La polizia scopre un quintale di marijuana. Due arresti

in BREVI DI CRONACA

Sono stati arrestati ieri pomeriggio da personale della Polizia di Stato in servizio presso la Squadra Mobile di Torino:

A.A., cittadino italiano quarantaduenne, residente ad Asti, incensurato;

P.E., cittadino albanese di 38 anni, residente a Torino, incensurato.

L’arresto è nato a seguito di un controllo degli agenti della Squadra Mobile nei confronti di un’autovettura Ford C Max transitante su corso Siracusa con una persona a bordo, il cittadino italiano quarantaduenne, dall’atteggiamento sospetto. L’uomo appariva spaesato ed alla vista di una pattuglia della Polizia di Stato colori d’istituto in transito si innervosiva, cambiando direzione di marcia. All’interno dell’auto, gli agenti notavano un panno posto a  coprire dei pacchi piuttosto voluminosi adagiati sui sedili posteriori. I poliziotti in borghese non perdevano di vista il mezzo, che fermava la sua corsa in via Lancia, nelle immediate vicinanze  di  un cortile di uno stabile. Qui il cittadino italiano effettuava,  con atteggiamento guardingo, alcune telefonate. Poco dopo, giungeva un cittadino albanese che faceva accostare in retromarcia l’autovettura fino all’ingresso della porta dello stabile che conduce alle cantine. A questo punto, gli agenti della Squadra Mobile intervenivano, scoprendo, nascosti nel bagaglio e sui sedili posteriori dell’auto,  numerosi involucri avvolti in nylon di colore rosso contenenti sostanza stupefacente (marijuana) per un peso complessivo di 98 kg. La perquisizione veniva estesa all’appartamento del cittadino albanese, domiciliato in quello stabile, ed alla cantina, ove venivano rinvenuti 3 bilancini di precisione e tutto il materiale occorrente per il confezionamento dello stupefacente.    Sequestrate anche numerose e capienti borse di juta.