’urgenza con cui l’aumento dei vaccini obbligatori da quattro a dieci è stato pensato e proposto alla cittadinanza. È inaccettabile la confusione nella quale si sono trovati travolti sia gli uffici dei Comuni sia i genitori. E sono inaccettabili, infine, i profili con cui questo provvedimento priva della libertà di scelta, quelle famiglie che non possono fare a meno, dell’appoggio degli asili nido». La Regione Piemonte ha preparato un vademecum su come comportarsi in materia e ulteriori informazioni sulle procedure, disponibili sul sito www.regione.piemonte.it, mettendo a disposizione il numero verde 800.333.444.

La Città cerca sponsor per promuovere e tutelare il verde pubblico

in Cosa succede in città

La Città di Torino ricerca sponsor privati per la valorizzazione, la promozione e la manutenzione delle sue aree verdi, delle aree gioco e degli spazi dedicati ai cani per il quinquennio 2017-2021. Le imprese interessate potranno finanziare anche l’incremento e la cura del patrimonio arboreo, la sistemazione di arredi, manutenzione di fontane e di impianti di irrigazione, fioriture.

Il 30 maggio 2017 la Giunta comunale, su proposta dell’Assessore all’Ambiente e Verde, ha approvato le linee di indirizzo; si dà ora avvio alla ricerca degli Sponsor con l’avviso pubblico, valido per il 2017 e il 2018; ogni mese è prevista una scadenza (la prima, il 7 agosto, l’ultima, il 29 dicembre) entro la quale le aziende potranno presentare il proprio progetto di sponsorizzazione.

Il contratto di sponsorizzazione consentirà di promuovere il proprio marchio o un prodotto associandolo alla realizzazione di un’attività di cura del verde torinese; si potrà mettere a disposizione una somma di denaro, oppure fornire direttamente beni o servizi, sia per curare in toto un’area verde, sia per realizzare una specifica attività di manutenzione (piantare alberi, prendersi cura di un’area cani o dei giochi per i bambini, sostituire panchine, riaprire una fontana chiusa da tempo…).

Tutte le aree verdi sono potenzialmente sponsorizzabili. Le seguenti sono quelle che sono già state oggetto di specifica valutazione di sponsorizzabilità, con relativa quantificazione dei costi, dal Servizio Verde pubblico (si veda l’allegato A1 dell’Avviso):

  • Circ. 1: Giardino Sambuy, Rotonda Piazza XXVIII Dicembre + aree verdi corso Bolzano
  • Circ. 2: Parco Pietro Mennea
  • Circ. 5: Giardino Edera Cordiale (Corso Lombardia, Lucento, Potenza)
  • Circ. 6: Giardino piazza Rebaudengo, Parco Aurelio Peccei
  • Circ. 7: Giardino Don Giussani/ Piazza Gozzano
  • Circ. 8: Giardino Piazza Galimberti

Queste invece le aree suggerite dalle Circoscrizioni:

  • Circ. 1: Murazzi, piazzale Duca d’Aosta, Largo Turati, Giardino Geuna, Giardino Valperga di Masino, Area cani Clessidra, Piazza Arbarello, Giardini Anagrafe, Corso Siccardi
  • Circ. 2: Via Acciarini, Giardino Fred Buscaglione, Rotonda via Tirreno/Tripoli, Piazza Basilicata, Via Boston/Gorizia, Piazza Montanari, Piazza Livio Bianco, Aiuole Castelgomberto/Filadelfia-Zona 30km, Giardino Natale Re, Corso Orbassano-svincoli tangenziale, rotonda strada del Drosso (accesso da Beinasco), Via Geymonat, Via Gaidano int.103, Parco Lineare Tazzoli, Giardino Boccioni
  • Circ. 4: Piazza Perotti
  • Circ. 6: Rotonda piazza Bottesini, Area verde via Tollegno/via Pacini, Area cani via Enna, Area verde piazza Sofia/corso Taranto-area taxi, Rotonda strada Settimo, Area cani via Petrella 24, Area giochi via Anglesio
  • Circ. 7: Lungo Dora Colletta/via Nievo, Lungo Dora Voghera/corso Cadore, Piazza Giovanni delle Bande Nere, Giardino Vittorio Pozzo (ex Italgas) corso Regina Margherita 68, Corso Regio Parco tratto corso Palermo / corso Verona e tratto corso Verona/via Buscalioni e tratto corso Novara/via Buscalioni, Aree corso Regio Parco/via Padova, rotonda e aree spartitraffico Lungo Dora Voghera/corso Brianza
  • Circ. 8: Piazza Graf lato ex Microtecnica, Giardino Rodari, Giardino Anglesio (via Madama Cristina/corso Dante), Rotonda corso Moncalieri/corso Sicilia, rotonda corso Sicilia/viale Dogali, piazza Muzio Scevola, piazza Carducci, Via Tunisi int. 9, Giardino via Richelmy, aiuola fronte civ. 15 banchina alberata via Richelmy, Area cani via Richelmy, Giardino Battistini/corso Maroncelli, Via Tommaso Villa, Giardino Benedetto Croce, Via Olivero, Mandorla di via Galluppi/via Giordano Bruno, n. 2 rotonde Via Zino Zini fino a via Bossoli, Via Carolina Invernizio/via Palma di Cesnola, corso Traiano/via Casana/Via Guala (area spett viagg.), rotonda via Bossoli

Un’altra opportunità di partecipazione alla cura del verde pubblico è fornita dai Patti di collaborazione, ai sensi del Regolamento 375 sui beni comuni, per i quali i cittadini attivi possono presentare le loro proposte di cura del verde o gestione condivisa all’e-mail benicomuni@comune.torino.it.

 

(foto: il Torinese)

Emergenza caldo: il bando della Città

in BREVI DI CRONACA

La Città di Torino, con Deliberazione della Giunta Comunale  ha approvato nelle scorse settimane il bando per la selezione di progetti diretti a contrastare gli effetti negativi sugli anziani fragili in relazione agli eventi climatici, “Emergenza Caldo”, da realizzarsi in riferimento alle linee guida ministeriali e al programma regionale di cui alla D.G.R. n. 2-5947 del 2007 “Promozione degli interventi mirati a prevenire i danni alla salute provocati da eccessi di temperatura ambientale”.  (Possono rispondere all’avviso e beneficiare del rimborso delle spese effettivamente sostenute,  ai sensi dell’art. 7 della Legge 266/1991 e sue successive modifiche e dell’art. 9 della L.R. 38/1994, le associazioni di volontariato che abbiano sede e che svolgano la loro attività sul territorio comunale e che siano iscritte nell’apposito registro regionale, singole o in partnership tra loro.)

L’istanza e la documentazione allegata dovrà pervenire in busta chiusa e riportante in esterno la dicitura “Contiene domanda di partecipazione per il Progetto “Emergenza Caldo” Periodo 1 luglio 2017 – 30 settembre 2017”, a Città di Torino Direzione Politiche sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie, Servizio Anziani e Tutele, Ufficio Protocollo, Via Bruino n. 4, 10138 TORINO, entro e non oltre le ore 12:00 del 12 giugno 2017.

Da qui si Torna su