Al Tardini passa la Juve

in SPORT
Per la prima del campionato 2019-2020, la nuova Juve di Maurizio Sarri non presenta proprio nulla di nuovo, se non il suo secondo, Martuscello, in panchina, e Douglas Costa titolare dal primo minuto con Higuain; il Mister è ancora sotto cura per la fastidiosa polmonite che lo ha colpito nei giorni scorsi e probabilmente non ci sarà neppure per la super-sfida casalinga contro il Napoli, che il calendario ha fissato già per domenica prossima.
Si parte con un 4-3-3, ma nessuno dei nuovi acquisti di Madama è in campo: in compenso, ieri si è vista al Tardini la panchina più ricca della Serie A.
Ad ogni modo, la Juve fa un buon primo tempo, gli attacchi partono tutti da destra, dove Costa si dà un gran da fare e l’intesa con CR7 e Higuain sembra funzioni: al 5′ Cristiano raccoglie un passaggio di Gonzalo, ma il suo destro va alto sulla traversa; qualche minuto più tardi, sempre Cristiano ci prova di testa in area, purtroppo anche questo finisce alto.
Il Parma attacca principalmente dalla sinistra dei bianconeri, ha un buon momento tra il 12′ ed il 18′, con tre tiri che impegnano Szczesny in altrettante parate.
Ma al 21′ passa la Juve, con un’azione tanto fortunosa quanto concreta: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Sandro tira nel mezzo e, nella mischia, Chiellini trova la zampata vincente e la gira in rete: 0-1.
Ronaldo ci prova in tutti i modi, ma decisamente non è il suo giorno fortunato: al 28′ non riesce a calciare bene ed il suo tiro – un rasoterra in area – finisce di poco a lato, ma CR7 ci riprova e, raccolto l’assist di Costa sempre dalla destra, arriva in area, finta e scarta un avversario ed al 33′ infila un gran goal di destro: peccato che il VAR annulli per fuorigioco – davvero millimetrico – : peccato, è stata la miglior azione della partita.
Il secondo tempo vede i padroni di casa farsi progressivamente più coraggiosi e propositivi, mentre la Juve commette alcuni errori tecnici in ogni reparto; tuttavia, non soddisfatto, Cristiano ci prova in altre occasioni, come al 59′, quando parte da dietro e cerca di sorprendere Sepe, ma il tiro è troppo alto, ed ancora al 65′ da fuori area, il suo rasoterra è ben parato dal portiere gialloblu.
Al 69′ Costa esce per Cuadrado, che dieci minuti dopo imposta una buona azione con CR7 e Higuain, ma Gonzalo di testa la mette troppo alta. All’82’ esce proprio Higuain per Bernardeschi, ma non cambia nulla, nel secondo tempo la Juve è comunque meno aggressiva e pare addirittura affaticata.
Gli ultimi minuti sono tutti del Parma, che vorrebbe almeno il pareggio, non lo trova; buona comunque la prima per la Juve, che torna a Torino con i primi tre punti e qualche spunto interessante.
Ovunqueecomunque #finoallafine
 
Rugiada Gambaudo