Tag archive

AL PARCO DEL VALENTINO

Salone dell’Auto, a giugno una edizione da 700 mila visitatori

in Cosa succede in città

salone auto bursuc mihai50 case automobilistiche  alla terza edizione del Salone dell’Auto Parco del Valentino, dal 7 all’11 giugno 2017 a Torino, con l’obiettivo di superare i  700.000 visitatori, più di quelli del Salone di Ginevra. “Qui ci sono tutte le carte in regola per diventare un AUTO SALONEevento automotive internazionale”, ha detto il presidente del Salone, Andrea Levy alla presentazione ufficiale al Castello del Valentino, dove sono stati posizionati alcuni prototipi dei carrozzieri, fiore all’occhiello della manifestazione.Il  Salone dell’auto torinese , l’unico all’aperto, resta con ingresso gratuito e apertura fino alle 24, ma con un nuovo assetto espositivo e biglietto elettronico gratuito. Rimane anche il tetto di quattro vetture per ogni casa automobilistica ma quest’anno tutti gli stand saranno coperti.

Il keniano Simon Kiruthi Muthoni vince la Turin Half Marathon,

in SPORT

MARATHON TURIN HALFLa 16/a edizione della Turin Half Marathon, che si è corsa per le strade del capoluogo piemontese è stata vinta dal keniano Simon Kiruthi Muthoni  con il tempo di 1h 04′. Per le donne il primo posto è andato alla connazionale Pauline Naragoi Esikon (1h 14′). I due atleti sono tesserati per la Run2gether. Al parco del Valentino erano circa milleseicento i runners, madrina della manifestazione, la maratoneta Valeria Straneo. Come per  la gara ‘Tutta Dritta’, era presente anche la onlus Quelli che con Luca, fondata da Andrea Ciccioni, a favore della ricerca della terapia molecolare per le malattie rare che affliggono i bambini.

“Déjeuner sur l’herbe” con il Circolo dei Lettori

in LIFESTYLE

Per esserne protagonisti, iniziate a recuperare ventagli, guanti di pizzo, papillon, cappellini e abiti vintage

 

summersideDomenica 27 luglio il Parco del Valentino si trasforma in un quadro impressionista con il secondo pic nic a tema organizzato dal Circolo dei Lettori Summerside, in stile “Déjeuner sur l’herbe” e all’insegna di uno charme tutto francese.

 

Per esserne protagonisti, iniziate a recuperare ventagli, guanti di pizzo, papillon, cappellini e abiti vintage; iscrivetevi entro le ore 14 di venerdì 25 luglio (011 4326827: ingresso adulti 10 euro, 7 i bambini); poi calatevi  nei panni di dame e gentiluomini ottocenteschi ispirandovi alle tele di Monet, Manet e Renoir.

 

Sarete catapultati  nella Parigi  di metà  800, ma sulle rive  del Po che, anche se non è la Senna dipinta dal caposcuola impressionista Claude Monet, ha  pur sempre il suo glamour.

 

L’appuntamento è alle 12,30 nell’affascinante location  del Borgo Medievale, dove potrete disporvi in una delle tante postazioni sul prato del Valentino, dedicate ai vari artisti del movimento  francese, alla maniera di un tableau vivant.

Se avete dubbi sul dress code, fugarli  è facile: basta consultare il sito e i social network del Circolo  dei Lettori e poi via a consumare  il cestino del pranzo, a cura di  Gerla 1927, con un menù che  rimanda ai capolavori dell’arte impressionista:

 

– “Quiche con cappello largo” (di A. Renoir): quiche  lorraine.

– “Cassoulet sull’erba” (di  C. Monet): cassoulet fredda con riso basmati, ratatuille di verdure e fagioli bianchi alle erbette.

– “Torta con  cassetto aperto” (di P. Cèzanne): soffice torta di mele.

 

Invece il menù dedicato ai più piccoli prevede:

-“Insalata di riso ballerino” (di E. Degas) e la soffice torta di mele ispirata a Cèzanne.

 

E affinché non dobbiate preoccuparvi di nulla, ma solo godervi la giornata, il pranzo è servito con il packaging di Cuki, sulle stoffe offerte dalla Sartoria L’Orlando Furioso: non vi resta che consumarlo comodamente seduti sull’erba, dove potrete anche giocare, leggere, prendere il sole.

 

Invece una mano  per intrattenere i bambini (da 5 a 11 anni) ve la dà (dalle 16 alle 18) Valentina Gazzoni con il laboratorio “Animali nel prato”. Un percorso rasoterra con gli occhi a scrutare i piccoli abitanti del suolo ed imparare a disegnarli. Come? Ispirandosi alle immagini del libro di Iela Mari: con fogli di acetato si riproducono foglie e insetti, poi sovrapponendoli, ecco comporsi le stratificazioni del prato. (E’ consigliata la prenotazione allo 011 4326827).

 

Non resta che godervi il relax a 360 gradi, condito da abbondante divertimento per grandi e piccini.

 

Laura Goria

Da qui si Torna su