La lezione di Bruno Segre

in CULTURA E SPETTACOLI

Giovedì 17 ottobre alle 18,30, nella cornice della mostra internazionale di fotogiornalismo World Press Photo, in corso fino al 17 novembre all’Ex Borsa Valori di piazzale Valdo Fusi, è in programma la conferenza “La lezione di Bruno Segre”.  Nell’occasione verrà presentato il volume “Non mi sono mai arreso” di Nico Ivaldi, Editrice il Punto, alla presenza dell’autore, dell’avvocato Segre, nato a Torino il 4 settembre del 1918, e di Gianni Da Ronco, chiamato a moderare l’incontro (a ingresso gratuito).

 

Il libro racconta Bruno Segre, 101 anni, figura tra le più limpide e coraggiose dell’antifascismo italiano, avvocato protagonista di tante battaglie e decano dei  giornalisti del Piemonte. Combattente partigiano nelle valli del cuneese – dopo aver rischiato la fucilazione nel carcere di via Asti e la deportazione per mano dei repubblichini – nel dopoguerra ha condotto battaglie civili per il riconoscimento dell’obiezione di coscienza (nel 1949 difese il primo obiettore in Italia) e a favore del divorzio. «Vorrei essere ricordato come una persona che si è sempre opposta a tutti i tentativi di prevaricazione, d’imposizione forzata in sede politica o religiosa. Sul mio sepolcro vorrei il motto di Saul Bellow: “Qui giace un vinto – dalla morte – che non si è mai arreso».

 

L’autore del volume è Nico Ivaldi, laurea in Lettere Moderne e tante collaborazioni con giornali, radio e tivù. Nei suoi libri ha raccontato le sue grandi passioni: i viaggi, il calcio, la sua Torino, gli anni Settanta, il giornalismo. È presente con racconti e brevi storie in alcune antologie e blog. Dirige Piemonte Mese e si occupa di uffici stampa