Giornate Europee del Patrimonio: aperture straordinarie

in prima pagina

Nei siti culturali dell’intera città metropolitana

Le GEP — Giornate Europee del Patrimonio rappresentano un imperdibile appuntamento per la valorizzazione dell’arte, della storia e della cultura del vecchio continente. Perché essere europei non è solo un problema di ordine economico e politico, ma è soprattutto una questione culturale. Lo sanno bene anche i musei, le istituzioni e i siti storico-archeologici italiani che, da molti anni, organizzano visite esclusive e aperture straordinarie in occasione delle GEP. 

Le Giornate Europee del Patrimonio 2019 si terranno domani e dopodomani e avranno come filo conduttore il tema Un due tre… Arte! Cultura e intrattenimento. Per l’occasione, anche a Torino saranno molte le iniziative speciali proposte al grande pubblico. Domani, sabato 21 settembre, numerosi siti della cultura e musei prolungheranno l’orario di apertura. A Palazzo Carignano partiranno tour guidati alle 18, alle 19 e alle 20, mentre ai Musei Reali di Torino e alla Pinacoteca Albertina l’ingresso a un solo euro sarà concesso sino alle 22.30. Resteranno aperti sino alla tarda serata anche il Museo Egizio, in cui partiranno rapidi tour guidati ogni venti minuti alla tariffa unica di 5€ (dalle 18.30 alle 22), il Museo Storico Reale Mutua, che organizzerà visite gratuite dalle 14.30 sino alle 22.30, e lo Spazio La Stampa. Quest’ultimo propone un esclusivo tour serale, con la possibilità di accedere nello stabilimento di via Giordano Bruno e di osservare da vicino le rotative al lavoro (prenotazione obbligatoria al numero 0116568319; costo 10 €). Anche al Teatro Regio e alla Palazzina di Caccia di Stupinigi domani sarà possibile accedere a luoghi solitamente preclusi al grande pubblico. Se del primo sarà possibile visitare le stanze e gli ambienti che si celano dietro le quinte (costo 5 €; partenza ore 11, 11.45, 15, 15.45),  della seconda saranno accessibili le grandi cucine (intero 8€, visita alle 15.30, prenotazione obbligatoria al numero 0116200634). Ancora, sia domani che domenica 22 (dalle 10 alle 18), il Museo della Radio e della TV sarà eccezionalmente aperto per offrire gratuitamente al pubblico visite presso lo studio TV1 del Centro produzione Rai di Torino. 

Gli eventi delle Giornate del Patrimonio, dei quali è consultabile l’elenco completo sul sito del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, non interesseranno solo Torino. Ad essere coinvolta sarà l’intera area metropolitana. Fuori dai confini cittadini, meritano di essere segnalate le aperture eccezionali e gratuite, nel pomeriggio di domenica 22 settembre, dell’Abbazia di Fruttuaria a San Benigno Canavese e del Castello di Foglizzo. Lo stesso giorno, in Valle di Susa saranno ben dodici i siti aperti. Lì la festa sarà doppia: oltre a celebrare le Giornate Europee del Patrimonio, si festeggerà anche la decima Giornata del Patrimonio Archeologico. Sarà così possibile riscoprire storia e tradizioni visitando gratuitamente luoghi come il Parco Archeologico di Bardonecchia, la Villa Romana di Almese, l’Abbazia di Novalesa, il Castello della Contessa Adelaide di Susa, l’Antica Fucina di Bruzolo e il Museo Laboratorio della Preistoria di Vaie.

Insomma, per sentirsi tutti un po’ più europei, non resta altro che scegliere tra la molteplicità di proposte e partecipare alle iniziative culturali.

Giulia Amedeo