Senza Torino-Lione "multa" europea di 800 milioni

in prima pagina

Ancora un nulla di fatto sulla Tav dopo la riunione notturna del Governo a Palazzo Chigi

Di concreto si sa che la Commissione europea è pronta a spedire una nuova comunicazione  all’Italia ricordando che  un eventuale rinuncia alla Torino-Lione alla Tav significherebbe violare due regolamenti Ue del 2013 con la conseguente perdita di circa 800 milioni di cui 300 entro il mese di marzo e il resto successivamente.